Comunicato e Segnalazione Concerto di Santo Stefano a Cà La Ghironda - Zola Predosa (Bo) - 26/12/2017 ore 16.00

21/dic/2017 15:53:32 Aganzia SpettacoloNika Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Martedì 26 dicembre alle ore 16,00 - concerto di Santo Stefano

Claudia D'Ippolito al pianoforte e i Musici dell'Accademia Filarmonica di Bologna diretti dal Maestro Alberto Martelli presentano alla Ca' la Ghironda Modern Art Museum in via Leonardo Da Vinci 19 a Zola Predosa (BO)

Programma:

Fryderyk Franciszek Chopin (1810-1849) - Concerto per pianoforte e orchestra n°2 Op.21 Tempi: Maestoso - Larghetto - Allegro vivace

Edvard Hagerup Grieg (1843-1907) - Holberg Suite Op.40 (suite in stile antico)

Edward William Elgar (1857-1934) Serenate per orchestra d'archi Op.20

Biglietto d'ingresso 10 euro
per informazioni Ca'Ghironda 051.757229 - 051.757419 
oppure scrivi a: info@ghironda.it 
Musici dell'Accademia 051222997


L'associazione I Musici dell'Accademia nasce nel 2004 da un ensemble già attivo da alcuni anni presso la Regia Accademia Filarmonica di Bologna. Suoi principi fondanti sono la formazione di giovani strumentisti alla pratica d'orchestra e solistica, la divulgazione musicale per le scuole e per il pubblico adulto e il decentramento delle attività musicali. I Musici dell'Accademia, che hanno un rapporto statutario di collaborazione con l'Accademia Filarmonica, portano avanti progetti anche in collaborazione con diversi Comuni della Regione Emilia-Romagna.

Alberto Martelli (Bologna, 4 maggio 1955) è direttore d'orchestra e compositore italiano. È stato anche critico musicale (La Ribalta, il Resto del Carlino, Il Domani di Bologna) ed è docente di esercitazioni orchestrali presso il Conservatorio di Parma.
Ha studiato composizione, direzione d'orchestra, musica corale e direzione di coro presso il Conservatorio Giovanni Battista Martini di Bologna, dove ha avuto come maestri Paolo Renosto, Aldo Clementi, Tito Gotti, Bianca Maria Furgeri e dove ha animato e diretto l'Ensemble di musica contemporanea, composto da soli allievi. Ha poi frequentato i corsi internazionali di direzione d'orchestra di Sergiu Celibidache a Treviri e Monaco di Baviera e i suoi seminari sulla "fenomenologia della musica" all'università di Magonza. È stato assistente di Eliahu Inbal e Hubert Soudant.
Dal 1990 al 1993 è stato direttore stabile dell'Orchestra Sinfonica della Provincia di Lecce (ICO). È poi stato direttore ospite principale dell'orchestra della RadioTV Bielorussa a Minsk con la quale ha inciso alcuni CD, compresa nel 1993 la prima assoluta della Sinfonia in mi minore di Alberto Franchetti. Ha diretto varie orchestre italiane: Rai, Orchestra sinfonica di Bari, Orchestra sinfonica abruzzese, Orchestra di Roma e del Lazio (ORL), Symphonia Perusina, Orchestra filarmonica "Giuseppe Verdi" di Salerno, Orchestra del Conservatorio di Verona, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestra del Teatro Carlo Felice. Con l'Orchestra del Teatro Sociale di Rovigo ha diretto (1998) e inciso (2006) un'altra prima assoluta di un compositore contemporaneo: il balletto sinfonico Sprint su musica di Giorgio Gaslini.
Fra le orchestre estere ha diretto quella dell'ORTF, la Junge Deutsche Philharmonie, la Jenaer Philharmonie, l'Orchestra sinfonica di Oviedo, l'Orchestra nazionale lituana, l'Orchestra della radio svedese e altre; è stato inoltre ospite di festival e sale note (Nuovo Auditorium di Roma, Gasteig e Hercules Saal a Monaco di Baviera, Festival de Haute-Savoie, Festival di Passavia, San Paolo, Buenos Aires). Dalla fondazione (1995) è direttore artistico dell'Associazione musicale "Conoscere la musica".
Come compositore è stato vincitore dell'AterForum con l'esecuzione della propria composizione In order to... da parte dell'Orchestra Sinfonica "Arturo Toscanini" nel Tempio Malatestiano di Rimini. È pubblicato da Bongiovanni di Bologna. A giugno 2007 ha diretto, presso la sala Verdi del Conservatorio di Parma, nel quadro delle attività dei bienni specializzanti, l'opera in un atto Le Portrait de Manon di Jules Massenet. Nel 2008 ha diretto nel Duomo di Parma i Kindertotenlieder di Gustav Mahler e il Requiem di John Rutter. Ha recentemente tenuto una Masterclass alla Claremont University di Los Angeles e diretto l'Orchestra Sinfonica di Dubrovnik.

Claudia D'Ippolito nata nel 1985, si è diplomata in pianoforte nel 2004 al Conservatorio G.B.Martini di Bologna con il massimo dei voti, Lode e Menzione d’onore. Ha conseguito nel 2007 il Diploma Accademico di II livello allo stesso Conservatorio con la votazione di 110 e Lode. Ha studiato con i Maestri Agostini e Barbalat e si è perfezionata presso Accademie internazionali con i Maestri: Piero Rattalino, Antonio Ballista, Sophia Gulyak, Pavel Vernikov, Alain Meunier, Guido Corti, Alessandro Specchi, Boris Baraz, Piotr Janowski. Ha vinto premi in vari concorsi tra cui il Premio Magone (2004) e Hans Bauer istituito dal Soroptimist International Club di Bologna per il miglior diplomato dell’anno 2003-2004.
Ha tenuto recital solistici e cameristici in vari teatri e sale da concerto in Italia (Bologna, Venezia, Milano, Mantova, Piacenza, Rubiera, Ferrara, Recco, Alassio, Rapallo, Piana Crixia di Savona, Senigallia, Ostra, Cervia, Budrio, Cento, Ischia, Villa Verrucchio…) e all’estero (Germania, Francia e Repubblica Ceca).
Nel 2003 e nel 2007 ha eseguito il Concerto op. 15 n. 1 di Beethoven accompagnata dall’Orchestra del Conservatorio “G.B. Martini” a Bologna e nel 2010 ha eseguito il Concerto in fa minore di Chopin nella versione per pianoforte solista e quintetto d’archi nella Biblioteca storica della Basilica di S.Francesco di Bologna.Nel 2011 nella Basilica di Santa Maria dei Servi di Bologna, ha eseguito il Requiem K626 di W.A. Mozart versione di C. Czerny per pianoforte a quattro mani, con i solisti ed il coro del Teatro Comunale di Bologna.
Nel 2014 ha eseguito il Concerto per pianoforte e orchestra K466 di W.A. Mozart trascrizione per pianoforte e quintetto d'archi presso la Sala Silentium di Bologna e presso il Museo di "Arti e Mestieri" a Pianoro ed il Concerto per pianoforte e orchestra n ° 1 di J. Brahms trascrizione per pianoforte e sestetto d'archi presso la Sala Silentium di Bologna e presso la Sala dei Concerti della Libreria Civica Musicale "Andrea Dalla Corte" di Torino. Nel giugno del 2017 ha edeguito il concerto K466 di Mozart accompagnata dall'Orchestra dei Solisti di San Valentino nella Chiesa di Santa Ceciilia della Croara a San Lazzaro di Savena.
Ha collaborato diverse volte con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna e con l’Orchestra Mozart sotto la direzione di Claudio Abbado.
Svolge tutt’ora un’intensa attività concertistica e didattica.

Il Ca' la Ghironda Modern Art Museum è un'area museale situata in Via Leonardo da Vinci 19 40069, Zola Predosa, (Bologna).
Il museo, principale attrazione dell'area, espone in permanenza opere di importanti artisti, dal 500 fino alle ultime generazioni, come ad esempio: Annibale Carracci, Guido Reni, Giovanni Francesco Barbieri (Guercino), Marcantonio Franceschini, Girolamo Donnini, Francesco Monti, Giovan Battista Gaulli, Francesco Trevisani, Tancredi Parmeggiani, Alberto Burri, Gerard Schneider, Yves Klein, Giorgio Morandi, Pietro Annigoni, Carlo Carrà, Marc Chagall, Piero Manzoni, Roberto Crippa, Emilio Vedova, Lucio Fontana, Francis Bacon, Enzo Bellini, Enzo Tiezzi, Daniele Bongiovanni, Nevio Bedeschi, Maurizio Boscheri, Danilo Mainardi.
Costruito negli anni '80 come compendio agricolo, il Ca' la Ghironda diviene area museale dopo l'intervento di Francesco Martani durato circa venticinque anni. L'area museale, oltre a proporre, mostre di arte contemporanea, eventi culturali, e rassegne ludico-ricreative e congressuali, è anche spazio aperto al pubblico che si presenta come luogo di soggiorno per brevi o lunghi periodi. Ciò grazie alla possibilità di usufruire di servizi come, il Ghironda Resort e il Ristorante Giocondo.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl