Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Cinema Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Cinema Mon, 19 Feb 2018 10:28:54 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/1 Donatella Bartoli oggi a Corugate per presentare "Pane dal Cielo" Sun, 18 Feb 2018 09:52:27 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470170.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470170.html Uff Stampa Uff Stampa

Donatella Bartoli torna sul grande schermo protagonista nel film “Pane dal Cielo” con la regia di Giovanni Bedeschi che sarà proiettato al Cineteatro Don Bosco di Carugate domenica 18 febbraio.

 

Occhi cristallini come l’oceano e una bellezza affascinante d’altri tempi. Lei è Donatella Bartoli, prossimamente al cinema come protagonista nel film opera prima di Giovanni Bedeschi “Pane dal Cielo”, girato a Milano che punta i riflettori sul tema dei “Senza Dimora”. Una pellicola che racconta il ritrovamento improvviso di un neonato da parte di due “senza dimora” (Donatella Bartoli e Sergio Leone) che alcune persone riescono a vedere e altre no. Una metafora che vuole simbolizzare una difficile realtà che ha come protagonisti delle persone “disperate” che spesso non vogliamo vedere. Il film, è stato proiettato la scorsa settimana al Cinema San Fedele di Milano durante il Festival Aquerò, riscuotendo un grande successo di pubblico. Nel cast anche Paola Pitagora.

Donatella Bartoli, attrice poliedrica ha alle spalle una lunga carriera teatrale, televisiva e cinematografica.

Tra i suoi lavori televisivi la ricordiamo nelle serie “Questo nostro amore” e “Questo nostro amore 70” di Luca Ribuoli, “The Young Pope” di Paolo Sorrentino, “Fuoriclasse” di Riccardo Donna.

Per il cinema, invece, è stata protagonista del film “Morituri” di Daniele Segre (presentato al 33° Torino Film Festival), nel cast de “L’Intrepido” di Gianni Amelio, “Il Pretore” di Giulio Base, “L’uomo perfetto” di Luca Lucini e “L’aria del lago” di Alberto Rondalli.

 

Un’ultima curiosità su Donatella Bartoli: è attualmente la voce istituzionale della pubblicità televisiva del Mulino Bianco.

 

Link al trailer di “Pane dal Cielo”

https://www.youtube.com/watch?v=E-W5fNvy0zc&sns=fb 

]]>
AD OGGIONO L’INCONTRO PER PARTECIPARE AL FILM DI AMORE CON IL MONDO Sat, 17 Feb 2018 17:24:13 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470118.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470118.html Foto KEM Foto KEM Il film di Amore con il Mondo è un progetto di volontariato organizzato dalla Associazione Amore con il Mondo ODV.

Per tutti coloro che desiderano partecipare il prossimo incontro si tiene ad Oggiono nella sala incontri del Bar La Coccinella presso il Campeggio 4 stagioni, in via Dante Alighieri 21 alle ore 15:30.



In questi primi incontri inizieremo a conoscerci e valutare le competenze e le disponibilità individuali che sono alla base del lavoro di gruppo. Non solo attori, comparse o figure tecniche ma anche chi ha delle qualità e competenze di carattere commerciale, burocratico, attività di segreteria, capacità organizzative, o più semplicemente il desiderio di partecipare alla realizzazione con l’innovativa formula Movie Sharing.


Il progetto MOVIE SHARING  è un format innovativo ed inedito a livello mondiale: per la prima volta una realizzazione per le sale cinematografiche è realizzata senza risorse o figure professionali da un gruppo di volontari disponibili ad associarsi per partecipare con le proprie capacità e competenze.

 

 

Paolo Goglio, presidente della Associazione Amore con il Mondo ODV invita a partecipare: “Mi rivolgo a chiunque desideri fare parte del gruppo di volontariato, associazioni artistiche e culturali, amici della natura e del territorio, enti, famiglie, gruppi di amici: ci sarà spazio e ruolo per tutti. A  Maggio 2018 inizieremo a realizzare le puntate della settima stagione di Amore con il Mondo: un format TV già distribuito su 25 televisioni in tutto il territorio nazionale, organizzando giornate ripresa in gruppo per dare a tutti la possibilità di partecipare e andare in televisione. E’ sufficente iscriversi all’Associazione e seguire il calendario degli incontri, per gli amici della provincia di Lecco la sede è ad Oggiono nella sala incontri del Bar La Coccinella presso il Campeggio 4 stagioni, in via Dante Alighieri 21. Inizialmente ci conosceremo, illustrerò le tematiche già definite dalla serie televisiva con delle proiezioni, ci confronteremo e giungeremo via via alla definizione dei ruoli. Non ci sono e non ci saranno figure primarie e figurie secondarie: come spesso accade nella vita ognuno di noi ha un ruolo determinante nel grande gioco della vita, nella sceneggiatura stessa del film si intrecciano trame narrative in cui persino le comparse influiscono in maniera decisiva e fondamentale sul contesto filmico. Immaginate una grande prateria, magari arida e brulla in cui spunta un piccolo fiore giallo, poi un altro e altri ancora… Un singolo fiore, due, tre, non sono in grado di cambiare lo scenario ma quando diventano 100, 1000, 10000 la prateria, vista dall’alto, avrà completamente cambiato colore e ogni singolo fiore avrà contribuito a questo cambiamento. Lo stesso avviene quando inizia a nevicare e l’ambiente si trasforma, quello che prima era nero ora diventa bianco ed il manto di neve è la risultante di tanti singoli fiocchi che si sono uniti, uno ad uno, per ridipingere il mondo.”


Scheda tecnica del film:

durata indicativa: 100’ circa

inizio produzione: 1-1-2019

termine produzione: Settembre 2019

prima visione: Cinema Anteo Milano, sala Excelsior

regia: Paolo Goglio


Il progetto si articola in due fasi su un piano biennale seguendo il calendario delle stagioni: poichè la tematica primaria del film tende a valorizzare il rapporto del singolo individuo con il contesto di vita, cerchiamo di definire un gruppo di volontari decontaminati dall’ambizione professionale che matura insieme al progetto stesso in un ciclo temporale scandito dalla natura.

Prima fase

Inverno 2018 una prima fase, già avviata, di presentazione e analisi, strutturazione, definizione degli ambienti e delle persone.

Primavera 2018 una fase di semina per definire i ruoli e le competenze, iniziare ad attivarsi a livello formativo e strutturale, laboratori tecnici ed artistici per allenarsi nella recita e nelle competenze, ricerca di partners e visibilità.

Estate 2018 una prima analisi del raccolto con la definizione di ruoli primari, consolidazione dei rapporti definiti, test di ripresa e recitazione anche con gruppi esterni, associazioni, enti e scuole.

Autunno 2018 ultima fase di allestimento con la stesura della sceneggiatura definitiva, piano di produzione, cast e competenze specifiche.


31-12-18 Fine della prima fase


Seconda fase

1-1-2019 Dalla mezzanotte di capodanno Inizia la produzione


La conclusione del progetto avverrà con una prima visione alla sala Excelsior del cinema Anteo di Milano


Ricerchiamo figure in questi ambiti:

Recitazione: attori, comparse, istruttori

Tecnico: videomakers, studi, grafica, fotografia, luci, regia, cameraman, assistenti

Arte: musicisti, compositori, voce, produttori musicali

Media e comunicazione: agenti, commerciale, marketing, pr, press

Segreteria: coordinamento, modulistica, festival e concorsi

Eventi: organizzazione, gestione, logistica, permessi, proiezioni pubbliche e private

Distribuzione: cinema e televisioni

Fasi successive: nuovi progetti (successivi film e docufilm) e avviamento della sezione di ambito sociale, che prevede lo studio e ricerca di metodologie indirizzate al miglioramento della condizione psicologica, emotiva e spirituale, con particolare attenzione agli anziani, al mondo della disabilità psichica e fisica, alle persone sole, all'isolamento sociale e ai bisognosi in genere.

Avviamento ambito sharing economy.

Ulteriori informazioni disponibili sul sito: www.amoreconilmondo.com

 

Mail: comunicazione@amoreconilmondo.com


]]>
AD OGGIONO L’INCONTRO PER PARTECIPARE AL FILM DI AMORE CON IL MONDO Sat, 17 Feb 2018 17:21:47 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470117.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470117.html Foto KEM Foto KEM Il film di Amore con il Mondo è un progetto di volontariato organizzato dalla Associazione Amore con il Mondo ODV.

Per tutti coloro che desiderano partecipare il prossimo incontro si tiene ad Oggiono nella sala incontri del Bar La Coccinella presso il Campeggio 4 stagioni, in via Dante Alighieri 21 alle ore 15:30.



In questi primi incontri inizieremo a conoscerci e valutare le competenze e le disponibilità individuali che sono alla base del lavoro di gruppo. Non solo attori, comparse o figure tecniche ma anche chi ha delle qualità e competenze di carattere commerciale, burocratico, attività di segreteria, capacità organizzative, o più semplicemente il desiderio di partecipare alla realizzazione con l’innovativa formula Movie Sharing.


Il progetto MOVIE SHARING  è un format innovativo ed inedito a livello mondiale: per la prima volta una realizzazione per le sale cinematografiche è realizzata senza risorse o figure professionali da un gruppo di volontari disponibili ad associarsi per partecipare con le proprie capacità e competenze.

 

 

Paolo Goglio, presidente della Associazione Amore con il Mondo ODV invita a partecipare: “Mi rivolgo a chiunque desideri fare parte del gruppo di volontariato, associazioni artistiche e culturali, amici della natura e del territorio, enti, famiglie, gruppi di amici: ci sarà spazio e ruolo per tutti. A  Maggio 2018 inizieremo a realizzare le puntate della settima stagione di Amore con il Mondo: un format TV già distribuito su 25 televisioni in tutto il territorio nazionale, organizzando giornate ripresa in gruppo per dare a tutti la possibilità di partecipare e andare in televisione. E’ sufficente iscriversi all’Associazione e seguire il calendario degli incontri, per gli amici della provincia di Lecco la sede è ad Oggiono nella sala incontri del Bar La Coccinella presso il Campeggio 4 stagioni, in via Dante Alighieri 21. Inizialmente ci conosceremo, illustrerò le tematiche già definite dalla serie televisiva con delle proiezioni, ci confronteremo e giungeremo via via alla definizione dei ruoli. Non ci sono e non ci saranno figure primarie e figurie secondarie: come spesso accade nella vita ognuno di noi ha un ruolo determinante nel grande gioco della vita, nella sceneggiatura stessa del film si intrecciano trame narrative in cui persino le comparse influiscono in maniera decisiva e fondamentale sul contesto filmico. Immaginate una grande prateria, magari arida e brulla in cui spunta un piccolo fiore giallo, poi un altro e altri ancora… Un singolo fiore, due, tre, non sono in grado di cambiare lo scenario ma quando diventano 100, 1000, 10000 la prateria, vista dall’alto, avrà completamente cambiato colore e ogni singolo fiore avrà contribuito a questo cambiamento. Lo stesso avviene quando inizia a nevicare e l’ambiente si trasforma, quello che prima era nero ora diventa bianco ed il manto di neve è la risultante di tanti singoli fiocchi che si sono uniti, uno ad uno, per ridipingere il mondo.”


Scheda tecnica del film:

durata indicativa: 100’ circa

inizio produzione: 1-1-2019

termine produzione: Settembre 2019

prima visione: Cinema Anteo Milano, sala Excelsior

regia: Paolo Goglio


Il progetto si articola in due fasi su un piano biennale seguendo il calendario delle stagioni: poichè la tematica primaria del film tende a valorizzare il rapporto del singolo individuo con il contesto di vita, cerchiamo di definire un gruppo di volontari decontaminati dall’ambizione professionale che matura insieme al progetto stesso in un ciclo temporale scandito dalla natura.

Prima fase

Inverno 2018 una prima fase, già avviata, di presentazione e analisi, strutturazione, definizione degli ambienti e delle persone.

Primavera 2018 una fase di semina per definire i ruoli e le competenze, iniziare ad attivarsi a livello formativo e strutturale, laboratori tecnici ed artistici per allenarsi nella recita e nelle competenze, ricerca di partners e visibilità.

Estate 2018 una prima analisi del raccolto con la definizione di ruoli primari, consolidazione dei rapporti definiti, test di ripresa e recitazione anche con gruppi esterni, associazioni, enti e scuole.

Autunno 2018 ultima fase di allestimento con la stesura della sceneggiatura definitiva, piano di produzione, cast e competenze specifiche.


31-12-18 Fine della prima fase


Seconda fase

1-1-2019 Dalla mezzanotte di capodanno Inizia la produzione


La conclusione del progetto avverrà con una prima visione alla sala Excelsior del cinema Anteo di Milano


Ricerchiamo figure in questi ambiti:

Recitazione: attori, comparse, istruttori

Tecnico: videomakers, studi, grafica, fotografia, luci, regia, cameraman, assistenti

Arte: musicisti, compositori, voce, produttori musicali

Media e comunicazione: agenti, commerciale, marketing, pr, press

Segreteria: coordinamento, modulistica, festival e concorsi

Eventi: organizzazione, gestione, logistica, permessi, proiezioni pubbliche e private

Distribuzione: cinema e televisioni

Fasi successive: nuovi progetti (successivi film e docufilm) e avviamento della sezione di ambito sociale, che prevede lo studio e ricerca di metodologie indirizzate al miglioramento della condizione psicologica, emotiva e spirituale, con particolare attenzione agli anziani, al mondo della disabilità psichica e fisica, alle persone sole, all'isolamento sociale e ai bisognosi in genere.

Avviamento ambito sharing economy.

Ulteriori informazioni disponibili sul sito: www.amoreconilmondo.com

 

Mail: comunicazione@amoreconilmondo.com


]]>
AD OGGIONO L’INCONTRO PER PARTECIPARE AL FILM DI AMORE CON IL MONDO Sat, 17 Feb 2018 17:21:39 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470116.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470116.html Foto KEM Foto KEM Il film di Amore con il Mondo è un progetto di volontariato organizzato dalla Associazione Amore con il Mondo ODV.

Per tutti coloro che desiderano partecipare il prossimo incontro si tiene ad Oggiono nella sala incontri del Bar La Coccinella presso il Campeggio 4 stagioni, in via Dante Alighieri 21 alle ore 15:30.



In questi primi incontri inizieremo a conoscerci e valutare le competenze e le disponibilità individuali che sono alla base del lavoro di gruppo. Non solo attori, comparse o figure tecniche ma anche chi ha delle qualità e competenze di carattere commerciale, burocratico, attività di segreteria, capacità organizzative, o più semplicemente il desiderio di partecipare alla realizzazione con l’innovativa formula Movie Sharing.


Il progetto MOVIE SHARING  è un format innovativo ed inedito a livello mondiale: per la prima volta una realizzazione per le sale cinematografiche è realizzata senza risorse o figure professionali da un gruppo di volontari disponibili ad associarsi per partecipare con le proprie capacità e competenze.

 

 

Paolo Goglio, presidente della Associazione Amore con il Mondo ODV invita a partecipare: “Mi rivolgo a chiunque desideri fare parte del gruppo di volontariato, associazioni artistiche e culturali, amici della natura e del territorio, enti, famiglie, gruppi di amici: ci sarà spazio e ruolo per tutti. A  Maggio 2018 inizieremo a realizzare le puntate della settima stagione di Amore con il Mondo: un format TV già distribuito su 25 televisioni in tutto il territorio nazionale, organizzando giornate ripresa in gruppo per dare a tutti la possibilità di partecipare e andare in televisione. E’ sufficente iscriversi all’Associazione e seguire il calendario degli incontri, per gli amici della provincia di Lecco la sede è ad Oggiono nella sala incontri del Bar La Coccinella presso il Campeggio 4 stagioni, in via Dante Alighieri 21. Inizialmente ci conosceremo, illustrerò le tematiche già definite dalla serie televisiva con delle proiezioni, ci confronteremo e giungeremo via via alla definizione dei ruoli. Non ci sono e non ci saranno figure primarie e figurie secondarie: come spesso accade nella vita ognuno di noi ha un ruolo determinante nel grande gioco della vita, nella sceneggiatura stessa del film si intrecciano trame narrative in cui persino le comparse influiscono in maniera decisiva e fondamentale sul contesto filmico. Immaginate una grande prateria, magari arida e brulla in cui spunta un piccolo fiore giallo, poi un altro e altri ancora… Un singolo fiore, due, tre, non sono in grado di cambiare lo scenario ma quando diventano 100, 1000, 10000 la prateria, vista dall’alto, avrà completamente cambiato colore e ogni singolo fiore avrà contribuito a questo cambiamento. Lo stesso avviene quando inizia a nevicare e l’ambiente si trasforma, quello che prima era nero ora diventa bianco ed il manto di neve è la risultante di tanti singoli fiocchi che si sono uniti, uno ad uno, per ridipingere il mondo.”


Scheda tecnica del film:

durata indicativa: 100’ circa

inizio produzione: 1-1-2019

termine produzione: Settembre 2019

prima visione: Cinema Anteo Milano, sala Excelsior

regia: Paolo Goglio


Il progetto si articola in due fasi su un piano biennale seguendo il calendario delle stagioni: poichè la tematica primaria del film tende a valorizzare il rapporto del singolo individuo con il contesto di vita, cerchiamo di definire un gruppo di volontari decontaminati dall’ambizione professionale che matura insieme al progetto stesso in un ciclo temporale scandito dalla natura.

Prima fase

Inverno 2018 una prima fase, già avviata, di presentazione e analisi, strutturazione, definizione degli ambienti e delle persone.

Primavera 2018 una fase di semina per definire i ruoli e le competenze, iniziare ad attivarsi a livello formativo e strutturale, laboratori tecnici ed artistici per allenarsi nella recita e nelle competenze, ricerca di partners e visibilità.

Estate 2018 una prima analisi del raccolto con la definizione di ruoli primari, consolidazione dei rapporti definiti, test di ripresa e recitazione anche con gruppi esterni, associazioni, enti e scuole.

Autunno 2018 ultima fase di allestimento con la stesura della sceneggiatura definitiva, piano di produzione, cast e competenze specifiche.


31-12-18 Fine della prima fase


Seconda fase

1-1-2019 Dalla mezzanotte di capodanno Inizia la produzione


La conclusione del progetto avverrà con una prima visione alla sala Excelsior del cinema Anteo di Milano


Ricerchiamo figure in questi ambiti:

Recitazione: attori, comparse, istruttori

Tecnico: videomakers, studi, grafica, fotografia, luci, regia, cameraman, assistenti

Arte: musicisti, compositori, voce, produttori musicali

Media e comunicazione: agenti, commerciale, marketing, pr, press

Segreteria: coordinamento, modulistica, festival e concorsi

Eventi: organizzazione, gestione, logistica, permessi, proiezioni pubbliche e private

Distribuzione: cinema e televisioni

Fasi successive: nuovi progetti (successivi film e docufilm) e avviamento della sezione di ambito sociale, che prevede lo studio e ricerca di metodologie indirizzate al miglioramento della condizione psicologica, emotiva e spirituale, con particolare attenzione agli anziani, al mondo della disabilità psichica e fisica, alle persone sole, all'isolamento sociale e ai bisognosi in genere.

Avviamento ambito sharing economy.

Ulteriori informazioni disponibili sul sito: www.amoreconilmondo.com

 

Mail: comunicazione@amoreconilmondo.com


]]>
AD OGGIONO L’INCONTRO PER PARTECIPARE AL FILM DI AMORE CON IL MONDO Sat, 17 Feb 2018 17:21:16 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470115.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470115.html Foto KEM Foto KEM Il film di Amore con il Mondo è un progetto di volontariato organizzato dalla Associazione Amore con il Mondo ODV.

Per tutti coloro che desiderano partecipare il prossimo incontro si tiene ad Oggiono nella sala incontri del Bar La Coccinella presso il Campeggio 4 stagioni, in via Dante Alighieri 21 alle ore 15:30.



In questi primi incontri inizieremo a conoscerci e valutare le competenze e le disponibilità individuali che sono alla base del lavoro di gruppo. Non solo attori, comparse o figure tecniche ma anche chi ha delle qualità e competenze di carattere commerciale, burocratico, attività di segreteria, capacità organizzative, o più semplicemente il desiderio di partecipare alla realizzazione con l’innovativa formula Movie Sharing.


Il progetto MOVIE SHARING  è un format innovativo ed inedito a livello mondiale: per la prima volta una realizzazione per le sale cinematografiche è realizzata senza risorse o figure professionali da un gruppo di volontari disponibili ad associarsi per partecipare con le proprie capacità e competenze.

 

 

Paolo Goglio, presidente della Associazione Amore con il Mondo ODV invita a partecipare: “Mi rivolgo a chiunque desideri fare parte del gruppo di volontariato, associazioni artistiche e culturali, amici della natura e del territorio, enti, famiglie, gruppi di amici: ci sarà spazio e ruolo per tutti. A  Maggio 2018 inizieremo a realizzare le puntate della settima stagione di Amore con il Mondo: un format TV già distribuito su 25 televisioni in tutto il territorio nazionale, organizzando giornate ripresa in gruppo per dare a tutti la possibilità di partecipare e andare in televisione. E’ sufficente iscriversi all’Associazione e seguire il calendario degli incontri, per gli amici della provincia di Lecco la sede è ad Oggiono nella sala incontri del Bar La Coccinella presso il Campeggio 4 stagioni, in via Dante Alighieri 21. Inizialmente ci conosceremo, illustrerò le tematiche già definite dalla serie televisiva con delle proiezioni, ci confronteremo e giungeremo via via alla definizione dei ruoli. Non ci sono e non ci saranno figure primarie e figurie secondarie: come spesso accade nella vita ognuno di noi ha un ruolo determinante nel grande gioco della vita, nella sceneggiatura stessa del film si intrecciano trame narrative in cui persino le comparse influiscono in maniera decisiva e fondamentale sul contesto filmico. Immaginate una grande prateria, magari arida e brulla in cui spunta un piccolo fiore giallo, poi un altro e altri ancora… Un singolo fiore, due, tre, non sono in grado di cambiare lo scenario ma quando diventano 100, 1000, 10000 la prateria, vista dall’alto, avrà completamente cambiato colore e ogni singolo fiore avrà contribuito a questo cambiamento. Lo stesso avviene quando inizia a nevicare e l’ambiente si trasforma, quello che prima era nero ora diventa bianco ed il manto di neve è la risultante di tanti singoli fiocchi che si sono uniti, uno ad uno, per ridipingere il mondo.”


Scheda tecnica del film:

durata indicativa: 100’ circa

inizio produzione: 1-1-2019

termine produzione: Settembre 2019

prima visione: Cinema Anteo Milano, sala Excelsior

regia: Paolo Goglio


Il progetto si articola in due fasi su un piano biennale seguendo il calendario delle stagioni: poichè la tematica primaria del film tende a valorizzare il rapporto del singolo individuo con il contesto di vita, cerchiamo di definire un gruppo di volontari decontaminati dall’ambizione professionale che matura insieme al progetto stesso in un ciclo temporale scandito dalla natura.

Prima fase

Inverno 2018 una prima fase, già avviata, di presentazione e analisi, strutturazione, definizione degli ambienti e delle persone.

Primavera 2018 una fase di semina per definire i ruoli e le competenze, iniziare ad attivarsi a livello formativo e strutturale, laboratori tecnici ed artistici per allenarsi nella recita e nelle competenze, ricerca di partners e visibilità.

Estate 2018 una prima analisi del raccolto con la definizione di ruoli primari, consolidazione dei rapporti definiti, test di ripresa e recitazione anche con gruppi esterni, associazioni, enti e scuole.

Autunno 2018 ultima fase di allestimento con la stesura della sceneggiatura definitiva, piano di produzione, cast e competenze specifiche.


31-12-18 Fine della prima fase


Seconda fase

1-1-2019 Dalla mezzanotte di capodanno Inizia la produzione


La conclusione del progetto avverrà con una prima visione alla sala Excelsior del cinema Anteo di Milano


Ricerchiamo figure in questi ambiti:

Recitazione: attori, comparse, istruttori

Tecnico: videomakers, studi, grafica, fotografia, luci, regia, cameraman, assistenti

Arte: musicisti, compositori, voce, produttori musicali

Media e comunicazione: agenti, commerciale, marketing, pr, press

Segreteria: coordinamento, modulistica, festival e concorsi

Eventi: organizzazione, gestione, logistica, permessi, proiezioni pubbliche e private

Distribuzione: cinema e televisioni

Fasi successive: nuovi progetti (successivi film e docufilm) e avviamento della sezione di ambito sociale, che prevede lo studio e ricerca di metodologie indirizzate al miglioramento della condizione psicologica, emotiva e spirituale, con particolare attenzione agli anziani, al mondo della disabilità psichica e fisica, alle persone sole, all'isolamento sociale e ai bisognosi in genere.

Avviamento ambito sharing economy.

Ulteriori informazioni disponibili sul sito: www.amoreconilmondo.com

 

Mail: comunicazione@amoreconilmondo.com


]]>
AD OGGIONO L’INCONTRO PER PARTECIPARE AL FILM DI AMORE CON IL MONDO Sat, 17 Feb 2018 17:21:06 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470114.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470114.html Foto KEM Foto KEM Il film di Amore con il Mondo è un progetto di volontariato organizzato dalla Associazione Amore con il Mondo ODV.

Per tutti coloro che desiderano partecipare il prossimo incontro si tiene ad Oggiono nella sala incontri del Bar La Coccinella presso il Campeggio 4 stagioni, in via Dante Alighieri 21 alle ore 15:30.



In questi primi incontri inizieremo a conoscerci e valutare le competenze e le disponibilità individuali che sono alla base del lavoro di gruppo. Non solo attori, comparse o figure tecniche ma anche chi ha delle qualità e competenze di carattere commerciale, burocratico, attività di segreteria, capacità organizzative, o più semplicemente il desiderio di partecipare alla realizzazione con l’innovativa formula Movie Sharing.


Il progetto MOVIE SHARING  è un format innovativo ed inedito a livello mondiale: per la prima volta una realizzazione per le sale cinematografiche è realizzata senza risorse o figure professionali da un gruppo di volontari disponibili ad associarsi per partecipare con le proprie capacità e competenze.

 

 

Paolo Goglio, presidente della Associazione Amore con il Mondo ODV invita a partecipare: “Mi rivolgo a chiunque desideri fare parte del gruppo di volontariato, associazioni artistiche e culturali, amici della natura e del territorio, enti, famiglie, gruppi di amici: ci sarà spazio e ruolo per tutti. A  Maggio 2018 inizieremo a realizzare le puntate della settima stagione di Amore con il Mondo: un format TV già distribuito su 25 televisioni in tutto il territorio nazionale, organizzando giornate ripresa in gruppo per dare a tutti la possibilità di partecipare e andare in televisione. E’ sufficente iscriversi all’Associazione e seguire il calendario degli incontri, per gli amici della provincia di Lecco la sede è ad Oggiono nella sala incontri del Bar La Coccinella presso il Campeggio 4 stagioni, in via Dante Alighieri 21. Inizialmente ci conosceremo, illustrerò le tematiche già definite dalla serie televisiva con delle proiezioni, ci confronteremo e giungeremo via via alla definizione dei ruoli. Non ci sono e non ci saranno figure primarie e figurie secondarie: come spesso accade nella vita ognuno di noi ha un ruolo determinante nel grande gioco della vita, nella sceneggiatura stessa del film si intrecciano trame narrative in cui persino le comparse influiscono in maniera decisiva e fondamentale sul contesto filmico. Immaginate una grande prateria, magari arida e brulla in cui spunta un piccolo fiore giallo, poi un altro e altri ancora… Un singolo fiore, due, tre, non sono in grado di cambiare lo scenario ma quando diventano 100, 1000, 10000 la prateria, vista dall’alto, avrà completamente cambiato colore e ogni singolo fiore avrà contribuito a questo cambiamento. Lo stesso avviene quando inizia a nevicare e l’ambiente si trasforma, quello che prima era nero ora diventa bianco ed il manto di neve è la risultante di tanti singoli fiocchi che si sono uniti, uno ad uno, per ridipingere il mondo.”


Scheda tecnica del film:

durata indicativa: 100’ circa

inizio produzione: 1-1-2019

termine produzione: Settembre 2019

prima visione: Cinema Anteo Milano, sala Excelsior

regia: Paolo Goglio


Il progetto si articola in due fasi su un piano biennale seguendo il calendario delle stagioni: poichè la tematica primaria del film tende a valorizzare il rapporto del singolo individuo con il contesto di vita, cerchiamo di definire un gruppo di volontari decontaminati dall’ambizione professionale che matura insieme al progetto stesso in un ciclo temporale scandito dalla natura.

Prima fase

Inverno 2018 una prima fase, già avviata, di presentazione e analisi, strutturazione, definizione degli ambienti e delle persone.

Primavera 2018 una fase di semina per definire i ruoli e le competenze, iniziare ad attivarsi a livello formativo e strutturale, laboratori tecnici ed artistici per allenarsi nella recita e nelle competenze, ricerca di partners e visibilità.

Estate 2018 una prima analisi del raccolto con la definizione di ruoli primari, consolidazione dei rapporti definiti, test di ripresa e recitazione anche con gruppi esterni, associazioni, enti e scuole.

Autunno 2018 ultima fase di allestimento con la stesura della sceneggiatura definitiva, piano di produzione, cast e competenze specifiche.


31-12-18 Fine della prima fase


Seconda fase

1-1-2019 Dalla mezzanotte di capodanno Inizia la produzione


La conclusione del progetto avverrà con una prima visione alla sala Excelsior del cinema Anteo di Milano


Ricerchiamo figure in questi ambiti:

Recitazione: attori, comparse, istruttori

Tecnico: videomakers, studi, grafica, fotografia, luci, regia, cameraman, assistenti

Arte: musicisti, compositori, voce, produttori musicali

Media e comunicazione: agenti, commerciale, marketing, pr, press

Segreteria: coordinamento, modulistica, festival e concorsi

Eventi: organizzazione, gestione, logistica, permessi, proiezioni pubbliche e private

Distribuzione: cinema e televisioni

Fasi successive: nuovi progetti (successivi film e docufilm) e avviamento della sezione di ambito sociale, che prevede lo studio e ricerca di metodologie indirizzate al miglioramento della condizione psicologica, emotiva e spirituale, con particolare attenzione agli anziani, al mondo della disabilità psichica e fisica, alle persone sole, all'isolamento sociale e ai bisognosi in genere.

Avviamento ambito sharing economy.

Ulteriori informazioni disponibili sul sito: www.amoreconilmondo.com

 

Mail: comunicazione@amoreconilmondo.com


]]>
CS: alla Casa del Cinema mostra di bozzetti "LUCHINO VISCONTI ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO. IL CINEMA CHE MAI NON FU" Fri, 16 Feb 2018 17:19:14 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470190.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470190.html Centro Sperimentale di Cinematografia Centro Sperimentale di Cinematografia

LUCHINO VISCONTI ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO. IL CINEMA CHE MAI NON FU

 

mostra dei bozzetti e i figurini degli allievi di scenografia e costume

del Centro Sperimentale di Cinematografia- Scuola Nazionale di Cinema

 

 

dal 19 febbraio al 21 marzo alla Casa del Cinema – Roma

 

 

 

Gli studenti della Scuola Nazionale di Cinema del corso di Scenografia del secondo e terzo anno, diretto da Francesco Frigeri, dal tutor Carlo Rescigno e del corso di Costume diretto da Maurizio Millenotti , dal tutor Giovanna Arena, hanno lavorato ad un “Progetto di un film immaginato e mai realizzato” affrontando La Recherche di Proust. Luchino Visconti avrebbe voluto farne un film ma cominciò negli ultimi anni senza riuscire a finirlo. Ci resta la sceneggiatura scritta da Suso Cecchi d’Amico con la quale andò in Francia a cercare i luoghi in cui girare, alcuni bozzetti di Tosi e un libro del fotografo Claude Schwartz che li aveva accompagnati. 

 

L’immensa opera proustiana è stata una grande occasione di confronto per gli allievi dei due corsi del Csc, hanno ricostruito ambienti, paesaggi, atmosfere  usando l’antico metodo del bozzetto.

 

Scrive Tommaso Strinati nella presentazione della Mostra: “ Scorrendo le opere esposte in mostra al visitatore non sfuggirà un aspetto: ogni studio ha in sé la solidità di un’opera finita, di un dipinto concluso. Siamo abituati a considerare il bozzetto un momento creativo in cui si fissa l’idea su carta per trarne magari una composizione completamente diversa, aspettandoci da esso un aspetto nervoso e poco definito, adatto ad essere rimaneggiato, cancellato, modificato. I disegni di Annibale Carracci o di Gian Lorenzo Bernini, ed esempio, sovente sviano dalla forma del dipinto o della scultura definitiva, e proprio questo libero sfogo di creatività ci ha lasciato tracce preziose sul metodo di lavoro di tanti noti protagonisti della storia dell’arte antica e moderna.

Il mestiere dello scenografo è quello più dietro alle quinte in un’équipe cinematografica, eppure senza un’adeguata preparazione della scena qualsiasi sceneggiatura rischierebbe di perdere pesantemente il suo senso drammaturgico. Una buona scenografia può essere quella di Kate Altman in Paris Texas (1984) di Wim Wenders, dove senza accorgerci ci caliamo nel film come proseguendo le nostre vite quotidiane, oppure può caratterizzarlo così tanto da prendere il sopravvento su di esso, come quella di Norman Garwood in Brazil (1985) di Terry Gilliam, dove un mondo visionario del futuro deve prendere corpo e vivere. Una buona scenografia è il primo passo verso l’immedesimazione nella storia filmica, l’approccio visivo alla scrittura, ed essa regge un film come il basso elettrico in una canzone dei Police: senza di esso, viene meno il sound dell’intero brano. Per questo motivo il bozzetto scenografico deve essere rigoroso, preciso, raccontare una scena nei minimi dettagli affinché tutti i reparti, dalla direzione della fotografia ai costumi, dal suono in presa diretta alla direzione degli attori, concorrano a caratterizzare quello spazio teatrale che solo il nudo set lascia intravedere e che nella macchina da presa scompare dietro ai bordi dello schermo cinematografico.

Prendiamo ad esempio, nei luoghi della Recherche esposti in mostra, il celebre Grand Hotel Balbec dove Proust trascorreva le vacanze estive; sappiamo che Balbec è un luogo che non esiste, proiezione poetica della cittadina di Cabourg, località balneare sulla costa normanna dove ancora oggi troneggia sulla lunga e scura spiaggia tipica del nord della Francia il Grand Hotel Cabourg, molto amato dallo scrittore. Cliccando su Tripadvisor possiamo vedere e prenotare – se ci piace e se ci convincono i commenti – proprio la mitica stanza 414 vista mare dove il maestro soleva alloggiare. L’Hotel Balbec immaginato dagli studenti della Scuola Nazionale di Cinema prende corpo da molti punti di vista, come l’Overlook Hotel di Stanley Kubrick in Shining (1980), attraverso un mosaico di stili diversi. La terrazza sul mare di Giuliana Pavesi ha una luce dorata al tramonto che strizza un occhio alla pittura impressionista, mentre la stanza di Marcel di Cristiana Di Giampietro è un efficace connubio tra un’alcova del rinascimento, col letto incassato nella parete, e una stanza anonima di fine ottocento di qualsiasi pensione parigina. Sempre Cristiana ci porta nell’ascensore e in uno dei corridoi dell’Hotel, e proprio in quest’ultimo abbiamo una sensazione di ebrezza, come di un ritorno in stanza dopo una lunga cena, dopo aver goduto del fresco sdraiati sulla terrazza con vista sulla spiaggia. Il ristorante elegante sulla costa di Marta Montani gioca su pieni e vuoti, sull’alternanza tra il tratto e il colore che ancora una volta restituisce il sapore della memoria e del riflesso della luce alle spiagge proustiane.

La precisione nei dettagli realistici e poetici è un tratto che accomuna i costumisti agli scenografi, tanto da rendere la loro collaborazione indissolubile, come in una sonata per pianoforte a quattro mani. Se in una mattina dei primi del Novecento ci trovassimo nelle sale dell’Hotel Balbec o in un caffè parigino di Place des Vosges, sarebbe forse Oriane de Guermantes, indaffarata negli impegni quotidiani, che incroceremmo magari urtandola sbadatamente col giornale sottobraccio. Il suo volto altero e bellissimo sarebbe proprio quello che le ha dato Silvia Romualdi, che usa il filtro del Ritratto della marchesa Luisa Casati di Giovanni Boldini, realizzato nel 1908, e colpisce dritto come un’occhiata fugace. È qui che il costumista dà una vera e propria nota di regia, dovendo gestire un doppio virtuosismo: da una parte nel restituire la verosimiglianza e la naturalezza del costume in sé che, al contrario di quello teatrale, nel cinema deve essere definito come se dovessimo toccarlo; dall’altra nell’individuare il carattere del personaggio che lo indossa, di cui deve intuire i tratti come in un primo casting. E non si tratta solo dell’espressione di un volto, ma anche della posa, o di quello che un tempo si chiamava il portamento: camminare, salire una scala, indossare una giacca, prendere in mano un flûte di champagne. Ogni attrice e attore sa bene che il gesto più semplice è quello più complesso da interpretare, rischiando di apparire inesorabilmente goffo.  Ce lo ricorda Francesco Ceo, che nella sua Odette très charmante usa di nuovo Boldini come riferimento diretto, prendendo in prestito il noto Ritratto di Lady Colin Campbell della National Portrait Gallery di Londra, datato al 1894. Nessuno meglio di Boldini, d’altronde, ha saputo dare corpo alla bellezza romantica e fatua della Belle Époque, trasformando il braccio svogliatamente appoggiato sul divano di Lady Campbell in una posa elegante come una figura di danza classica; suona allora quasi come un sinistro presagio che in quegli stessi anni, nel 1907, il giovane Picasso con le Les demoiselles d’Avignon, oggi al Moma di New York, intuisca il baratro in cui sprofonderà l’Europa con lo scoppio della Prima Guerra Mondiale, demolendo ogni ricordo di bellezza ed eleganza borghese con i tagli deformi e audaci del cubismo nascente.

 

Ognuno dei bozzetti della mostra ha una sua precisa connotazione stilistica, frutto dell’assemblaggio di citazioni e di pura invenzione, dove la conoscenza della storia dell’arte, dell’architettura, della letteratura e della musica in Europa tra fine Ottocento e inizio Novecento costituisce la base imprescindibile di un progetto filmico dedicato a La Recherche, che in quel clima visse intensamente; quella stessa intensità con la quale Luchino Visconti, al quale è dedicata la mostra, preparò nei dettagli Alla ricerca del tempo perduto, probabilmente il più noto incompiuto nella storia del cinema. Ma il fascino delle grandi opere mai realizzate è sovente più forte di quelle finite: immaginare che aspetto avrebbero avuto i Prigioni di Michelangelo nella Tomba di Giulio II in San Pietro, carica le statue appena abbozzate alle Gallerie dell’Accademia di Firenze di una potenza eterna; potenza che non sarebbe probabilmente la stessa se le circostanze avessero permesso a Michelangelo, come a Visconti, di completare l’opera.” 

 

Quello dei giovani allievi è senz’altro un atto di coraggio affrontare per immagini l’immensa poetica proustiana: la mostra è composta da 46 bellissimi bozzetti disegnati dagli allievi di Scenografia e 20 figurini degli allievi di Costume.

 

 

ufficiostampa@fondazionecsc.it

Centro Sperimentale di Cinematografia  (Scuola Nazionale di Cinema – Cineteca Nazionale)

via Tuscolana, 1520 - 00173 Roma - tel: 06.72294260 - 3391411969

www.fondazionecsc.it

indirizzo email alternativo: susanna.zirizzotti@gmail.com

 

 

 

 

]]>
comunicato stampa: numerosi diplomati al CSC candidati ai David 2018 Fri, 16 Feb 2018 13:23:23 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470159.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/470159.html Centro Sperimentale di Cinematografia Centro Sperimentale di Cinematografia

 

Comunicato stampa:   

 

Tra i candidati ai David 2018 numerosi giovani

diplomati al Centro Sperimentale di Cinematografia

 

L'eccellenza del Centro Sperimentale di Cinematografia che porta artisti riconosciuti, giovani emergenti e grandi rivelazioni alle candidature del Premio David di Donatello è un augurio al cinema italiano perché si rafforzi nella diversità e nell'innovazione, senza mai perdere di vista la memoria, ben rappresentata dalle due istituzioni. Una sinergia importante, che ci rende felici". È la dichiarazione di Piera Detassis, direttore artistico dell’Accademia del Cinema Italiano che assegna i David di Donatello, il più importante premio cinematografico italiano la cui cerimonia di svolgerà il prossimo 21 marzo.

 

Sono infatti 18 i diplomati del Centro Sperimentale che fanno parte delle cinquine dei candidati alla prossima edizione dei David. Un arco generazionale amplissimo, che va dalla grande attrice Giulia Lazzarini (nominata come attrice non protagonista per “The Place” e diplomatasi in recitazione al CSC nel 1952) ai giovani tecnici del suono Fabio Conca, Giuliano Marcaccini e Daniele De Angelis (candidati al miglior sonoro per “Napoli velata” e usciti dal CSC fra il 2013 e il 2015).

 

 

Segue elenco completo:

 

MIGLIOR FILM

Susanna Nicchiarelli (corso di regia 2003) per Nico, 1988

Alessandro Rak (corso di animazione 1999) per Gatta Cenerentola

 

MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE

Andrea De Sica (corso di regia 2007) per I figli della notte

 

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE

Francesco Bruni (corso di sceneggiatura 1990) per Tutto quello che vuoi

Susanna Nicchiarelli (corso di regia 2003) per Nico, 1988

 

MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Alberto Taraglio (corso di regia 1985) per La tenerezza

 

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

Nicola Nocella (corso di recitazione 2006) per Easy - Un viaggio facile facile

 

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

Giulia Lazzarini (corso di recitazione 1952) per The Place

 

MIGLIOR SCENOGRAFO

Ivana Gargiulo (corso di scenografia 1999) per Napoli Velata

 

MIGLIORE COSTUMISTA

Massimo Cantini Parrini (corso di costume 1996) per Riccardo va all’inferno

 

MIGLIORE MONTATORE

Stefano Cravero (corso di montaggio 2003) per Nico, 1988

 

MIGLIOR SUONO

Fabio Conca (corso di tecnica del suono 2013), Giuliano Marcaccini (corso di tecnica del suono 2013), Daniele De Angelis (corso di tecnica del  suono 2015), Giuseppe D’Amato (corso di tecnica del suono 2002), Dario Calvari (corso di tecnica del suono 2002) per Napoli Velata

Nadia Paone (corso di tecnica del suono 2013) per Ammore e malavita

Alberto Padoan (corso di tecnica del suono 2004) per Nico, 1988

 

DAVID GIOVANI

Alessandro Rak (corso di animazione 1999) per Gatta Cenerentola

 

MIGLIOR DOCUMENTARIO

Enrico Maria Artale (corso di regia 2011) per Saro

 

 

ufficiostampa@fondazionecsc.it

Centro Sperimentale di Cinematografia

Via Tuscolana 1520- 00172 Roma

 

]]>
All’Atlantico di Roma l’evento di beneficenza “Fratelli di sangue” Thu, 15 Feb 2018 17:12:33 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/469883.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/469883.html Iolanda Iolanda  

Il film “Fratelli di sangue” apre la serata benefica per sostenere l’Avis Comunale di Roma nel progetto “Casa del Donatore”. 

Il 02 Febbraio presso l’Atlantico di Roma è  stato presentato l’evento di beneficenza “Fratelli di sangue”.  La Manifestazione nasce con un nobile scopo: raccogliere i fondi per sostenere l’Avis Comunale di Roma nel progetto “Casa del Donatore”, un’iniziativa ideata dal cantautore Francesco Alessandro insieme con Francesco Rizzi, sceneggiatore e protagonista del film “Fratelli di sangue”, per la regia di Pietro Tamaro.

Ad aprire la serata, sono state proprio alcune scene del film, che è stato anche lo spunto per l’iniziativa Avis.

Subito dopo, i presentatori Dario Angelucci e Roberto Porpurini, della EPM Produzioni, hanno intervistato i protagonisti,  Francesco Rizzi e Mirko D’Arpa.

Rizzi ha ricordato i prestigiosi riconoscimenti ricevuti a New York all’Indipendent Film Festival, proprio con “Fratelli di Sangue”.

 Il lungometraggio, infatti, ha vinto ben quattro premi, fra cui “Miglior sceneggiatura” e “Miglior Attore protagonista” Francesco Rizzi.

 Di seguito Rizzi ha anticipato al pubblico il suo prossimo lavoro: “Call me baby”, pellicola che vede la regia di Dario Angelucci. “Un film dal contenuto altamente sociale - ha detto Rizzi-uno spaccato dei nostri giorni, che mette in luce le difficoltà dei giovani d’oggi, in una società che spesso li travolge”.

Per questa manifestazione filantropica hanno voluto dare il proprio contributo artistico diversi volti dello spettacolo, come Lola Maldad, che si è esibita in alcune performance di burlesque. Molto ironica la sua interpretazione di Jessica Rabbit, il personaggio immaginario inventato da Gary Wolf e trasposto nel film d’animazione “Chi ha incastrato Roger Rabbit”.

Nel corso della serata, si sono susseguiti sul palco cantanti dall’indubbio talento come Flavio Capasso, già volto in The Voice e Karaoke King, e Chiara Felici, vincitrice di una tappa del Karaoke King.

Particolarmente emozionante è stata l’esibizione del Maestro di Flauto Alessandra d’Andrea, un’artista dotata di grande talento e presenza scenica.

Il Progetto “Casa del Donatore” è stato presentato dal Dr. Maurizio Infantino, Presidente dell’Avis Comunale di Roma, e dal Dr. Riccardo Mauri. L’Avis Comunale di Roma è una ONLUS costituita da soggetti che donano volontariamente e periodicamente, in modo assolutamente anonimo e del tutto gratuito, il proprio sangue. Il sangue non può essere prodotto artificialmente e, ad oggi, non esiste un prodotto farmacologico capace di sostituirsi al sangue umano; la disponibilità di questa risorsa è indispensabile e insostituibile nella terapia di molte malattie, oltre che fondamentale nei servizi di pronto soccorso e in chirurgia. La donazione di sangue va intesa come valore umanitario universale ed espressione di solidarietà e senso civico.

 

 

]]>
comunicato stampa: omaggio a Sergio Pastore e Aiché Nanà al cinema Trevi Wed, 14 Feb 2018 16:57:40 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/469986.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/469986.html Centro Sperimentale di Cinematografia Centro Sperimentale di Cinematografia

Domenica 18 febbraio, Cinema Trevi, vicolo del Puttarello, 25 Roma

Ricordo di Sergio Pastore e di Aiché Nanà

 

 

Un pomeriggio speciale, quello di domenica 18 febbraio al Cinema Trevi, dedicato alla memoria del regista, produttore e giornalista Sergio Pastore, autore di film quali 7 scialli di seta gialla (1972), divenuto un cult del thriller italiano, e di documentari di rarissima visibilità, come San Francesco da Paola. Il taumaturgo della Calabria (1977); e di sua moglie Aiché Nanà, attrice e ballerina famosissima nel Medio Oriente. Definita la “Grande Vedette du Cinema Turc”, sessant’anni fa approda a Roma dove si trova inconsapevolmente a dar origine all’epopea de La dolce vita (la famosa scena dello spogliarello, nel capolavoro di Fellini, è ispirata a lei). Nel 1969 produce e interpreta il film Edipeon, proseguendo la carriera cinematografica con autori quali Ettore Scola, Marco Ferreri, Bruce Beresford.

 

Nel corso dell’omaggio al Trevi, organizzato dalla Cineteca Nazionale in collaborazione con Sara Pastore, saranno presentati i seguenti film:

 

ore 16.30 A … come assassino di Ray Morrison [Angelo Dorigo] (1966, 79’)

«Il testamento del defunto conte Prescott impone agli eredi di passare un mese nel castello di famiglia prima di dividersi l’eredità. E i parenti serpenti iniziano a cadere come mosche. Misconosciuto giallo all’inglese, con qualche furtarello a Bava e ammiccamenti al gotico corrente (produce il “Dracula italiano” Walter Brandi): il copione di Roberto Natale e Sergio Bazzini (da un dramma di Ernesto Gastaldi) cerca di rinvigorire un canovaccio usurato con una certa cattiveria nelle caratterizzazioni» (Mereghetti). Con Alan Steel [Sergio Ciani], Mary Arden, John Heston [Ivano Staccioli], Aiché Nanà, doppiata da Sandra Mondaini, Ivano Davoli. Fotografia di Aldo Tonti.

 

ore 18.00 San Francesco Da Paola. Il taumaturgo della Calabria di Sergio Pastore (1977, 15’)

Ampia documentazione filmica sul santo taumaturgo Di Paola vissuto tra il XV e il XVI secolo. Sono documentati la vita, le leggende e i miracoli a lui attribuiti. Testimonianza di devozione nei luoghi dei suoi santuari. Intervista a Padre Lia, generale dei Minimi, che risiedeva a Roma presso S. Maria della Minerva.

           

a seguire Sergio Pastore un ammirevole indipendente di Graziano Marraffa (2012, 17’)

Una sincera e commossa biografia dell’autore, narrata mediante i ricordi delle figlie, materiali filmati, interviste, immagini inedite provenienti dall’archivio di famiglia.

 

Alle ore 18.40, dopo le proiezioni, seguirà un incontro con Paolo Baroni, Rino Barillari, Franco Mariotti, Graziano Marraffa, Irma Capece Minutolo, Laura e Sara Pastore, Carlo Riccardi, Gina Rovere. Nel corso dell’incontro un omaggio musicale del soprano Sara Pastore e una presentazione del singolo Scandalo di Sara Pastore, gli Alma De Tango e Marco Adami, dedicato alla memoria di Aiché Nanà.

 

La serata si conclude con la proiezione alle ore 20.15 del film Edipeon di Lorenzo Artale (1970, 90')

Afflitto dal complesso di Edipo, Gianni fatica ad avere una normale vita sentimentale e sessuale.

Finalmente si innamora e decide di sposarsi, anche se la prescelta lavora in una casa d'appuntamenti. Ma la moglie non tarda a riprendere la sua esistenza dissoluta.

 

Cinema Trevi – vicolo del puttarello, 25 – Roma

Tel.: 06 678 1206

 

 

]]>
Allah Loves Equality: campagna di crowdfunding per il primo docufilm che racconta il rapporto tra islamismo e omosessualità Mon, 12 Feb 2018 17:14:43 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/469716.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/469716.html Produzioni dal Basso Produzioni dal Basso

Milano, 12 Febbraio 2017 �“ Alcune verità, lo sappiamo, sono scomode da dire. Ma solo chi ha il coraggio di farlo può davvero cambiare lo status quo. Lo sanno bene i promotori del documentario “Allah Loves Equality”, che racconta cosa significa essere gay in un Paese musulmano.

 

Grazie ai fondi raccolti tramite una precedente campagna di crowfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso, ora conclusa, è stato possibile realizzare questo intenso documentario, volando fino in Pakistan per conoscere le storie di attivisti LGBT che ogni giorno si impegnano per produrre un vero cambiamento nel proprio paese.

 

Grazie al documentario queste persone hanno avuto l’opportunità di far sentire la propria voce, di raccontare i problemi e le sfide che affrontano quotidianamente, le gioie e i dolori. Il film offre una visione realistica e senza filtri degli spaccati di vita quotidiana di molte coppie gay, che per la prima volta hanno avuto il coraggio di mostrarsi liberamente.

 

“Allah Loves Equality”, tuttavia, non racconta solo il mondo LGBT in Pakinstan ma anche �“ e soprattutto �“ il rapporto tra omosessualità e islamismo, portando alla luce inaspettate differenze e somiglianze culturali con l’Occidente e sfatando alcuni “falsi miti”. Le persone intervistate non sono solo gay: sono anche credenti, individui che lottano per conciliare la propria identità sessuale con quella religiosa, in modo da poter essere davvero se stessi.

 

Per completare il progetto di “Allah Loves Equality” e far sì che la voce dei suoi protagonisti raggiungano le sale cinematografiche di tutta Italia, è stata attivata una nuova campagna di crowfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso, che punta a raccogliere 2.800.000 euro.

Un ultimo sforzo per portare a termine un progetto ambizioso: sensibilizzare l’opinione pubblica, aprendo gli occhi della gente e scuotendone la coscienza, per aiutare le comunità LGBT musulmane nella lotta per i loro diritti, non solo in quanto omosessuali o trans gender ma innanzitutto in quanto esseri umani.

 

 

Per maggiori informazioni sulla campagna di crowfunding e sulle ricompense previste: https://www.produzionidalbasso.com/project/ita-allah-ama-l-uguaglianza-si-puo-essere-gay-e-musulmani-eng-allah-loves-equality-can-you-be-gay-and-muslim/

 

 

Contatti:

allahlovesequality@gmail.com

http://www.imdb.com/title/tt5923884/?ref_=nv_sr_1

https://www.ilgrandecolibri.com/allah-loves-equality/

 



--
Giulia Bianchi
(+39) 340 7891405

]]>
Functional Energy Drinks Market | Global Industry Review, Research, Statistics and Growth to 2023 Mon, 12 Feb 2018 10:09:18 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/469395.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/469395.html suraj taur suraj taur Market Scenario:

Functional beverages are non-alcoholic beverages which aid to keep the consumer’s body hydrated and also offer additional micro nutrients which include herbs, vitamins, minerals, amino acids, or sometimes raw fruit or vegetables. Functional energy drinks is a type of functional drinks. Functional energy drinks provide vitamin B which keeps red blood cells and also aids to regulate the nervous system. Functional energy drinks is becoming a popular beverage due to its specific health benefits.

The Global Functional Energy Drinks Market is anticipated to be driven by the increasing awareness of health awareness among the consumers. Also, the advancement in product development coupled with the technological up gradation is considered is considered to be one of the significant reasons for the increasing growth of functional energy drinks market during the forecast period. Increasing disposable income of the consumers is anticipated to be one of the various factors fueling the growth of functional energy drinks market. Due to the increasing per capita income, consumers are ready to pay a premium price to acquire good quality products.

Study Objectives of Functional Energy Drinks Market:

  • In depth analysis of the market’s segments and sub-segments
  • To estimate and forecast market size by product type, packaging type, distribution channel, and region
  • To analyze key driving forces influencing the market
  • Region level market analysis and market estimation of North America, Europe, Asia Pacific, and the rest of the world (ROW) and their countries
  • Value chain analysis & supply chain analysis of the market
  • Company profiling of major players in the market
  • Competitive strategy analysis and mapping key stakeholders in the market
  • Analysis of historical market trends and technologies along with the current government regulatory requirements

Get a Sample Report @ https://www.marketresearchfuture.com/sample_request/3778

Intended Audience:

  • Functional Energy Drinks manufacturers
  • Raw material suppliers
  • End users (food industry)
  • Retailers and wholesalers
  • E-commerce companies
  • Traders, importers and exporters

Key Findings:

North America dominates the functional energy drinks market followed by Europe

Asia Pacific is projected to witness a massive growth during the forecast period of 2017-2023. China is estimated to create a favorable environment for the increasing growth of Asia Pacific region.

Segments:

Functional energy drinks has been segmented on the basis of product type which comprises of isotonic, hypertonic, hypotonic and others. Functional energy drinks market has been segmented on the basis of packaging which comprises of bottle, can, tetra pack and others. Functional energy drinks market has been segmented on the basis of distribution channel such as store based and non-store based. Store based distribution channel has been further segmented into supermarkets & hypermarkets, convenience stores, specialist retailers and others.

Regional Analysis:

The global functional energy drinks market is segmented into North America, Europe, Asia Pacific, and rest of the world (ROW). Among these, North America is estimated to retain its dominance throughout the forecast period of 2017-2023. This is attributed to the increasing awareness of the healthy food habits and increasing disposable income of the consumers. Also, various new flavor and innovative products are launched by the key manufacturers in the U.S. which is anticipated to intensify the sales of functional energy drinks market in the upcoming decade. European region is estimated to account for a healthy market proportion during the review period of 2017-2023. However, Asia Pacific region is estimated to witness a maximum growth in the global functional energy drinks market during the forecast period of 2017-2023.

Access Report Details @ https://www.marketresearchfuture.com/reports/functional-energy-drinks-market-3778

Key Players:

 

The key players profiled in the functional energy drinks market are Tata Global Beverages (India), Red Bull GmBH (Austria), Coca cola Co (U.S.), Pepsi co Inc. (U.S.), Abbott Nutrition Limited (U.S.), Mondelez International, Inc. (U.S.), National Beverage Corporation (U.S.)

]]>
Everything In Target’s New Inclusive Fashion Line Is Under $40 Wed, 07 Feb 2018 09:41:46 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/468868.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/468868.html davisyellow davisyellow Everything In Target’s New Inclusive Fashion Line Is Under $40

Target now carries more inclusive clothing styles than ever before, thanks to the newest label to join the retailer’s roster of clothing brands. The new denim-inspired women’s brand, Universal Thread, includes an assortment of versatile and inclusive grab-and-go accessories and apparel from sizes 00 to 26W. Everything in the line, from shoes and bags to jeans and dresses, is under $40. The collection went live earlier this week. Following in the footsteps of the retailer’s new line for kids with disabilities, Universal Thread’s collection also includes sensory friendly and adaptive styles to make getting dressed easier for people with disabilities. That means it includes easy-wear clothing like jeans with flat seams, higher back-rises, wider legs and no back pockets, and shirts made of extra-soft material without tags.

Read more at:
http://www.queeniebridesmaid.co.uk/one-shoulder-bridesmaid-dresses-uk

http://www.queeniebridesmaid.co.uk/green-bridesmaid-dresses

]]>
Excellent site services cheapest eso gold xbox with up to 8% off Wed, 07 Feb 2018 06:49:58 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/468840.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/468840.html ownher ownher The cheapest eso gold xbox rumours prior to E3 2016 were true. Bethesda showed off its Skyrim remaster (as we predicted), a new Quake game (that we also reported), and of course Dishonored 2. There were content additions to existing games such as The Elder Scrolls Online and Fallout 4 as well.

What's interesting is it will run at 120Hz and have unlocked frame rates which should ensure an extremely fluid experience. Right now it's announced only for PC. But we suspect it will hit the PS4 and Xbox One (or their mid generation upgrades) as well.

7. Great Games Sooner Rather Than Later: The big advantage developers have when making a title late in the lifecycle of a console is being able to push the hardware to the limit. Many of the best titles of this generation will be out by the end of the year.

Sony has been exhibiting the technology for some time now Mike Toole had the chance to demo it at this year's Anime Japan Expo but they had far more units at the Tokyo Game Show for attendees to try.While checking out the games and new technology from major publishers was a large part of TGS 2016, each of these companies had wonderful displays to admire as well. For instance, many of the voice actors from Yakuza 6 had congratulatory flowers sent to the SEGA Games booth, from Rie Kugimiya, Beat Takeshi, and Tatsuya Fujiwara, among many others.As impressive as the large vendors were, many of the mid sized booths had impressive exhibitions as well. Bushiroad showcased their upcoming anime series BanG Dream!, but also had new Senki Zessh Symphogear XD Unlimited and Love Live! School Idol Festival smartphone game demos available to play.

On my first trek as a free Khajiit a race of humanoid tigers I was given three areas to explore as part of my quest to blend in, considering my arrival to the land of the free involved bright lights and magically falling out of the sky, smack bang in the middle of the day. Being vain, I wanted to see how good TESO's water effects were, so I headed for the shore. I figured the shore would also give me a bit of colour: the opening sections, while wonderfully pretty, especially on maximum settings with some extra multisampling courtesy of the Nvidia Control Panel, were encased in the dungeon drab greys and browns..

At least the team seems to care about the lore of the Elder Scrolls. The game will be set a thousand years before the events of Skyrim with a plot ripped straight from Oblivion. Let's just replace Mehrunes Dagon with Molag Bal and you have the story of Elder Scrolls Online.

Welcome to take part in Safewow February Valentine's Day Specail Gifts for every customer. Using 6% off code "SVP6" for any Safewow products or 8% off $100+ code "SVP8" to buy ESO GOLD NA/EU or other items on safewow from Feburary 11 to Feburary 13.

While, safewow new member system is online now,Never miss chance to be a new member and you can gain extral 1%-8% off for buying any Products.

Safewow The Elder Scrolls Online Gold link:https://www.safewow.com/the-elder-scrolls-online-gold

https://www.safewow.com/uploads/Safewow/EDM/valentines_offers_seo.jpg

]]>
comunicato stampa: Il Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca nazionale alla rassegna "Storie e stelle del cinema italiano" Mon, 05 Feb 2018 16:38:23 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/468796.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/468796.html Centro Sperimentale di Cinematografia Centro Sperimentale di Cinematografia

Il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale

alla rassegna “Storie e stelle del cinema italiano”

 

mercoledì 7 febbraio, ore 17

mercoledì 11 aprile, ore 17

 

Roma, Teatro Torlonia, via Spallanzani 1

 

 

 

Mercoledì 7 febbraio, alle ore 17 presso il Teatro Torlonia di via Spallanzani 1, Roma, verrà proiettata la copia restaurata del film Tutti a casa, diretto nel 1960 da Luigi Comencini e interpretato da Alberto Sordi.

 

La proiezione avviene nell’ambito della manifestazione “Storie e stelle del cinema italiano”, giunta alla IV edizione. La manifestazione è iniziata il 9 dicembre 2017 e proseguirà fino al 16 maggio 2018. È organizzata dalla Direzione Generale Cinema del Mibact e dal Teatro di Roma, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, Luce Cinecittà, l’assessorato alla Crescita Culturale del Comune di Roma e la Marina Militare.

 

La copia di Tutti a casa fa parte dei restauri del Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale. Nell’occasione sarà anche presentata un’importante iniziativa di crowdfunding del CSC, la raccolta di fondi per finanziare il restauro di un altro importante e popolarissimo film  interpretato da Alberto Sordi: Il medico della mutua, diretto da Luigi Zampa nel 1968.

 

Sempre nella stessa serata verrà presentata una mostra fotografica su Alberto Sordi, con foto provenienti dall’archivio fotografico della Cineteca Nazionale del CSC.

 

Il CSC sarà protagonista di un’altra serata della rassegna “Storie e stelle del cinema italiano”: mercoledì 11 aprile saranno proiettati alcuni saggi di diploma di registi che si sono diplomati al Centro. Si potranno vedere Cronaca fedele di un amore a lieto fine di Gabriele Muccino (1991), Le belle prove di Gianni Zanasi (1992), Nastassia di Francesco Munzi (1996) e Giganti di Fabio Mollo (2007).

 

Per informazioni e immagini della mostra contattare:

 

Susanna Zirizzotti

Ufficio Stampa, Comunicazione, Editoria

Centro Sperimentale di Cinematografia  (Scuola Nazionale di Cinema – Cineteca Nazionale)

via Tuscolana, 1520 - 00173 Roma - tel: 06.72294260 - 3391411969 

www.fondazionecsc.it 

indirizzo email alternativo: susanna.zirizzotti@gmail.com

 

 

 

 

 

]]>
Alex Doheny new short movie "THE PHOTOGRAPHER" released 2018 Sun, 04 Feb 2018 18:35:51 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/468498.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/468498.html Alex Doheny Alex Doheny Nuovo corto metraggio dal titolo "THE PHOTOGRAPHER" in produzione per il regista italo francese Alex Doheny.

Ambientazione a Torino. Periodo riprese inverno 2018.

Produzione Lantamfilm in collaborazione con Goldenhour associazione e Limbo Lab studio.

Storia liberamente ispirata al film di Antonioni Bolow up.

Sceneggiatura di Diego Pucciatti e Luca Cau

]]>
Il Fantafestival al Cinema Trevi dal 3 al 7 febbraio Thu, 01 Feb 2018 23:50:36 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/468169.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/468169.html Uff Stampa Uff Stampa

La 37esima edizione del Fantafestival prosegue dal 3 al 7 Febbraio al Cinema Trevi di Roma, in collaborazione con la Cineteca Nazionale, con una programmazione dedicata ai maestri del fantastico televisivo italiano.

Le prime due giornate saranno dedicate a Daniele D’Anza, con due tra i suoi sceneggiati più importanti.

 

Sabato 3 Febbraio - Ore 17:00

HO INCONTRATO UN’OMBRA (Daniele D’Anza, 1974, 4 episodi)

«Dussart, interpretato da Giancarlo Zanetti, è un creativo di successo, impegnato nell’ideazione di una campagna per una società immobiliare. Non gli manca niente: ha un’ottima posizione, una bella casa molto moderna, piena di oggetti di design, e ha successo con le donne. Lo sceneggiato prende le mosse proprio da qui, dalla storia d’amore che sboccia tra lui e Catherine Jobert, una collega fotografa che ha il volto di Laura Belli. Entrambi, almeno inizialmente, hanno in comune un carattere molto preciso, rigoroso, tantoché lui è soprannominato dai colleghi “il cronometro Dussart”: esce sempre alla stessa ora, rispetta sempre le scadenze, non cambia mai abitudini. Poi, però, il caso gli gioca un brutto tiro: Dussart nota da precisi indizi, quali un mozzicone nel portacenere, un bicchiere di whisky mezzo vuoto, un disco fuori posto […] che qualcuno frequenta la sua casa mentre lui è in ufficio» (Gerosa).

Ore 17:00 Ho incontrato un’ombra (1974, prima parte, 60 min.)

Ore 18:00 Ho incontrato un’ombra (1974, seconda parte, 60 min.)

Ore 19:00 Ho incontrato un’ombra (1974, terza parte, 60 min.)

Ore 20:00 Ho incontrato un’ombra (1974, quarta parte, 60 min.)

 

A seguire: Ore 21:00

Presentazione del libro: Fantasceneggiati - Sci-fi e giallo magico nelle produzioni RAI (1954-1987)

Elara - 230 pagine

Alla presenza degli autori Leopoldo Santovincenzo, Carlo Modesti Pauer e Marcello Rossi

 

Il fantastico ha accompagnato per tre decenni la storia del servizio pubblico televisivo nazionale attingendo alla cronaca e alla letteratura, inventando e adattando, celebrando e demistificando. Erano gli anni della corsa allo spazio, delle ricerche sulla genetica, dei primi calcolatori: la fantascienza era il terreno ideale per la rappresentazione del desiderio e del conflitto. Contemporaneamente i grandi sceneggiati “magici” si addentravano nel “lato oscuro” mettendo in scena le nebbie del passato, le sabbie mobili dell’inconscio, le paure profonde del quotidiano attraverso storie di fantasmi, reincarnazione, esoterismo.

Da A come Andromeda a Il segno del comando, un volume che per la prima volta racconta in modo organico e con dovizia di informazioni la stagione delle produzioni Rai dedicate alla fantascienza e al giallo magico dalle origini agli anni Ottanta. Un periodo leggendario della storia della televisione italiana accuratamente spiegato e ricostruito con il supporto di dettagliate schede analitiche delle singole serie episodio per episodio.

 

Domenica 4 Febbraio - Ore 17:00

IL SEGNO DEL COMANDO (Daniele D’Anza, 1971, 5 episodi)

 

«L’idea di partenza de Il segno di comando è geniale: Lancelot Edward Forster, uno studioso inglese di Byron è chiamato a Roma dalla lettera di un pittore, Marco Tagliaferri, accompagnata dalla fotografia di una sconosciuta piazza di Roma, forse la stessa citata dal poeta in alcuni suoi famosi versi. Forster, appena arrivato, si reca in via Margutta nella casa di Tagliaferri, e trova non lui ma una ragazza bellissima e vestita in modo strano, capelli rossi e occhi verdi, che lo attrae immediatamente. […]. D’Anza è bravissimo nel descrivere una città sospesa fra la sua bellezza reale e la sua magia, piena di misteri e di inquietudini. L’ambiente della Taverna dell’Angelo è sintomatica di questa oscillazione o alchimia fra fantastico e concreto; alzi la mano chi non si è innamorato di Carla Gravina, avvolta dalla musica calda di una delle migliori canzoni scritte appositamente dal maestro Romolo Grano, come sigla e leitmotiv, di tutti gli sceneggiati di quei favolosi anni, come un blogger ha definito gli anni degli sceneggiati miei o dei miei colleghi» (Proietti).

Ore 17:00 Il segno del comando (1971, prima parte, 60 min.)

Ore 18:00 Il segno del comando (1971, seconda puntata, 60 min.)

Ore 19:00 Il segno del comando (1971, terza parte, 60 min.)

Ore 20:00 Il segno del comando (1971, quarta parte, 60 min.)

Ore 21:00 Il segno del comando (1971, quinta parte, 60 min.)

 

Le ultime due giornate invece saranno dedicate al maestro Ugo Gregoretti, che incontrerà anche il pubblico.

Martedì 6 Febbraio - Ore 17:00

OMICRON di Ugo Gregoretti, con Renato Salvatori (Italia, 1963, 102 min.)

Un alieno del pianeta Ultra prende in prestito il corpo di Trabucco, un operaio della FIAT. La missione di Omicron è di studiare il comportamento degli umani per poi preparare l’invasione del pianeta Terra.  Trabucco/Omicron sono insieme uomo e macchina e, come un prodotto della società industriale, sono una creatura alienata in perenne conflitto identitario. Fantascienza come satira della società dei consumi e dei conflitti di classe.

 

Ore 18:45

OMICRON ALLA SGURGOLA di Ugo Gregoretti, con Renato Salvatori (Italia, 1963, 20 min.)

Dopo la presentazione del film Omicron al Festival Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia del 1963, Ugo Gregoretti e Renato Salvatori organizzano l’anteprima mondiale del film a Sgurgola alla presenza delle autorità e dei paesani dell’intera provincia di Frosinone. Dal programma televisivo TV7 della RAI.

 

Ore 19:10

Incontro con Ugo Gregoretti, modera di Tino Franco

 

Ore 20:15

MAGGIO MUSICALE di Ugo Gregoretti, con Malcom Mc Dowell (Italia, 1990, 100 min.)

Il regista teatrale, Pier Francesco Ferraioli, sta allestendo una Bohème per il Maggio Musicale Fiorentino, ma i suoi cantanti gli danno filo da torcere. La messa in scena diventa una continua occasione per incidenti e scontri con le forti personalità dei cantanti d’opera. A salvarlo interviene l’incontro con un ragazzo che scopriremo essere lui stesso trenta anni più giovane.

 

Mercoledì 7 febbraio - Ore 17:00

LE UOVA FATALI di Ugo Gregoretti, con Gastone Moschin e Alessandro Haber (Italia, 1977, 2 episodi)

Lo zoologo Persikov conduce esperimenti sugli animali; li espone all'azione di un raggio rosso capace di provocare la proliferazione ed ingigantire ad una velocità fulminea dei girini, creando rane fortissime: la notizia si diffonde come la scoperta del "raggio della vita". La contemporanea morte in tutta la Russia di galline malate lo spinge a tentare di replicare lo stesso trattamento anche su questi animali, ma qualcosa va per il verso storto ed al loro posto compare un enorme rettile che sbrana tutti coloro che lo attaccano. Viene dichiarato lo stato di guerra, l'esercito affronta con il gas i mostri giganti che però continuano a riprodursi velocemente. Solo un'ondata di gelo inaudito riesce a fermare i rettili schifosi che stanno circondando Mosca. Tratto da una favola fantascientifica di Mikhail A. Bulgakov,

Ore 17:00 Le uova fatali (1977, prima parte, 50 min.)

Ore 18:00 Le uova fatali (1977, seconda parte, 50 min.)

 

Ore 19:30

I SEGRETI DELLE «UOVA FATALI» di Ugo Gregoretti (Italia, 1977, 60 min.)

Ugo Gregoretti ci introduce alla magia degli effetti speciali utilizzati per la realizzazione de Le uova fatali presso il Centro di Produzione RAI di Torino. Spiega con dovizia di particolari i vari trucchi di scena: l’uso del “chroma key”, della scenografia di Eugenio Guglielminetti con le miniature che incorniciano l’azione degli attori e l’uso innovativo dei “puppet” animati con particolare attenzione ai rettili antropofagi di Giorgio Ferrari.

]]>
This new Harry Potter Thu, 01 Feb 2018 04:05:41 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/468025.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/468025.html davisyellow davisyellow This new Harry Potter meets Dior Instagram account is a must follow for witches and muggles alike

If you’re not already following @gryffindior, you need to now.

A new must-follow fashion Instagram account has surfaced, seemingly overnight, and if you’re a fan of accounts like @whatfranwore (a tribute to The Nanny) and @everyoutfitonsatc (celebrating sartorial moments from Sex and the City) then you’re going to love this.

The new account, titled @gryffindior, celebrates the world’s of Christian Dior and Harry Potter, putting them together in a way we really wished we’d dreamed about first. The account takes scenes from Harry Potter and recreates them by placing Christian Dior haute couture creations over the top of the characters, in a Benjamin Seidler-esque fashion.

From Hermione Granger pictured in a spring/summer ‘18 gown to Professor McGonagall wearing a coat last seen on the haute couture autumn/winter '17/'18 runway, @gryffindior has it all, despite only launching earlier this month. The first post seems to be from January 11 though the account has already amassed 10,000 followers. The profile pictures the Gryffindor logo edited to read “Gryffindior” and the profile bio reads “flatform 9+3/4."

Read more at:vintage bridesmaid dresses | black bridesmaid dresses

]]>
Migos Reveal the Inspiration Behind Their Epic Grammys Looks Tue, 30 Jan 2018 04:54:03 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/467758.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/467758.html davisyellow davisyellow Migos Reveal the Inspiration Behind Their Epic Grammys Looks

“Vogue is most definitely Migos-approved,” quips Quavo, as we join rap’s reigning kings of bling in their hotel suite (via private elevator, no less) for their fitting for the 2018 Grammys, undoubtedly music’s biggest night out.

Rappers Quavo, Offset, and Takeoff are known for letting their trademark jewels do the talking (take their black Versace 2017 Met Gala looks as the perfect example of their ostentatious style). But for a new year and just off their newly released Culture II, the trio are upping their style ante: taking cues from a musical legend with the same love of blingy sartorial red carpet looks (Michael Jackson) and even going so far as to coin their own term for their signature ice-heavy look (“drippy”).

“Drip means swag, but it’s our lingo. We don’t want to be saying what everyone else is saying,” Takeoff explains, as he peruses extensive racks filled with the likes of Fendi, Dsquared2, Balmain, and, of course, Versace, which the group’s stylist Zoe Costello had gathered for Grammys weekend. All three decide on a variation of the same black Dior Homme suit with running tape on the legs stamped with “Rue de Marignan” (the address of the house’s Paris HQ) for their performance at Clive Davis’s pre-Grammy bash.

As for the big night? (They were nominated in the Best Rap Performance and Best Rap Album categories.) They wore their love of all things gold on their sleeves . . . literally. “Michael was the greatest, a fashion icon, and he was a ladies man,” Quavo explains, while gazing at Jackson’s winning Grammy look from ’83, which is taped to a nearby wall.

Read more at:purple bridesmaid dresses | white bridesmaid dresses

]]>
AGGIORNAMENTO BANDO MOVIEVALLEY BAZZACINEMA 2018 Mon, 29 Jan 2018 16:19:16 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/467705.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/467705.html Veronica Marangoni Veronica Marangoni

ISCRIZIONI APERTE A MOVIEVALLEY BAZZACINEMA FESTIVAL INTERNAZIONALE

DI CORTOMETRAGGI IN CONCORSO- 7a edizione 2018

 

 

AGGIORNAMENTO: PARTECIPAZIONE GRATUITA PER ITALIANI E STRANIERI

alla a 7ma edizione 2018 di MovieValley Bazzacinema Festival Internazionale di Cortometraggi inConcorso  che si rivolge ai film makers provenienti da tutto il mondo.  

 

MovieValley Bazzacinema Festival Internazionale di Cortometraggi in Concorso, si svolgerà dal  16 marzo al 15 aprile 2018 tra Bologna e Bazzano con molti appuntamenti che verranno rivelati più avanti. Intanto il  Festival  ideato da Maria Grazia Palmieri, sta lavorando per un'edizione ricca di sorprese che si concluderà con la premiazione dei corti vincitori a Bologna al Cinema Odeon, nel centro della città.

 

I PUNTI FONDAMENTALI DEL CONCORSO 2018:

         

 

Le sezioni di concorso sono a TEMA LIBERO e sono:

 

                  - Fiction Italiana  (A)

                - Fiction Internazionale (lB)

                         -Animazione Internazionale  (C)

 

                        A) Per ‘Italiano’ si intende un prodotto nel quale abbiano lavorato almeno un produttore o                           un regista residenti in Italia.

                        B) La fiction Internazionale è aperta ai progetti non italiani

                        C)La seziona animazione è rivolta a film makers di ogni provenienza, italiana e                                  non italiana.

 

La  partecipazione  al concorso  è  aperta a tutti, in Italia e all'estero

Per andare incontro ai concorrenti paritariamente,

 

LA PARTECIPAZIONE E' GRATUITA PER ITALIANI E STRANIERI

 

         

 

Per partecipare, presentare il proprio progetto tramite la pagina:

https://filmfreeway.com/MovievalleyBazzacinema

Scadenza bando: 25 febbraio 2018

Data premiazioni a Bologna Cinema Odeon: Domenica 15 aprile 2018

Bando completo su www.movievalleybazzacinema.com

 

Premi

 

-      1° Premio per il miglior corto della categoria ITALIAN FICTION (targa, buono da 500 euro spendibile in uno store, o equipollente, opportunità di proiezione del cortometraggio durante altri eventi correlati al festival)

 

-      1 premio per il  corto della categoria INTERNATIONAL FICTION (targa, premio da stabilire del valore di 500 euro, opportunità di proiezione del cortometraggio durante altri eventi correlati al festival)

 

-      1° Premio per il miglior corto della categoria  ANIMAZIONE  che comprende opere sia italiane che internazionali  (targa, buono da 500 euro spendibile in uno store, o premio equipollente, opportunità di proiezione del cortometraggio durante altri eventi correlati al festival)

 

-      Premio INTERNAZIONALE FELLINI, premio speciale alla regia (targa, opportunità di proiezione del cortometraggio durante altri eventi correlati al festival).

 

-      Premio Internazionale Giuria al personaggio femminile meglio sceneggiato (targa, opportunità di proiezione del cortometraggio durante altri eventi correlati al festival) Negli ultimi anni, alla luce della scarsità di sceneggiature a livello internazionale che tratteggino ruoli femminili complessi e realistici, il Festival si è posto l’obiettivo di premiare sceneggiature che abbiano creato personaggi femminili di particolare spessore.

 

-      Premio internazionale Gino Pellegrini alla migliore scenografia

 

-      Targa alla migliore interprete femminile

 

-      Targa al miglior interprete maschile

 

]]>