Intervista a Graziano Rey, pittore: quando il Moloch è un artista

28/feb/2019 14:07:03 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A cura di R. Guerra


D- Graziano, la tua mostra a Ferrara, a cura di Annarita Rossi (IdeaArte Gallery), un approfondimento?

R - Nella personale di Ferrara, esporrò gli ultimi lavori che trattano proprio l'argomento degli elementi acqua, terra, cielo , elementi per tutti noi essenziali, escludendo figurazioni che richiamano l'uomo , autore di scempi, disastri e drammi che li hanno visti autori nel corso dei secoli. Rincorrendo quella che è la corrente religiosa ( non sacra) che noi siamo parte dell'universo.


D- Rey, l'avventura in progress del ... Moloch?

R - Il Moloch è un cammino che spero non si interrompa in futuro. Con la curatrice e amica Annarita c'è l'intento di proseguire, magari in locali più adatti, le Banche non sono a parer mio, i posti più adatti, entrano in conflitto con il tema. A tal proposito ho preparato un lavoro sul   Nasdaq che rappresenta un il fulcro della finanza e dell'economia occidentale....ma avremo tempo per parlarne più approfonditamente.


D- Graziano Rey, la tua arte certamente postavanguardia contemporanea, con tue parole, più nello specifico?

R - Per quanto riguarda la collocazione artistica, posso considerarmi un artista della postavanguardia contemporanea, ma con uno sguardo in specifico al impressionismo, tema a me molto caro ma comunque, è sempre stato chiaro che gli artisti diffidano dalle aggregazioni ,rivendicando un ruolo di ricercatori autonomi e individualisti.


D- Rey Graziano, anche musicista con anche jingle televisimi rilevanti, uno zoom?

R -Dal 1982 all' 86 ...autore di sigle televisive: le più conosciute : Buona domenica, Ferragosto OK, Gran Prix e i ragazzi della III C, poi in seguito ospite al Maurizio Costanzo Show e il viaggio alle Tonga durato più di un anno. Il mondo della televisione non era più sopportabile, quindi il ritorno al mio amore primario LA PITTURA.



INFO Graziano Rey (Photo artista e Opera: All'Ombra dell'ultimo Sole)



Sono nato a Torino il 18 ottobre 1953. Pittore  e autore



Dal 1973 disegnatore, dopo aver condiviso l’arte di mio fratello Francesco e del Maestro Lorenzo Alessandri nel periodo della “Soffitta Macabra” a Torino, mi dedico per anni all’arte figurativa e, in particolare, al mondo della musica.

Dal 1982 al 1987, come autore di sigle televisive, di cui le più note: Buona Domenica, I Ragazzi della III CLa Giostra,

 Ferragosto OK, collaboro come autore con diversi cantanti.

Nel 1992 vinco il premio Rino Gaetano e il premio Viareggio come cantautore.

Opinionista, partecipo a numerose puntate del Maurizio Costanzo Show e come attore alle Candid Camera di Alberto Silvestri.

Nel 1993 pubblico il racconto 3001 Spooky su Jork II, edito da Mancuso editori

Nel 1995 incido “Pirati” una raccolta di brani eseguiti in acustica

insieme all’amico chitarrista Sandro Picciuolo e nel 2007 fondo insieme ad un gruppo di amici musicisti la ReyBand all’attivo due CD “L’uovo” e il “Pulman”

Attore nel film In camera mia di Sergio Martino, dopo l’anno trascorso alle Isole Tonga mi allontano progressivamente dal mondo fittizio dell’apparenza e riprendo in mano l’amore mio primigenio: la pittura.



La mia attività artistica è sintetizzata in questo sito, in cui ho catalogato i miei venticinque anni di lavori artistici in collezioni. A partire dalla collezione Ierofanie, alla collezione Città invisibili i alla collezione Eventi, temi a cui sono molto legato.

Biennale di Venezia, con Anna Rita Rossi

In seguito sono passato alle creazioni artistiche realizzate attraverso il recupero dei materiali, da cui sono nate le collezioni Piccoli sogni e  Miniature.

Proprio su questo tema a me particolarmente caro nel 2016 e nel 2017, con il patrocinio della Regione Piemonte, realizzo 2 mostre personali dedicate al Riuso dei Materiali.

In ultimo, le collezioni FantasyDolmen e Impressioni si legano molto al tema dell’impressionismo altro tema a me molto caro.

Nel 2017 partecipo al percorso della Biennale di Venezia attraverso la curatrice Anna Rita Rossi sul tema del “Moloh” al Palazzo degli Armeni, percorso in seguito riproposto  a Palermo e a Vicenza.

Nel 2018 proseguo il cammino dell’Ombra del Moloch ospitato dalla Banca Generali a Torino e successivamente a Roma. Dal 5 al 28 ottobre a Savigliano partecipo alla mostra “Agorarte“.”


Info

www.grazianorey.it





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl