Manca poco a Frammenti '15 - Parco del Tuscolo (dal 23 al 25 Luglio)

21/lug/2015 18:36:56 Semintesta Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Salve,
manca poco alla quindicesima edizione del festival.

Giovedì 23 luglio
Wrongonyou + Toot in concerto
THE CYBORGS in concerto
Band rivelazione di quest'anno, gruppo d'apertura di Bruce Springsteen, che propone un blues travolgente

Venerdì 24 luglio
Maleducazione alcolica in concerto
VEEBLEFETZER in concerto
Musica balcanica a tutto volume per la nuova formazione di MondoCane

Sabato 25 luglio
The Shalalalas
ANTONIO REZZA banditore d'eccezione per l'ASTA AL BUIO
Il ritorno dell'artista più irriverente che c'è con un'imperdibile asta al buio

Domenica 26 
Lo Spinoso + Simone Presciutti + Simone Avincola in concerto
FRANCESCO DI BELLA in concerto
Leader storico dei 24 grana con le versioni acustiche dei suoi successi

E inoltre artisti emergenti, trekking musicali, taverna con prodotti a Km0, visite archeologiche, spazio letterario, dj set, laboratori per più piccoli, degustazioni e workshop. 

Il Festival Frammenti è giunto alla quindicesima edizione nonostante le difficoltà che gravano sulle rassegne culturali, e questa forse è la notizia più importante, quella di un festival che resiste e continua ad esistere grazie alle persone che lo vivono e lo animano e grazie alla capacità di trasformarsi continuamente. Ogni anno Frammenti rischia di non essere fatto, eppure lo slancio, l'entusiasmo e il sacrificio di tante persone rendono possibile questa favola arrivata al suo anno 15. 

Frammenti negli anni è cambiato tantissimo ogni edizione è stata differente dalle altre perché frutto di una costante evoluzione. Una costante però di questi anni è stato sicuramente il tema, una suggestione che ogni anno Frammenti lancia al suo pubblico, una riflessione come possibile lettura della contemporaneità. Ci siamo rivolti nel 2008 a Buzzati con Aspettando i Tartari, tema dedicato all'attesa e la paura dell’Altro, purtroppo ancora attualissimo. Abbiamo trovato ispirazione in Bauman con la lettura di un mondo liquido, in Augè con l'edizione Che fine ha fatto il futuro? Frammenti è poi stato Hic manebimus optime, riflettendo sul chi parte e su chi invece decide di restare, fino ad arrivare al tema di quest'anno, “Le armoniose diversità”.

La diversità è armonia e l'armonia è diversità. Il tema di quest'anno nasce dal fascino che abbiamo subìto studiando il tema del padiglione giapponese all'Expo. Sebbene Frammenti sia ben lontano dall'Expo e affronti una tematica che va oltre il mondo culinario, siamo rimasti colpiti dall'immagine dell'armoniosa diversità che il padiglione offre così come è stato pensato. Abbiamo preso quella tematica e l'abbiamo adattata al nostro mondo pensando non solo alle biodiversità presenti nel Tuscolo, ma anche alla diversità insita nell’essenza stessa della manifestazione: musica di differenti generi, persone di tutte le età, incontri preceduti da laboratori per bambini e seguiti da degustazioni con sommelier. Questo, ci tengo a sottolinearlo, non vuol dire fare un patchwork casuale di eventi, ma ha voluto dire costruire un mosaico, un microcosmo dove far sì che tutti questi elementi potessero convivere. Convivere, appunto, in armonia.


Per richieste di interviste o invio di materiali

Matteo Davide


--

Associazione Culturale Semintesta / Ufficio stampa 
Matteo Davide / 
www.semintesta.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl