Romaeuropa: il 26 e il 27 ottobre Bartolini/Baronio in scena con 16,9 Km Home Concert al Teatro Biblioteca Quarticciolo

24/ott/2019 14:06:30 GDG Press Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ROMAEUROPA FESTIVAL 2019

Bartolini/Baronio

 

16,9 Km. Home Concert

Esercizi sull'abitare 

Prima assoluta ~ Coproduzione REf19

26 - 27 Ottobre 2019

Teatro Biblioteca Quarticciolo

 sabato 26 h 21

 domenica 27 h 17

 

da € 8 a € 15
 

Abitare è essere ovunque a casa propria

Ugo La Pietra

 

Lo stormo non ha bisogno di fermarsi presso nessuna casa, perché lo stormo �“ come un movimento perfetto - è la sua stessa casa, proprio per il fatto che non ha bisogno di nessuna casa, poiché è puro movimento, puro, pura vita”

Felice Cimatti

 

Sabato 26 e domenica 27 ottobre andrà in scena al teatro Biblioteca Quarticciolo in prima assoluta per Romaeuropa Festival 16,9 Km Home Concert Esercizi sull’abitare, performance-installazione-concerto del duo Bartolini/Baronio costruita intorno al tema della casa intesa come luogo di concentrazione simbolica della convivenza umana sul pianeta.

Bartolini/Baronio dialoga con l’arte contemporanea costruendo degli Esercizi sull’abitare, un percorso all’interno della città di Roma per raccogliere attraverso gli incontri con i suoi abitanti, suoni, melodie e storie di vita. 16,9 Km è la distanza segnata dal percorso tracciato tra il Teatro Biblioteca Quarticciolo, il Palazzo delle Esposizioni e i Mercati di Traiano; abitando il tragitto tra i luoghi del teatro e dell’arte contemporanea, è stato operato un trasloco che li potesse mettere in relazione, disegnando una topografia relazionale e orizzontale attraverso le parole di un alfabeto emotivo condiviso. 16,9 Km Home Concert Esercizi sull’abitare debutta nell’ambito di Romaeuropa Festival 2019 dopo due “tappe di avvicinamento” a Palazzo delle Esposizioni (6 ottobre) e Mercati di Traiano (13 ottobre). 16,9 Km Home Concert trattiene al suo interno, in un’unica “casa”, l’itinerario compiuto e partecipato da pratiche artistiche ed esperienze umane differenti invitate e accompagnate in ogni tappa ad abitare lo spostamento. Home Concert è un non-luogo a metà strada tra l'esperienza teatrale e l'installazione artistica in cui il tempo e lo spazio si sospendono, si stratificano, si sovrappongono, co-abitano in un “qui” temporaneo in cui essere presenti. È il teatro stesso che si fa casa e che rende possibile il trasloco dei territori geografici, simbolici e umani esplorati dove prendono forma esercizi di cura del presente, degli spazi e dei corpi che pure abitiamo, per celebrare le possibilità della co-abitazione umana. Un rito collettivo. La festa per il ritorno a casa. Alla musica, al suono e al gesto stesso sono affidati l’indagine e la narrazione delle domande trovate lungo il percorso, richiamando a un solo luogo le distanze fisiche, temporali e simboliche, lasciando che dimorino nel loro esercizio condiviso.

Cos’è casa, dove essa sia e cosa significhi abitarla nel nostro presente sono le domande attorno a cui negli ultimi anni la compagnia si è interrogata, indagando il tema dell’abitare secondo i modi e gli accenti della propria pratica artistica. Lo spettacolo “Dove tutto è stato preso” (2017), dal libro Correzione di Thomas Bernhard, i laboratori con i cittadini, i due “RedReading” dedicati a Gilles Clément, e il progetto site-specific “9 Lune” (Kilowatt Festival, 2019), sono stati l’articolazione poetica proprio di questa riflessione che oggi muove lungo un nuovo perimetro di esplorazione.

 

“Casa è ovunque noi siamo.

È il luogo in cui l’incontro ci incontra. È l’invito, e il punto di partenza, e il dove a cui fare ritorno.

Casa è il racconto dei racconti che siamo - i volti, i gesti, i suoni, le voci che incontriamo - è lo spazio smisurato che abitiamo. Casa è allora la distanza tracciata su una mappa per tornare a casa. Ogni passo che compiamo fuori genera un percorso, modellando il paesaggio e le geografie interiori.

Ogni passo indica l’itinerario di un’indagine e crea un nuovo luogo da abitare.”

Bartolini/Baronio

 

Bio

Bartolini/Baronio è una formazione artistica romana nata nel 2009 dal sodalizio artistico tra Tamara Bartolini e Michele Baronio. Condividono dieci anni di lavoro all’interno della compagnia triangolo scaleno teatro, diretta da Roberta Nicolai, partecipando a tutte le produzioni artistiche, alla creazione del festival Teatri di Vetro, a OFFicINa, ZTL e altri eventi culturali. Esplorano entrambi dimensioni attoriali di tipo autoriale, chi lavorando con la scrittura, la pedagogia e la regia, chi con la musica e l’ideazione scenica. Dal 2014 condividono il percorso produttivo con la 369gradi. A partire dal progetto La caduta_incontro tra artisti e territori (realizzato in sinergia con musicisti, videomaker, fotografi) nel 2009 nasce un sodalizio che li vede insieme in tutte le successive creazioni tra cui: la performance Tu_Two_due alla fine del mondo, lo spettacolo tratto da una storia vera Carmen che non vede l’ora, il programma RedReading, viaggio sentimentale e appassionato tra teatro e letteratura, di cui tra il 2012 e il 2018 sono state create tre stagioni per 14 RedReading. Vincono il premio di produzione Dominio Pubblico Officine con lo spettacolo Passi_una confessione che debutta nel 2015 anche nella versione radiofonica per la rassegna Tutto Esaurito! di Radio3. L’ultimo spettacolo Dove tutto è stato preso, ispirato al romanzo Correzione di T. Bernhard, vince il bando CURA 2017, debutta a Teatri di Vetro 2017 e vince la sezione Visionari 2018 di Kilowatt festival. Nel 2018 creano la performance Il giardino del tempo che passa all’interno del progetto La città lontana di Triangolo Scaleno e sono tra i vincitori del bando di sostegno alla produzione Fabulamundi con un progetto dal testo Tout entière di Guillaume Poix con la traduzione a cura di Attilio Scarpellini che debutta come Tutt’intera nel 2019 a Privamera dei Teatri. Dello stesso anno debuttano con il progetto 9 LUNE all’interno di Kilowatt festival. Nelle creazioni artistiche c’è la ricerca di una forte esposizione personale, un approfondito lavoro sulle biografie individuali e collettive, che intreccia specificatamente la poetica musicale, in un dialogo-concerto tra parola e musica, tra artisti e territori.

Crediti

16,9 KM HOME CONCERT

Esercizi sull’abitare

 

Un progetto di Bartolini/Baronio

In collaborazione con Elena Bellantoni, John Cascone, Raffaele Fiorella

Regia e voci Tamara Bartolini / Michele Baronio

Drammaturgia Tamara Bartolini

Paesaggio sonoro e canzoni Michele Baronio, Renato Ciunfrini, Sebastiano Forte

con la partecipazione del Coro Quintaumentata e di alcuni abitanti della città di Roma e provincia

Immagini e regia video Raffaele Fiorella

Disegno luci Gianni Staropoli

Direttore del suono Paolo Panella

collaborazione artistica, scene e costumi Marta Montevecchi e Natalia Agati

Identità visiva, collaborazione al progetto e organizzazione Margherita Masè

Editing interviste Livia De Paoli

 

Produzione Bartolini/Baronio, 369gradi

Coproduzione: Romaeuropa Festival, Teatro Biblioteca Quarticciolo in collaborazione con Palazzo delle Esposizioni e “LIVE MUSEUM, LIVE CHANGE”, progetto di PAVECCOMMelting Pro e Visiva Lab, Vincitore del bando POR FESR Atelier Arte Bellezza Cultura (ABC) �“ Mercati di Traiano della Regione Lazio

Con il sostegno di Angelo Mai, Carrozzerie n.o.t

Partner culturale Wunderbar Cultural Projects

 

SCARICA LA FOTO E  IL COMUNICATO IN WORD

 

 

TUTTA LA PROGRAMMAZIONE DEL ReF19 su

romaeuropa.net e sui Social:

https://www.facebook.com/Romaeuropa/

https://www.instagram.com/romaeuropa/

https://twitter.com/Romaeuropa/

 

 

Foto selezione generale: https://www.dropbox.com/sh/0qu4jhkn81mj12u/AAD-gwlDS7sypZbqT2c0L9ZQa?dl=0

Foto selezione per genere: https://www.dropbox.com/sh/jgaze1ziw65ljy5/AAB1LAloQ3wCU3am6TpNQfnAa?dl=0

Foto per artista:  https://www.dropbox.com/sh/2gsk75lupq7zp9z/AABSZCqq-DVmtJIpSKI1ZybZa?dl=0

 

INFO STAMPA: 06 45553014

Massimo Pasquini: m.pasquini@romaeuropa.net

Matteo Antonaci: m.antonaci@romaeuropa.net

Giulia Di Giovanni: gdgpress@gmail.com

 

 

 

 

                                                                                                                         

romaeuropa.net e sui Social:

https://www.facebook.com/Romaeuropa/

https://www.instagram.com/romaeuropa/

https://twitter.com/Romaeuropa/

Foto selezione generale: https://www.dropbox.com/sh/0qu4jhkn81mj12u/AAD-gwlDS7sypZbqT2c0L9ZQa?dl=0

Foto selezione per genere: https://www.dropbox.com/sh/jgaze1ziw65ljy5/AAB1LAloQ3wCU3am6TpNQfnAa?dl=0

Foto per artista:  https://www.dropbox.com/sh/2gsk75lupq7zp9z/AABSZCqq-DVmtJIpSKI1ZybZa?dl=0

 

 

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl