Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Arti Figurative Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Arti Figurative Wed, 18 Jul 2018 14:49:02 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/1 PERCORSI D’IMPRESSIONI (Vernazza, 20 luglio-5 agosto 2018) Tue, 17 Jul 2018 21:05:50 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486433.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486433.html 74nemrac 74nemrac

 

PERCORSI D’IMPRESSIONI

 

    Un suggestivo percorso di emozioni, illusioni e sensazioni fra olio, legno e immagini: è la sintesi dell’evento in programma dal 20 luglio al 5 agosto 2018 presso l’antico Castello Doria di Vernazza, nelle Cinque Terre.
    Titolo dell’iniziativa è Percorsi d’impressioni: una mostra di fotografia e pittura dedicata all’artista Erminio Tansini.
    Curatore dell’iniziativa è Davide Tansini: storico, figlio dell’artista stesso, allestisce lo Spazio Esposizioni del Castello vernazzese con un’insolita selezione di opere legate alla carriera artistica del padre.
    Dipinti, per cominciare: quelli esposti nella mostra Percorsi d’impressioni sono tutti a olio e appartengono alla fase informale dell’artista, che dalla metà degli Anni Novanta ha improntato la struttura delle proprie creazioni non sulla riconoscibilità delle forme ma su accordi di ritmi, cromie e masse materiche.
    Poi, le sculture: Tansini le crea tramite fusioni in bronzo (con il procedimento della cera persa) o costruendole con il legno (gran parte dei materiali lignei proviene dalle Cinque Terre, dalla Val Trebbia e dalla Val Taro).
    Ma le sculture non sono presenti fisicamente nella mostra di Vernazza: la parte principale dell’esposizione sono le fotografie scattate durante la serie itinerante «Forme sfuggenti», che scenarizza le sculture tansiniane in luoghi significativi (castelli, siti archeologici, corsi e specchi d’acqua), valorizzando così le caratteristiche pareidolitiche delle statue tansiniane (la pareidolia è la capacità di scorgere forme note in profili apparentemente casuali).
    Attiva dal gennaio 2018, la rassegna «Forme sfuggenti» (anch’essa curata da Davide Tansini) ha toccato varie località in Italia e in Svizzera: Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia, Piemonte, Ticino e Toscana (nelle Cinque Terre si è svolta a Monterosso al Mare all’inizio di luglio).
     Le immagini scattate sui sets fotografici di «Forme sfuggenti» sono esposte al pubblico per la prima volta proprio in occasione della mostra al Castello Doria di Vernazza.
    Percorsi d’impressioni è il primo appuntamento della serie itinerante «Chimere», che farà tappa in altre località del Nord Italia (l’evento successivo è in programma a Porto Venere nel mese di settembre).

La mostra Percorsi d’impressioni si svolge a Vernazza (La Spezia, Liguria) dal 20 luglio al 5 agosto 2018 presso il Castello Doria (salita al Castello). L’apertura al pubblico è dal venerdì alla domenica dalle ore 16 alle 19. L’esposizione è allestita in un ambiente coperto. Il contributo per l’ingresso al Castello Doria è di 1,50 (il contributo è riscosso dalla Pubblica Assistenza di Vernazza). L’evento è organizzato in collaborazione con la Pubblica Assistenza di Vernazza ed è curato da Davide Tansini. Il supporto divulgativo è fornito da «In arce». L’evento fa parte della serie itinerante «Chimere». L’iniziativa non ha scopo di lucro. Informazioni: cellulare 349 2203693; Facebook www.facebook.com/tansinierminio; e-mail e v e n t i @ i n a r c e . c o m; Web www.inarce.com/it/eventi/percorsi-d-impressioni-mostra.html.

RCS
17 luglio 2018

]]>
Spoleto Arte ospita la personale di India Blake confermandone il grande talento Tue, 17 Jul 2018 15:44:10 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486411.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486411.html UffStampaMilano UffStampaMilano La prestigiosa mostra Spoleto Arte si è arricchita di un originale accento statunitense con la personale della celebre fotografa India Blake. Inauguratasi il 30 giugno a Palazzo Leti Sansi (via Arco di Druso 37, Spoleto, PG), l’esposizione organizzata dal manager di personaggi noti Salvo Nugnes, presidente di Spoleto Arte, ha ottenuto notevole rilevanza mediatica in breve tempo. Non è mancata la presenza di numerose personalità del calibro di Vittorio Sgarbi, del presidente del Festival dei Due Mondi Giorgio Ferrara, di Alberto d’Atanasio di Casa Modigliani e dell’artista José Dalì, figlio di Salvador Dalì. Gli interventi del biografo di Versace e Armani Tony Di Corcia, del sindaco di Spoleto Umberto De Augustinis e del pianista di fama internazionale Francesco Marano hanno inoltre contribuito a rendere l’evento qualcosa di unico.

In questo quadro di frizzante mondanità si è inserita perfettamente India Blake. I suoi scatti fotografici hanno catturato un posto in primo piano nella manifestazione e continueranno a farlo fino al 25 luglio. Questo il termine entro cui poter visitare la sua personale, in contemporanea con la collettiva Spoleto Arte, al cui interno si può trovare in allestimento anche una mostra del maestro Mario Schifano.

Il talento di India Blake si dimostra tanto in fotografia quanto in altre discipline artistiche, dalla scultura al teatro. Poetessa pluripremiata, l’artista si specializza sulla natura, sugli animali e la ritrattistica. Proprio la passione per i grandi spazi l’ha condotta a viaggiare molto, esponendo in diverse gallerie degli Stati Uniti e dell’Europa. Una delle sue ultime tappe è stata Roma, al prestigioso Piram Hotel, location che ha ospitato in Light and Space le sue fotografie dal 22 al 28 giugno, altro suo importante successo.

Ma è da ricordare anche un altro importante momento di focus mediatico per la sua personale a Spoleto Arte, il Premio Margherita Hack. La cerimonia di premiazione di insigni personalità del mondo della cultura e dello spettacolo ha ospitato sempre a Palazzo Leti Sansi i premiati dell’edizione 2018. Domenica primo luglio, a seguito dell’evento, le sue opere sono state ammirate da Carolyn Smith, presidente di giuria dello show Ballando con le Stelle di Rai Uno, premiata per l’eccellenza femminile, e da Vladimir Luxuria, conduttrice televisiva e scrittrice, componente della giuria, presieduta dal prof. Francesco Alberoni, sociologo di fama internazionale.

Per tutte le informazioni è possibile chiamare al numero 0424 525190, scrivere a info@spoletoarte.it oppure visitare il sito www.spoletoarte.it.

]]>
All'estero & Dr K. Takes the Waters at Riva: Version A Tue, 17 Jul 2018 13:48:53 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486402.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486402.html Corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee Corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee  


All'estero & Dr K. Takes the Waters at Riva: Version A

 è il titolo della mostra collettiva che inaugura il 1 settembre 2018 alle ore 18.00 presso gli spazi della galleria A plus A di Venezia.

A cura di Saim Demircan e degli studenti della School for Curatorial Studies Venice.



In mostra lavori di: Whitney Claflin, Stephan Dillemuth, Rochelle Goldberg, Nick Mauss, Sophie Reinhold, Mark Van Yetter e Miriam Yammad

 

 

           

Sedici giovani curatori si sono riuniti a Venezia, da giugno a settembre 2018, per frequentare la School for Curatorial Studies Venice. Da questa esperienza, coordinata dal curatore Saim Demircan, nasce All'estero & Dr. K. Takes the Waters at Riva: Version A, un'esposizione collettiva di artisti internazionali: Whitney Claflin, Stephan Dillemuth, Rochelle Goldberg, Nick Mauss, Sophie Reinhold, Mark Van Yetter e Miriam Yammad 

 

Il titolo fa riferimento ai Capitoli 2 e 3 di Vertigo, romanzo di W.G. Sebald, dove l’autore tedesco racconta due viaggi da Vienna a Venezia. Il primo, una sua visita nella citta Lagunare nel 1980, riportato in prima persona, e un secondo viaggio dove Sebald si immagina di essere Dr. K – o meglio Franz Kafka - ispirandosi a una trasferta documentata dello scrittore nel 1913 a Venezia. 

 

Ripetizione, sdoppiamento, melancolia e vertigine. Il destino gioca con loro come fossero marionette e l'impostazione del racconto sembra essere un gioco labirintico. Cos'è la realtà, cos'è la finzione? Cosa è la storia e cosa è la contemporaneità? Sebald naviga tra ragione e paranoia, creando un viaggio anche nella topografia e storia dell’Europa.

 

Il gruppo di giovani curatori usa i capitoli di Vertigo come strumento per creare display e narrazione di un'esposizione che si sviluppa su coincidenze, labirinti, riflessi e effetti di sdoppiamento.

 

Nella galleria A plus A sono infatti presenti lavori inediti degli artisti invitati a rispondere al testo di Sebald, con una particolare attenzione a spazi di confine e nascosti nella sua architettura, riproponendo l'esperienza di vertigine e stordimento di un visitatore all'estero.

 

 

Saim Demircan è un curatore e scrittore che vive a New York. Dal 2012 al 2015 è stato curatore presso la Kunstverein München e nel 2016 curatore in residenza presso l'Academy of fine Arts a Monaco . Precedentemente ha curato due anni di programmi pubblici e la mostra di Kai Althoff presso la Focal Point Gallery a Southend-on-Sea, una mostra dell’artista in una istituzione pubblica inglese. Recentemente è stato curatore in residenza presso il Ludlow 38 a New York, lo spazio gestito dal Goethe Institut dove a curato un programma di 12 mesi di mostre ed eventi incluso il debutto negli Stati Uniti di New Noveta e Sidsel Meineche Hansen. Saim collabora regolarmente con alcune delle più importanti testate di arte contemporanea come Frieze, Art Monthly. Nel 2017 è stato il vincitore del prestigioso programma di residenza organizzato a New York presso il Ludlow 38.

 

 

Co-curato da: Eleonora Antoniadou (Cipro), Sophia Au Yeung (Hong Kong), Christina Chirouze Montenegro (Guatemala), Line Dalile (Siria), Tatiana Danilevskaya (Russia), Apurva Kansara (UAE), Aleksandra Lenskaya (Russia), Wendy Ma (Australia), Alexandra Malouta (Grecia), Zoë McGee (USA), Sabine Miquelis (Francia), Georgina Pope (Germania), Rania Rizk (Libano), Julia Terzano (Argentina), Lina Yevtushenko (Ucraina), Eliana Zanini (Argentina).

 


The School of Curatorial Studies Venice è una scuola di nuova concezione attiva dal 2004 e nata come progetto formativo della Galleria A plus A, che ha come scopo la diffusione dei saperi nell'ambito delle arti visive e l'introduzione alle professioni relative all'arte contemporanea. L'offerta formativa prevede ogni anno due corsi principali, uno in italiano dalla durata di un anno scolastico e l'altro internazionale che si svolge nel corso dei mesi estivi. I corsi sono tenuti da docenti e professionisti del settore provenienti da varie parti del mondo e alla fine delle lezioni gli studenti si confrontano con il difficile compito di ideare, strutturare e realizzare un evento espositivo. Sul sito della scuola, www.corsocuratori.com è possibile vedere tutte le mostre organizzate fino ad oggi.
 

 

Vernice il 1 settembre 2018 alle ore 18.00

Dal 1 settembre al 15 dicembre 2018

 

 

Per informazioni:

 

A plus A Gallery

School for Curatorial Studies Venice

San Marco 3073

Venezia 30124

www.aplusa.it

info@aplusa.it

www.corsocuratori.com

info@corsocuratori.com

Tel. 041 2770466

 

 

Partner della scuola:

We Exhibit

Independent Collectors

 

]]>
All'estero & Dr K. Takes the Waters at Riva: Version A Tue, 17 Jul 2018 13:47:55 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486401.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486401.html Corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee Corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee  


All'estero & Dr K. Takes the Waters at Riva: Version A

 è il titolo della mostra collettiva che inaugura il 1 settembre 2018 alle ore 18.00 presso gli spazi della galleria A plus A di Venezia.

A cura di Saim Demircan e degli studenti della School for Curatorial Studies Venice.



In mostra lavori di: Whitney Claflin, Stephan Dillemuth, Rochelle Goldberg, Nick Mauss, Sophie Reinhold, Mark Van Yetter e Miriam Yammad

 

 

           

Sedici giovani curatori si sono riuniti a Venezia, da giugno a settembre 2018, per frequentare la School for Curatorial Studies Venice. Da questa esperienza, coordinata dal curatore Saim Demircan, nasce All'estero & Dr. K. Takes the Waters at Riva: Version A, un'esposizione collettiva di artisti internazionali: Whitney Claflin, Stephan Dillemuth, Rochelle Goldberg, Nick Mauss, Sophie Reinhold, Mark Van Yetter e Miriam Yammad 

 

Il titolo fa riferimento ai Capitoli 2 e 3 di Vertigo, romanzo di W.G. Sebald, dove l’autore tedesco racconta due viaggi da Vienna a Venezia. Il primo, una sua visita nella citta Lagunare nel 1980, riportato in prima persona, e un secondo viaggio dove Sebald si immagina di essere Dr. K – o meglio Franz Kafka - ispirandosi a una trasferta documentata dello scrittore nel 1913 a Venezia. 

 

Ripetizione, sdoppiamento, melancolia e vertigine. Il destino gioca con loro come fossero marionette e l'impostazione del racconto sembra essere un gioco labirintico. Cos'è la realtà, cos'è la finzione? Cosa è la storia e cosa è la contemporaneità? Sebald naviga tra ragione e paranoia, creando un viaggio anche nella topografia e storia dell’Europa.

 

Il gruppo di giovani curatori usa i capitoli di Vertigo come strumento per creare display e narrazione di un'esposizione che si sviluppa su coincidenze, labirinti, riflessi e effetti di sdoppiamento.

 

Nella galleria A plus A sono infatti presenti lavori inediti degli artisti invitati a rispondere al testo di Sebald, con una particolare attenzione a spazi di confine e nascosti nella sua architettura, riproponendo l'esperienza di vertigine e stordimento di un visitatore all'estero.

 

 

Saim Demircan è un curatore e scrittore che vive a New York. Dal 2012 al 2015 è stato curatore presso la Kunstverein München e nel 2016 curatore in residenza presso l'Academy of fine Arts a Monaco . Precedentemente ha curato due anni di programmi pubblici e la mostra di Kai Althoff presso la Focal Point Gallery a Southend-on-Sea, una mostra dell’artista in una istituzione pubblica inglese. Recentemente è stato curatore in residenza presso il Ludlow 38 a New York, lo spazio gestito dal Goethe Institut dove a curato un programma di 12 mesi di mostre ed eventi incluso il debutto negli Stati Uniti di New Noveta e Sidsel Meineche Hansen. Saim collabora regolarmente con alcune delle più importanti testate di arte contemporanea come Frieze, Art Monthly. Nel 2017 è stato il vincitore del prestigioso programma di residenza organizzato a New York presso il Ludlow 38.

 

 

Co-curato da: Eleonora Antoniadou (Cipro), Sophia Au Yeung (Hong Kong), Christina Chirouze Montenegro (Guatemala), Line Dalile (Siria), Tatiana Danilevskaya (Russia), Apurva Kansara (UAE), Aleksandra Lenskaya (Russia), Wendy Ma (Australia), Alexandra Malouta (Grecia), Zoë McGee (USA), Sabine Miquelis (Francia), Georgina Pope (Germania), Rania Rizk (Libano), Julia Terzano (Argentina), Lina Yevtushenko (Ucraina), Eliana Zanini (Argentina).

 


The School of Curatorial Studies Venice è una scuola di nuova concezione attiva dal 2004 e nata come progetto formativo della Galleria A plus A, che ha come scopo la diffusione dei saperi nell'ambito delle arti visive e l'introduzione alle professioni relative all'arte contemporanea. L'offerta formativa prevede ogni anno due corsi principali, uno in italiano dalla durata di un anno scolastico e l'altro internazionale che si svolge nel corso dei mesi estivi. I corsi sono tenuti da docenti e professionisti del settore provenienti da varie parti del mondo e alla fine delle lezioni gli studenti si confrontano con il difficile compito di ideare, strutturare e realizzare un evento espositivo. Sul sito della scuola, www.corsocuratori.com è possibile vedere tutte le mostre organizzate fino ad oggi.
 

 

Vernice il 1 settembre 2018 alle ore 18.00

Dal 1 settembre al 15 dicembre 2018

 

 

Per informazioni:

 

A plus A Gallery

School for Curatorial Studies Venice

San Marco 3073

Venezia 30124

www.aplusa.it

info@aplusa.it

www.corsocuratori.com

info@corsocuratori.com

Tel. 041 2770466

 

 

Partner della scuola:

We Exhibit

Independent Collectors

 

]]>
Selling customize products in the drop shipping business? Tue, 17 Jul 2018 10:41:30 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486377.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486377.html catilulu catilulu Custom ization is one of the most popular ways for making products by yourself among consumers. It is believe that NikeId and Coca-Cola Freestyle are leading the market of custom ization. A custom ized product allow consumers to differentiate from other people, and this is why so many people want to buy a custom ized product even it is pretty expensive than normal products. It is feasible to selling custom ized products in the drop shipping business and it should be profitable in the future.

Pros and cons of doing customized products drop shipping business.

Pros:

a. Strengthen the connection between retailers and custom ers. Selling custom ized products allow retailers have a detailed communication with custom ers because custom ers need to take the initiative to request what they actually need and want. Therefore, retailers can get more information from custom er ’ s request, and then providing consumers with market-compliant products for the future development. It is helpful for retailers to clearly understand the current consumer market trends in order to find out the next hot niches.

b. Reducing the inventory and sales pressure. Selling custom ized products allow retailers do not need to prepare too many finished products because most of custom ized products are unfinished products before receive any request from custom ers. Moreover, selling custom ized products helps to reduced retailers ’ sales pressure because of the smaller number of finished products. At the meantime, retailers can have more funds to invest in other drop shipping businesses.

c. Higher profits. Normally, the costs of custom ized products are much higher than normal products, which means retailers can make more profits from the custom ized products drop shipping business such as custom ized mugs and custom ized hats .

photo by:wholesale watches

Cons:

a. Hard to meet all the needs of custom ers. It is believe that retailers cannot fully implement custom ized products drop shipping business because they cannot meet the requirements of all custom ers, this may lead to a decline in profits. At the meantime, retailers have to be careful about the copyright issues. Retailers may be subject to legal charges if retailers sell infringing products;

b. Long period during the trading process. custom ized products require multiple exchanges between retailers and custom ers to finish the process of manufacturing. Therefore, ti may takes a lot of time during the entire trading process. Moreover, the finished custom ized products may need to modified which means the increasingly costs may reduce the profits.

SKU Quantity: 644869

Order Quantity: 37741944

One of Top 3 Dropshiping Website That Hundreds of Thousands Resellers Use

1 1000+ registered brands

2 Over 500 thousand SKU

3 5000 excellent manufacturers

4 100+ TEU goods per day

5 Offer registration services for resellers

Learn More >

Join

CB

What should we do if I cannot sell customized products, but I want to sell something different from other sellers?

It is believe that the higher cost have prevented many retailers from launching custom ized products in the drop shipping business, and the long period of making profits is another reason for that. However, you can find some products with unique designs which can also attract custom ers to replace custom ized products , in order to make profits as the same as selling custom ized products. Therefore, in the following description, I will introduce some products with unique designs from Chinabrands, you may make profits from the unique and interesting design.

a. Heat changing mug. It is a mug from Chinabrands that can changing its color and patterns by different level of heats. The appearance of the cup is black, and with a starry sky pattern when you put the mugs at room temperature. Moreover, if you add some hot water to the heat changing mus, the pattern of the mugs will become to the universe because of the design and raw materials. You can see well-known planets such as Venus and Saturn on the appearance of the mugs . It is believe that the heat changing mugs have its unique design for attracting custom er which are possible to be the substitutes for custom ized mugs .

b. Fishing hats . Here is a adjustable fishing hat manufacture by Leo that is the suppliers for Chinabrands. It using the camouflage pattern that is the helpful for your fishing or other outdoor activities such as camping. Moreover, there is a unique design of this fishing hat which is lighting. You can easily turn on the light right on top of the hats for lighting, it is so good for those people who need to walking at night or night fishing. It is believe that the unique design of this fishing hat can easily make profits from targeted custom ers because it is designed specifically for those people want to go outdoors for fishing.

c. socks . It is believe that there are so many different style of socks in the global drop shipping market now, and you need to know how is the market trend going in order to buy some trendy socks for selling. It can clearly know that those hot selling socks have unique patterns or designs. For example, as the products shows below from Chinabrands, the color of socks is gray and white, however, there are two sentences printed on the bottom of the soles that is ‘ If you can read this ’ and ‘ bring me a beer ’ . That is the design of this socks for making fun which is the point of sale. It is believe that custom ized socks is design for those people who want something make them looks different, but the products with unique design may have the same effect as a custom ized product.

SKU Quantity: 644869

Order Quantity: 37741944

Largest Global Dropship and Wholesale Platform Many Resellers Recommend

1 40 global warehouses in 12 countries

2 Cover more than 100 categories

3 Less than 1% of product returned rate

4 500 thousand orders per day

5 Customer get packages in 2 days

Learn More >

Join

CB

Summary

There are so many custom ized products in the drop shipping now such as socks , mugs , hats , stickers and iP hone cases . It can clearly know one of the biggest pros of selling custom ized products is differences compared to others. It is worth to do custom ized product drop shipping business because of its high profits and potential future development.

However, selling custom ized products may require you spend so much time and money on it, it is possible to find some products with unique design may help you to make it as substitutes of custom ized products. In addition, cooperating with a reliable drop shipping platform such as Chinabrands is necessary for make profits from your drop shipping business because the drop shipping platform can help you to select the correct products and selling strategies

read more: wholesale lighting

]]>
Selling customize products in the drop shipping business? Tue, 17 Jul 2018 10:40:09 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486375.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486375.html catilulu catilulu Custom ization is one of the most popular ways for making products by yourself among consumers. It is believe that NikeId and Coca-Cola Freestyle are leading the market of custom ization. A custom ized product allow consumers to differentiate from other people, and this is why so many people want to buy a custom ized product even it is pretty expensive than normal products. It is feasible to selling custom ized products in the drop shipping business and it should be profitable in the future.

Pros and cons of doing customized products drop shipping business.

Pros:

a. Strengthen the connection between retailers and custom ers. Selling custom ized products allow retailers have a detailed communication with custom ers because custom ers need to take the initiative to request what they actually need and want. Therefore, retailers can get more information from custom er ’ s request, and then providing consumers with market-compliant products for the future development. It is helpful for retailers to clearly understand the current consumer market trends in order to find out the next hot niches.

b. Reducing the inventory and sales pressure. Selling custom ized products allow retailers do not need to prepare too many finished products because most of custom ized products are unfinished products before receive any request from custom ers. Moreover, selling custom ized products helps to reduced retailers ’ sales pressure because of the smaller number of finished products. At the meantime, retailers can have more funds to invest in other drop shipping businesses.

c. Higher profits. Normally, the costs of custom ized products are much higher than normal products, which means retailers can make more profits from the custom ized products drop shipping business such as custom ized mugs and custom ized hats .

photo by:wholesale watches

Cons:

a. Hard to meet all the needs of custom ers. It is believe that retailers cannot fully implement custom ized products drop shipping business because they cannot meet the requirements of all custom ers, this may lead to a decline in profits. At the meantime, retailers have to be careful about the copyright issues. Retailers may be subject to legal charges if retailers sell infringing products;

b. Long period during the trading process. custom ized products require multiple exchanges between retailers and custom ers to finish the process of manufacturing. Therefore, ti may takes a lot of time during the entire trading process. Moreover, the finished custom ized products may need to modified which means the increasingly costs may reduce the profits.

SKU Quantity: 644869

Order Quantity: 37741944

One of Top 3 Dropshiping Website That Hundreds of Thousands Resellers Use

1 1000+ registered brands

2 Over 500 thousand SKU

3 5000 excellent manufacturers

4 100+ TEU goods per day

5 Offer registration services for resellers

Learn More >

Join

CB

What should we do if I cannot sell customized products, but I want to sell something different from other sellers?

It is believe that the higher cost have prevented many retailers from launching custom ized products in the drop shipping business, and the long period of making profits is another reason for that. However, you can find some products with unique designs which can also attract custom ers to replace custom ized products , in order to make profits as the same as selling custom ized products. Therefore, in the following description, I will introduce some products with unique designs from Chinabrands, you may make profits from the unique and interesting design.

a. Heat changing mug. It is a mug from Chinabrands that can changing its color and patterns by different level of heats. The appearance of the cup is black, and with a starry sky pattern when you put the mugs at room temperature. Moreover, if you add some hot water to the heat changing mus, the pattern of the mugs will become to the universe because of the design and raw materials. You can see well-known planets such as Venus and Saturn on the appearance of the mugs . It is believe that the heat changing mugs have its unique design for attracting custom er which are possible to be the substitutes for custom ized mugs .

b. Fishing hats . Here is a adjustable fishing hat manufacture by Leo that is the suppliers for Chinabrands. It using the camouflage pattern that is the helpful for your fishing or other outdoor activities such as camping. Moreover, there is a unique design of this fishing hat which is lighting. You can easily turn on the light right on top of the hats for lighting, it is so good for those people who need to walking at night or night fishing. It is believe that the unique design of this fishing hat can easily make profits from targeted custom ers because it is designed specifically for those people want to go outdoors for fishing.

c. socks . It is believe that there are so many different style of socks in the global drop shipping market now, and you need to know how is the market trend going in order to buy some trendy socks for selling. It can clearly know that those hot selling socks have unique patterns or designs. For example, as the products shows below from Chinabrands, the color of socks is gray and white, however, there are two sentences printed on the bottom of the soles that is ‘ If you can read this ’ and ‘ bring me a beer ’ . That is the design of this socks for making fun which is the point of sale. It is believe that custom ized socks is design for those people who want something make them looks different, but the products with unique design may have the same effect as a custom ized product.

SKU Quantity: 644869

Order Quantity: 37741944

Largest Global Dropship and Wholesale Platform Many Resellers Recommend

1 40 global warehouses in 12 countries

2 Cover more than 100 categories

3 Less than 1% of product returned rate

4 500 thousand orders per day

5 Customer get packages in 2 days

Learn More >

Join

CB

Summary

There are so many custom ized products in the drop shipping now such as socks , mugs , hats , stickers and iP hone cases . It can clearly know one of the biggest pros of selling custom ized products is differences compared to others. It is worth to do custom ized product drop shipping business because of its high profits and potential future development.

However, selling custom ized products may require you spend so much time and money on it, it is possible to find some products with unique design may help you to make it as substitutes of custom ized products. In addition, cooperating with a reliable drop shipping platform such as Chinabrands is necessary for make profits from your drop shipping business because the drop shipping platform can help you to select the correct products and selling strategies

read more: wholesale lighting

]]>
[RICORDA] FORUM DI LETTERATURA ARTISTICA E CHIUSURA ESTIVA Mon, 16 Jul 2018 18:02:15 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486325.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486325.html Art Forum Würth Capena Art Forum Würth Capena
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
 
Email
 
Facebook
 
Twitter
 
Linkedin
 
Google+
 
Image

[RICORDA] FORUM DI LETTERATURA ARTISTICA

Giovedì 26 luglio 2018, dalle ore 17.30 alle ore 19.00

 

L’incontro sarà dedicato alla discussione sul libro di André Breton, “Il surrealismo e la pittura”, (Abscondita, 2010, 86 pp.).

 

In “Le surréalisme et la peinture”  (pubblicato per la prima volta nel 1928), André Breton delinea la “complessa ed eterogenea ricerca che anima la fucina artistica surrealista” nella sua prima fase. Il libro, che intreccia passi teorici, citazioni poetiche e descrizioni liriche, indica gli ideali del nuovo movimento, come l’intento rivoluzionario dell’arte e l’esplorazione dell’inconscio e del sogno. I principali protagonisti di queste pagine sono quegli artisti che secondo l’autore più condividevano le aspirazioni surrealiste, tra cui Picasso, Max Ernst, André Masson, Yves Tanguy, Man Ray e Hans Arp.

 

Vi aspettiamo come sempre con le vostre idee, impressioni e pareri!

 

È gradita gentile conferma di partecipazione.

Ingresso gratuito

 

Clicca qui per il calendario completo dell’edizione 2018 del FORUM DI LETTERATURA ARTISTICA.

Image

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:
Art Forum Würth Capena
Viale della Buona Fortuna, 2
00060 Capena (Rm)
Tel. 06 90103800
Fax 06 90103402
art.forum@wuerth.it

www.artforumwuerth.it

facebook.com/artforumwuerthcapena

Clicca qui per sapere come raggiungerci

 
Facebook
 
Website
 
Instagram
 


 
Unsubscribe   |   Disiscriviti
]]>
...E la mostra te la porti a casa. Mon, 16 Jul 2018 12:44:26 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486273.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486273.html Maurizio Paolo Grassi Maurizio Paolo Grassi La mostra fotografica di Paolo Grassi, inaugurata ieri al Castello di San Terenzo di Lerici consente a tutti i visitatori di continuare l’esperienza multisensoriale anche a casa propria grazie alla realtà aumentata.

Esempio fotografia in realtà aumentata

Come ogni fotografo che esprima con l’immagine la sua personale e poetica visione dell’esistenza, Paolo Grassi utilizza lo scatto fotografico per fermare l’istante e tradurlo in memoria, una memoria che diviene materica nel processo di stampa della resino-pigmentipia, procedimento di stampa manuale risalente agli anni ‘20 del Novecento e rielaborato in versione eco-friendly dallo stesso artista.

Il tempo è il denominatore comune di tutte le sue fotografie; lo scatto fissa il momento sottraendolo all’incessante divenire, la stampa lo cristallizza per sempre nel pigmento nero fumo che aderisce alla gelatina rappresa sulla carta da acquerello. Come già scriveva Pirandello è forma che “uccide” la vita bloccando il suo perenne fluire ma le garantisce l’eternità dell’arte.

La curatrice della mostra in Realtà Aumentata ha operato nell’ottica di un intervento sulle fotografie di Paolo Grassi non per potenziarle o “aggiungere” qualcosa, ma per creare opere nuove, in cui i diversi linguaggi interagissero in un gioco di rimandi e allusioni.

In accordo con l’artista si è lavorato su tre principi chiave: interazione, dinamicità e apertura dell’opera. Ne è nato un progetto in cui le resinotipie di Paolo Grassi dialogano con la location spettacolare del Castello di San Terenzo di Lerici, in una continua ibridazione di elementi naturali ed architettonici, realtà e fantasia, con effetti inaspettati e talora sorprendenti.
La dinamicità è stata realizzata attraverso la dilatazione temporale dell’opera “aumentata” che riconsegna l’istante “congelato” dallo scatto fotografico e dalla stampa manuale al fluire del tempo, dando vita ad un evento la cui durata è fluida, diversa da una fruizione all’altra, decisa non da chi crea l’opera ma da chi la guarda.

L’apertura dell’opera infine è garantita sia dalla sua non “definitività”, dal momento che un “aumento” può sempre essere ampliato, sostituito o a sua volta dar vita ad un altro “aumento” generando di volta in volta esperienze mai identiche, sia dalla sua interazione con lo spettatore che ne decide tempi e modi di fruizione.

L’intervento si colloca su un piano di continuità con la ricerca estetica di Paolo Grassi che nel progetto “Generation of the City” tende al superamento dei limiti spazio temporali della fotografia sovrapponendo scatti realizzati in tempi diversi, fondendo persone ed elementi architettonici alla ricerca di nuove modalità espressive.

L’elaborazione con la Realtà Aumentata, che coinvolge circa la metà delle opere in esposizione, è stata materialmente realizzata con l’applicazione gratuita HP Reveal, compatibile con tutti gli smarthphone e Iphone e facilmente scaricabile, così da poter godere una visita all’esposizione fotografica insieme reale e virtuale. Infatti ogni volta che si inquadra una foto “aumentata” sia essa reale o riprodotta su catalogo, l’applicazione HP Reveal mostra l’espansione della stessa. Lo spettatore non conclude la visita nel momento in cui si esce dall’esposizione, ma può riprodurre l’esperienza quando e dove vuole.

Per ogni ulteriore informazione visitare i siti www.lephotoart.com e www.arteamare.it

Rita Manzoni

Varese 16 luglio 2018

L’autore:

Rita Manzoni, docente di Realtà Virtuale e Aumentata, Polo per la formazione Digitale della provincia di Varese.

 

Didascalia immagine: Esempio di foto originale e in realtà aumentata visibile con HP Reveal.

 

Contatti

info@lephotoart.com

siti web: www.lephotoart.com e www.arteamare.it.

Telefono: +39 0585 027081

Richiedere via mail foto ad alta risoluzione e catalogo PDF

 

DOVE E QUANDO:

Castello di San Terenzo

Via Castello 8 - Lerici (La Spezia)

Dal 15 luglio al 19 agosto

Orari: 10:30/13:00 – 18:30/22:30 Chiuso il Lunedì

Biglietto di accesso al castello € 2,00

Parcheggi consigliati: - Via Milano- Via Bagnara - La Vallata, Via Biaggini II traversa

Informazioni: info@lephotoart.com - Telefono: 0585 027081

FRUIZIONE REALTA’ AUMENTATA

Scaricare e installare sul proprio smartphone la APP HP Reveal, dopo la registrazione inserire in “Discover Auras” “paolograssi e selezionare “follow”, premere il pulsante blu in basso e inquadrare col la camera le opere distinte da simbolo AR.

]]>
Premio Canaletto: il riconoscimento che Spoleto Arte conferisce al talento Mon, 16 Jul 2018 10:01:54 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486244.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486244.html UffStampaMilano UffStampaMilano A tutti gli artisti, professionisti e imprenditori che si sono distinti per i loro meriti artistici il comitato di Spoleto Arte ha conferito il prestigioso Premio Canaletto. Attività e talento sono stati riconosciuti da importanti personalità del mondo della cultura, tra cui il critico Vittorio Sgarbi, il soprano Katia Ricciarelli, Alberto D’Atanasio di Casa Modigliani, Luigino Rossi dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, il manager della cultura Salvo Nugnes e altri ancora.

Diversi per stili, età e provenienza, non solo settoriale, i premiati che dalla cerimonia alla Scuola Grande di San Teodoro – avvenuta durante l’esposizione Il Carnevale dell’Arte a Venezia – a oggi si sono visti conferire l’esclusivo riconoscimento sono un gruppo eterogeneo. Eccone i nomi: Ass. Monsignor Ermenegildo Fusaro, Walter Accigliaro, Gianni Balzanella, Yasmina Barbet, Gianfranco Bartolomeoli, Olga Belsito, Arturo Berlati, Lisa Bertè, Fabrizio Berti, Aase Birkhaug, Margherita Blonska Ciardi, Paola Bona, Cinzia Bulone, Brigitte Cabell, Giulietta Calzini, Monica Campanaro, Giovanna Capararo, Roberto Cardone, Margherita Casadei, Rosanna Cecchet, Daniela Cicognini, Mauro Cominoli, Maria Pia Contento, Aurora Bonanno Conti, Emanuela Corbellini, Domenica Cosoleto, Felice Cremesini, Milena Crupi, Antonio D’Antini, Giovanna Da Por, Gino Dalle Luche, Rina Del Bono, Daniela Delle Fratte, Giovanna Demegni, Amalia Di Domenico, Jacqueline Domin, Markus Markovic Dragan, Italo Tancredi Duranti, Mimmo Emanuele, Chiara Maria Francesca Fassari, Stefania Fietta, Gabriele Franceschetti, Wenjun Fu, Giuliana Maddalena Fusari, Sergio Gandossi, Maria Giachetti, Roberto Giacco, Angela Giovanetti, Rosangela Giusti, Stefano Grasselli, Irene Nunzia Grieco, Valeria Grinfan Toderini, Maria Franca Grisolia, Guillermina Guikni Rivera, Kathleen Marghaert Charity B. Hernandez, Stephanie Holznecht, Nadia Latilla, Massimo Mariano, Maura Manfrin, Angiolina Marchese, Lino Marchitto, Federica Marin, Tiziano Martelli, Gabriella Martino, Silvana Mascioli, Grazia Massa, Raffaele Mazza, Barbara Melcarne, Carla Moiso, Karin Monschauer, Moris, Giuseppe Oliva, Lucio Palumbo, Antonio Pamato, Agnes Parcesepe “Agili”, Francesco Passero, Giuseppe Persia, Sara Pezzoni, Maria Petrucci, Nicola Pica, Daria Picardi, Andrea Pitzalis, Sigrid Plattner, Dannie Praed,Emanuela Raneri, Sergio Rapetti, Anna Reber, Piero Ricci, Simona Robbiani, Simona Sottilaro, Brigitta Rossetti, Rolando Rovati, Donatella Saladino, Paola Serra, Maria Pia Severi, Massimo Soldi, Elettra Spalla Pizzorno, Albertino Spina, Federico Tamburri, Remo Tesolin, Le Thuy Ai, Luciano Tonello, Cinzia Trabucchi, Cesare Triaca, Jack Tuand, Giovanna Valli, Emel Vardar, Enzo Viscuso, Bruno Zaffanella e Flavio Zoner.

]]>
Selezione Artisti / Call for Artists,,ContempoART 2018 / Incontri con l'arte contemporanea / XXIIV Edizione al GAMeC di PISA Sat, 14 Jul 2018 11:47:08 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486159.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/486159.html GAMeC CentroArteModerna Pisa GAMeC CentroArteModerna Pisa
Selezione Artisti / Call for Artists

ContempoART 2018 / Incontri con l'arte contemporanea / XXIV Edizione



Estratto regolamento partecipazione.

Manifestazione giunta alla sua ventiduesima edizione "ContempoART" ( 2018 ) : Incontri con l'arte contemporanea, a cura di Massimiliano Sbrana, si prefigge come scopo principale quello portare alla visione del pubblico uno spaccato dell'arte contemporanea attuale di ARTISTI  ITALIANI ed EUROPEI, offrendo così un importante opportunità per la promozione del proprio lavoro. Possono partecipare tutti gli artisti di qualsiasi nazionalità' con opere di Pittura, Acquarello, Scultura e Ceramica artistica, Fotografia, Computer Grafica (Installazioni e Performance vanno preventivamente concordate).

La partecipazione alla selezione avviene esclusivamente attraverso l'invio di immagini fotografiche a colori ottima qualità (almeno 800x600pixels) delle opere proposte per la selezione con a tergo scritto nome, cognome,eventuale titolo e prezzo al pubblico e del modulo di adesione da richiedere e compilare. L'invio telematico (email) o cartaceo del materiale per la selezione implica accettazione totale ed incondizionata del regolamento per la selezione.
Le opere degli ARTISTI partecipanti alla Rassegna, verranno esposte a partire dal 15 al 26 Settembre 2018 presso il GAMeC CentroArteModerna di PISA ( www.CentroArteModerna.com ) con inaugurazione Sabato 15 settembre 2018 ore 18 .

Il materiale per la selezione può essere indirizzato per posta ordinaria a Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea CentroArteModerna di Pisa LUNGARNO MEDICEO, 26 PISA 56127 ITALIA o via EMAIL (preferita) : centroartemoderna@gmail.com Per ulteriori informazioni si prega di contattare il curatore Massimiliano Sbrana ai numeri +39 3393961536 negli orari di apertura della Galleria. Sarà realizzato catalogo digitale.

DA RICORDARE:
SCADENZA SELEZIONE : 7 settembre 2018
Quota partecipazione : 90 euro
CONSEGNA OPERE: entro MAX il 13/14 (mattina) Settembre 2018
INAUGURAZIONE : 15 Settembre 2018 ore 18
TERMINE MOSTRA: 26 Settembre 2018
RITIRO OPERE: entro il 27/28 ( mattina) Settembre 2018


Per maggiorni informazione e le norme/scheda di partecipazione completa inviare richiesta ESCLUSIVAMENTE via email a questo indirizzo:

centroartemoderna@gmail.com

Ufficio stampa:
Massimiliano Sbrana
mobile +39 3393961536
e-mail mostre@centroartemoderna.com

________________

Si autorizza la pubblicare testi e immagini relativi alla mostra IN OGGETTO. Si dichiara che per le immagini e per i testi contenuti nel predetto comunicato non esistono  VINCOLI SIAE NE' VINCOLI DI ALCUN TIPO.
________________________________________________________________



Il contenuto di questa è strettamente riservato e non divulgabile a terzi se non previa autorizzazione scritta, dal GAMeC CentroArteModerna di Pisa , in caso si riscontrassero usi impropri dei contenuti, divulgazione a terzi ed in particolare manipolazioni della stessa, saremo autorizzati a procedere per vie legali.

In ottemperanza alla Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196  "Codice in materia di protezione dei dati personali", art. 13 si dichiara che i dati raccolti, verranno trattati per il solo scopo di invio mail promozionali (altre info sono reperibili sul sito www.CentroArteModerna.com ).
Secondo quanto previsto dal DLs, è possibile modificare o cancellare i dati in qualsiasi momento in modo del tutto gratuito e autonomo. Una  non risposta, invece, varrà come consenso alla spedizione dei nostri inviti. Se non hai richiesto questa email, ce ne scusiamo.

Per contattare il titolare della newsletter    <info@CentroArteModerna.com>

Questa newsletter ha un indirizzo fisico che puoi usare contro eventuali  abusi

               GAMeC CentroArteModerna
                       Dal 1976 a Pisa
           Lungarno Mediceo,26 - 56127 Pisa
              MobilePhone +39 3393961536
              MobilePhone +39 3933225221


                               Web
         < http://www.CentroArteModerna.com >

                              Youtube
        < http://www.youtube/CentroArteModerna >

                            Facebook
       < https://www.facebook.com/gamecpisa >

                              Twitter
 < https://twitter.com/GAMeCPISA @GAMeCPisa >

                            Instagram
     < https://www.instagram.com/gamecpisa/ >
                         
                          Google Plus
< https://plus.google.com/+CentroartemodernaPisa >



 Copyright 1976 - 2018 GAMeC CentroArteModerna
 ________________________________________________

Before printing, think about ENVIRONMENTAL responsibility


























































]]>
8^ BIENNALE D'ARTE INTERNAZIONALE A MONTECARLO 2018 Thu, 12 Jul 2018 11:44:59 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485972.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485972.html Janas Janas 8^ BIENNALE D’ARTE INTERNAZIONALE A MONTECARLO 2018

Dal 21 al 23 settembre 2018, nella sala Theatre dell’Hotel Metropole di Montecarlo (Principato di Monaco) sarà esposta l’opera “METROPOLI” (acrilico su tela) del pittore Gesuino PINNA – JANAS che, insieme ad altri 67 validi artisti emergenti, provenienti da tutte le parti del mondo, selezionati a fronte di oltre 3.000 adesioni, parteciperanno all’8^ Biennale d’arte internazionale a Montecarlo 2018, patrocinata dall’Ambasciata italiana del Principato di Monaco, organizzata con professionalità e impegno dalla Galleria d’arte la Telaccia by Malipensa di Torino. Art Director-Giornalista-Curatrice della citata Galleria è la dott.ssa Monia Malipensa, mentre il Consulente artistico è la Sig.ra Giuliana PAPADIA. La Galleria è associata all’ANGAMC (Associazione Nazionale Gallerie d’arte Moderna e Contemporanea). La Galleria d’arte, affiancata da una giuria composta da critici d’arte, giornalisti, galleristi e collezionisti seleziona con scrupolosità e professionalità per la biennale artisti nel vasto panorama artistico a livello internazionale. L’artista Gesuino Pinna, a testimonianza dell’impegno e del valore artistico, è stato altresì selezionato per partecipare alla Terza edizione della Biennale d’arte contemporanea e del Design a Salerno, che si terrà nella città campana dal 6 ottobre/18 novembre 2018 - Palazzo Fruscione.

 

]]>
8^ BIENNALE D'ARTE INTERNAZIONALE A MONTECARLO 2018 Thu, 12 Jul 2018 11:29:25 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485968.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485968.html Janas Janas 8^ BIENNALE D’ARTE INTERNAZIONALE A MONTECARLO 2018

Dal 21 al 23 settembre 2018, nella sala Theatre dell’Hotel Metropole di Montecarlo (Principato di Monaco) sarà esposta l’opera “METROPOLI” (acrilico su tela) del pittore Gesuino PINNA – JANAS che, insieme ad altri 67 validi artisti emergenti, provenienti da tutte le parti del mondo, selezionati a fronte di oltre 3.000 adesioni, parteciperanno all’8^ Biennale d’arte internazionale a Montecarlo 2018, patrocinata dall’Ambasciata italiana del Principato di Monaco, organizzata con professionalità e impegno dalla Galleria d’arte la Telaccia by Malipensa di Torino. Art Director-Giornalista-Curatrice della citata Galleria è la dott.ssa Monia Malipensa, mentre il Consulente artistico è la Sig.ra Giuliana PAPADIA. La Galleria è associata all’ANGAMC (Associazione Nazionale Gallerie d’arte Moderna e Contemporanea). La Galleria d’arte, affiancata da una giuria composta da critici d’arte, giornalisti, galleristi e collezionisti seleziona con scrupolosità e professionalità per la biennale artisti nel vasto panorama artistico a livello internazionale. L’artista Gesuino Pinna, a testimonianza dell’impegno e del valore artistico, è stato altresì selezionato per partecipare alla Terza edizione della Biennale d’arte contemporanea e del Design a Salerno, che si terrà nella città campana dal 6 ottobre/18 novembre 2018 - Palazzo Fruscione.

 

]]>
8^ BIENNALE D'ARTE INTERNAZIONALE A MONTECARLO 2018 Thu, 12 Jul 2018 11:29:10 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485967.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485967.html Janas Janas  

8^ BIENNALE D’ARTE INTERNAZIONALE A MONTECARLO 2018

Dal 21 al 23 settembre 2018, nella sala Theatre dell’Hotel Metropole di Montecarlo (Principato di Monaco) sarà esposta l’opera “METROPOLI” (acrilico su tela) del pittore Gesuino PINNA – JANAS che, insieme ad altri 67 validi artisti emergenti, provenienti da tutte le parti del mondo, selezionati a fronte di oltre 3.000 adesioni, parteciperanno all’8^ Biennale d’arte internazionale a Montecarlo 2018, patrocinata dall’Ambasciata italiana del Principato di Monaco, organizzata con professionalità e impegno dalla Galleria d’arte la Telaccia by Malipensa di Torino. Art Director-Giornalista-Curatrice della citata Galleria è la dott.ssa Monia Malipensa, mentre il Consulente artistico è la Sig.ra Giuliana PAPADIA. La Galleria è associata all’ANGAMC (Associazione Nazionale Gallerie d’arte Moderna e Contemporanea). La Galleria d’arte, affiancata da una giuria composta da critici d’arte, giornalisti, galleristi e collezionisti seleziona con scrupolosità e professionalità per la biennale artisti nel vasto panorama artistico a livello internazionale. L’artista Gesuino Pinna, a testimonianza dell’impegno e del valore artistico, è stato altresì selezionato per partecipare alla Terza edizione della Biennale d’arte contemporanea e del Design a Salerno, che si terrà nella città campana dal 6 ottobre/18 novembre 2018 - Palazzo Fruscione.

 

 

]]>
8^ BIENNALE D'ARTE INTERNAZIONALE A MONTECARLO 2018 Thu, 12 Jul 2018 11:29:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485966.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485966.html Janas Janas 8^ BIENNALE D’ARTE INTERNAZIONALE A MONTECARLO 2018

Dal 21 al 23 settembre 2018, nella sala Theatre dell’Hotel Metropole di Montecarlo (Principato di Monaco) sarà esposta l’opera “METROPOLI” (acrilico su tela) del pittore Gesuino PINNA – JANAS che, insieme ad altri 67 validi artisti emergenti, provenienti da tutte le parti del mondo, selezionati a fronte di oltre 3.000 adesioni, parteciperanno all’8^ Biennale d’arte internazionale a Montecarlo 2018, patrocinata dall’Ambasciata italiana del Principato di Monaco, organizzata con professionalità e impegno dalla Galleria d’arte la Telaccia by Malipensa di Torino. Art Director-Giornalista-Curatrice della citata Galleria è la dott.ssa Monia Malipensa, mentre il Consulente artistico è la Sig.ra Giuliana PAPADIA. La Galleria è associata all’ANGAMC (Associazione Nazionale Gallerie d’arte Moderna e Contemporanea). La Galleria d’arte, affiancata da una giuria composta da critici d’arte, giornalisti, galleristi e collezionisti seleziona con scrupolosità e professionalità per la biennale artisti nel vasto panorama artistico a livello internazionale. L’artista Gesuino Pinna, a testimonianza dell’impegno e del valore artistico, è stato altresì selezionato per partecipare alla Terza edizione della Biennale d’arte contemporanea e del Design a Salerno, che si terrà nella città campana dal 6 ottobre/18 novembre 2018 - Palazzo Fruscione.

]]>
A settembre grande mostra di Sergio Scatizzi presso La Soffitta Spazio delle Arti Wed, 11 Jul 2018 10:34:26 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485829.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485829.html La Soffitta Spazio delle Arti La Soffitta Spazio delle Arti

La stagione 2018-19 de La Soffitta Spazio delle Arti

parte a settembre con un'antologica di grande prestigio


Arriva a Sesto Fiorentino

l'inimitabile armonia

dei quadri di Sergio Scatizzi


Dal 23 settembre all'11 ottobre 2018 Sesto Fiorentino ospiterà una ricca mostra antologica dedicata al pittore lucchese Sergio Scatizzi nel centenario della sua nascita. La rassegna si terrà pressoLa Soffitta Spazio delle Arti, storica galleria del Circolo Arci-Unione Operaia di Colonnata.

L'organizzazione è del Gruppo La Soffitta Spazio delle Arti con la collaborazione del Comune di Sesto Fiorentino. Il curatore è Alberto Diolaiuti, nipote dell'artista, titolare della galleria Studio d'arte moderna Il Fiore di Montecatini Terme (dove ha sede l'unico archivio ufficiale di Sergio Scatizzi), che ha avuto la preziosa collaborazione di Carlo Sarri, noto collezionista sestese delle opere di Scatizzi. Per l'occasione saranno esposte una cinquantina di opere provenienti sia dall'Archivio Scatizzi che dalla collezione Sarri.

Sergio Scatizzi è nato nel 1918 a Gragnano, in provincia di Lucca, e ha soggiornato a Napoli, Roma e Parigi prima di tornare stabilmente in Toscana, prima a Montecatini Terme e dal 1955 a Firenze. Nel suo peregrinare ha conosciuto la scuola di Posillipo e molti affermati artisti del periodo tra le due guerre; incontri che lo hanno subito indirizzato verso un cammino pittorico. La sua forza espressiva emerge chiaramente nelle nature morte, nei paesaggi e nelle marine, suoi cavalli di battaglia. Nel tempo ha espletato lo stile informale in una matericità unica raggiungendo una gestualità inconfondibile. Ha esposto per la prima volta a Montecatini Terme presso la Libreria Ariel. Era il 1949. L'anno dopo è stato protagonista alla XXV biennale di Venezia e nel 1965 alla IX Quadriennale di Roma. Sono seguite mostre in Stati Uniti, Canada e nelle più prestigiose location italiane. In particolare a Firenze è stato insignito, nel 1967, del XVIII premio del Fiorino e poi ha esposto a Palazzo Strozzi, nel Salone delle Reali Poste degli Uffizi e nel Quartiere d’Inverno della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti. E' morto a Firenze l'1 dicembre 2009, ma le sue opere continuano ad affascinare tutti ogni volta.

“Per noi è uno straordinario onore poter proporre al nostro raffinato pubblico una mostra di così alto livello �“ sottolinea Francesco Mariani, responsabile del Gruppo La Soffitta Spazio delle Arti e presidente di Circolo Arci-Unione Operaia di Colonnata �“. Ringrazio Alberto Diolaiuti e Carlo Sarri per aver condiviso questo progetto e per l'indispensabile collaborazione, così come ringrazio il Comune di Sesto Fiorentino per il sostegno dato all'iniziativa. Siamo certi che nessun vero appassionato d'arte si perderà questa importantissima esposizione”.

L'inaugurazione è prevista domenica 23 settembre alle ore 10,30.



Sede espositiva:

La Soffitta Spazio delle Arti c/o Circolo Arci-Unione Operaia di Colonnata

Piazza M. Rapisardi, 6 - Sesto Fiorentino (FI)

Ufficio stampa:

ufficiostampa@lasoffittaspaziodellearti.it

]]>
Lodola, Schifano e altri grandi maestri suscitano ammirazione a Londra con Spoleto Arte Tue, 10 Jul 2018 18:39:50 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485758.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485758.html UffStampaMilano UffStampaMilano Si è inaugurata lunedì 9 luglio nella centralissima Crypt Gallery (Euston Road) a Londra l’originale mostra The Great Italian Art in London. A poche ore dalla chiusura del primo weekend di uno dei più importanti festival del Regno Unito, il British Summer Time, che ha visto partecipi anche Zucchero, Santana e altri grandi cantanti, l’esposizione ha riscontrato una notevole affluenza di pubblico.

A capo dell’organizzazione dell’evento artistico vi è ancora una volta il manager Salvo Nugnes, presidente di Spoleto Arte, il quale ha voluto portare alla Crypt Gallery anche alcune icone del Novecento come Renato Guttuso, Eugenio Carmi, Marco Lodola, Mario Schifano, Fausto Pirandello e Gino De Dominicis.

A poca distanza dalle redazioni «The Guardian» e «Time out», due delle più importanti testate giornalistiche del mondo anglosassone, The Great Italian Art in London si presenta alla capitale con un nutrito gruppo di artisti. Eccoli qui citati: Corrado Avanzi, Umberto Barillaro, Imelda Bassanello, Anna Borgarelli, Roberto Cardone, Germano Costa, Daniela Delle Fratte, Amalia Di Domenico, Italo Duranti, Mimmo Emanuele, Enrico Franceschetti, Jacqueline Gallicot Madar, Benedetta Jandolo, Tashi Khan, Ilaria Leganza, Mauro Martin, Enrica Mazzuchin, Renate Merzinger-Pleban, Loredana Messina, Vittorino Morari, Giuseppe Notarbartolo, Antonio Pamato, Katiuscia Papaleo, Giovanni Pelini, Maria Petrucci, Matteo Piacenti, Silvia Polizzi, Rolando Rovati, Mario Salvo, Beatrice Santarelli, Angela Scialpi, Elettra Spalla Pizzorno, Fedora Spinelli, Emel Vardar, Giuseppe Varuzzi e Flavio Zoner.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo 0424 525190, mandare una mail a info@spoletoarte.it oppure visitare il sito www.spoletoarte.it.

]]>
La fotografia d'arte a Lerici. Tra reale e virtuale inizia ArteAmare Tue, 10 Jul 2018 16:21:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485747.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485747.html Maurizio Paolo Grassi Maurizio Paolo Grassi  

Al castello di San Terenzo di Lerici (La Spezia) domenica 15 luglio alle ore 18:30 si terrà l’inaugurazione della mostra dedicata alle fotografie dell’artista-fotografo Paolo Grassi.

Nello splendido scenario del Castello, affacciato sulla baia di Lerici, dal 15 luglio al 19 agosto, grazie alla collaborazione del Polo Museale della Liguria – MiBACT, sarà possibile ammirare le opere fotografiche di Paolo Grassi e vivere un'esperienza virtuale e multisensoriale grazie all'espansione con la realtà aumentata di alcune delle opere

Novità di questa esposizione è la realizzazione di opere in divenire, che attraverso la tecnologia della realtà aumentata, interagiscono virtualmente con la location dove è ambientata la mostra.

I visitatori inquadrando le immagini esposte con i propri smartphone potranno vedere attraverso la app gratuita HP Reveal una seconda opera virtuale e interagire con essa.

 

L'elaborazione delle opere in realtà aumentata è stata realizzata grazie alla collaborazione con Rita Manzoni, docente di realtà aumentata e virtuale presso il Polo formativo digitale della Provincia di Varese.

 

Le opere in esposizione sono in parte state presentate alla fiera internazionale dedicata alla fotografia d'arte MIA Photo Fair di Milano, al Milano Photofestival e al Salone del Mobile e fanno parte di due progetti l'uno con stampe in bianco e nero e l'altro con stampe a colori.

 

Il primo progetto, realizzato con una particolare tecnica manuale messa a punto dallo stesso Grassi è denominato "Da fuoco e acqua" in quanto il procedimento fa utilizzo per la stampa manuale di un pigmento in polvere nerofumo e di acqua per il fissaggio sulla carta.

 

Il secondo progetto denominato "Generation of the city" mette in relazione la struttura urbana delle città con i suoi abitanti e con le persone che l'anno costruita.

 

Paolo Grassi è fotografo e architetto di origine toscana ma da anni residente a Lerici dove vive e ha lo studio. Nella metà degli ‘70 del 900 inizia un percorso artistico che lo porta a sviluppare ricerche fotografiche legate a temi grafici. Dopo la laurea all’Università di Firenze, con una tesi sull’archeologia industriale, affianca il lavoro di architetto alla ricerca fotografica sviluppando una serie di temi artistici legati alla lettura del paesaggio, all’ambiente e alla città.

 

La mostra è stata realizzata grazie alla collaborazione con l'Architetto Raffaele Colombo del Polo Museale della Liguria del MiBACT ed è patrocinata dal Comune di Lerici.

 

Il giorno dell'inaugurazione, dalle ore 18:30 alle ore 19:00 sarà possibile accedere alla mostra e al castello con ingresso libero.

 

L'autore delle opere sarà presente in alcuni orari (prendere contatto ai riferimenti sotto riportati) per illustrare ai visitatori il complesso procedimento di realizzazione e per firmare le copie dei libri. Per ulteriori notizie e dettagli sul programma visitare i siti www.lephotoart.com e www.arteamare.it

 

DOVE E QUANDO:

Castello di San Terenzo

Via Castello 8 - Lerici (La Spezia)

Dal 15 luglio al 19 agosto

Orari: 10:30/13:00 – 18:30/22:30 Chiuso il Lunedì

Inaugurazione domenica 15 luglio ore 18:30

Biglietto di accesso al castello € 2,00

Parcheggi consigliati: - Via Milano- Via Bagnara - La Vallata, Via Biaggini II traversa

Informazioni: info@lephotoart.com - Telefono: 0585 027081

Catalogo: Disponibile in versione cartacea ed e-book

 

FRUIZIONE REALTA’ AUMENTATA

Scaricare e installare sul proprio smartphone HP Reveal e dopo la registrazione della APP inquadrare col la videocamera le opere distinte da simbolo AR.

 

UFFICIO STAMPA:

Rita Manzoni

info@lephotoart.com

siti web: www.lephotoart.com e www.arteamare.it.

Telefono: +39 0585 027081

Richiedere via mail foto ad alta risoluzione e catalogo PDF

]]>
IL VUOTO E LE FORME 6. Una sera incontrai un ragazzo gentile - 6. Edizione. Biennale d'Arti Visive - Chiavenna (SO) Tue, 10 Jul 2018 15:07:06 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485739.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485739.html Bellati Editore Bellati Editore

IL VUOTO E LE FORME 6.

Una sera incontrai un ragazzo gentile

 

 

6. Edizione. Biennale d’Arti Visive Chiavenna (SO)

 


 

 

Evento ideato e progettato da Bellati Editore

a cura di Anna Caterina Bellati

 

 


 

 

Grandi Mostre

IL VUOTO E LE FORME 6.

Una sera incontrai un ragazzo gentile

 

Evento ideato e progettato da Bellati Editore 

a cura di Anna Caterina Bellati

 

Sabato 21 Luglio 2018 ore 11.00 Chiesa ex Convento Cappuccini – Chiavenna (SO)

Seguirà aperitivo

 

ARTISTI

 

Peggy Milleville (Solo Exhibition)

 

Antonio Abbatepaolo

Massimo Barlettani

Carlo Cane

Carmela Cipriani

Marco Cornini

Diego Dutto

Martine Della Croce

Donato Frisia jr

Ettore Greco

Anna Lorenzini

Paola Madormo

Susanna Magrin

Marco Martelli

Filippo Negroni

Mario Paschetta

Tobia Ravà

Luana Segato

Alessandro Spadari

Marialuisa Tadei

Teresano Sara

Fulvia Zambon

Alessandro Zannier

Elisabetta Zanutto

 

Sedi mostra:

Chiesa e chiostri ex Convento Cappuccini

Palazzo comunale

Palazzo Pretorio

Palazzo Vertemate

 

Durata: 22 Luglio > 7 Ottobre 2018

 

ORARI

Martedì, Mercoledì, Venerdì: 15.30>19.00

Giovedì, Sabato e Domenica: 10.00>12.00 e 15.30>19.00

Lunedì: chiusura

Visite guidate su richiesta (cell. 333 2468331)

 

www.bellatieditore.com

 

 

IL VUOTO E LE FORME giunge quest’anno alla sua 6. Edizione. La Biennale d’Arti Visive di Chiavenna, fondata da Anna Caterina Bellati nel 2008, nel 2018 si chiama Una sera incontrai un ragazzo gentile.

 

Il titolo è mutuato dal verso di una nota canzone degli anni Settanta, Amore disperato, scritta e interpretata da Nada. La frase originale suona così: Una sera incontrò un ragazzo gentile (…).

Il testo in effetti racconta la conoscenza tra due ragazzi in un locale notturno. Fra loro si scatena una passione fortissima che per un po’ resta in bilico tra perdita e speranza, finché l’attesa non viene premiata con il ritorno dell’amato.

Tornando al titolo della mostra, il cambio di persona nell’uso del verbo mette al centro un sentimento che riguarda, dall’adolescenza in poi, qualunque donna. Si parla di una fanciulla alle prese con la propria storia d’amore, quella che l’ha fatta tremare e sorridere e crescere, forse soffrire. La giovane in questione non è un individuo particolare, ma un topos, rappresenta ogni donna e il suo percorso sentimentale.

 

IL VUOTO E LE FORME questa volta esplora l’animo femminile e dice, a più voci, il sorprendente viaggio dell’innamoramento. Tuttavia, poiché questa esperienza non è praticabile a tutto tondo se non all’interno di una coppia, l’indagine non si ferma ai soli risvolti del cuore muliebre, ma si specchia e addentra anche nella risposta dell’altro. Con tutti i possibili coinvolgimenti del caso. Poiché la mostra è dedicata, in filigrana, a una persona da poco scomparsa, si limita a vagliare il tema dal punto di vista eterosessuale, senza analizzare altre vocazioni d’amore.

 

L’arte da sempre racconta le passioni umane, in particolare quella amorosa. Dai quadri rinascimentali a quelli moderni, il rapporto tra due individui si è evoluto nel tempo e per conseguenza è cambiata la sua rappresentazione. Acerbo o carnale e adulto, mitologico o nutrito di realtà, l’amore è da secoli fonte di ispirazione per gli artisti di ogni tempo e luogo.

La mostra narra dunque ogni possibile sfaccettatura del tema, arricchendolo in tutte le forme espressive possibili. Ogni autore presente interpreta, utilizzando le tecniche che gli sono abituali, il microcosmo della diade uomo/donna immerso nel macrocosmo che chiamiamo mondo. Chi scrive ritiene che l’evento si presti a essere letto e fruito da persone di qualunque formazione culturale, provenienza sociale o età.

Del resto, Più bella cosa non c’è.

 

 

 

]]>
Summer is Art Mon, 09 Jul 2018 11:58:33 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485601.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485601.html Arte Borgo Gallery Arte Borgo Gallery Verrà inaugurata mercoledì 11 luglio alle ore 18.00 la mostra internazionale di arte contemporanea Summer is Art presso Arte Borgo Gallery in Borgo Vittorio 25 Roma

Summer is Art è un tributo all’estate per la voglia di libertà che gli artisti in questa stagione portano dentro tra cromie e tecniche, libertà che lasciano filtrare dai loro lavori creativi, libertà che lascia percepire la gioia dell’estrosità e che viene proposta in modo originale con cristalline realizzazioni che illustrano un significato interiore.

L’esposizione propone una selezione di opere di artisti internazionali che propongono con i loro diversi linguaggi una creatività che da vita ad un trionfo di forme e colori.

Artisti partecipanti: Lesly Bunch, Silvia Burli, Joana Fernandes, Maralba Focone, Fabrizia Folchitto, Katharina Goldyn, Sandra Levaggi, Annamaria Maciechowska, Beata Makowska, Paolo Mazzucato, Carmela Oggianu (Caroggi), Lee Panizza, Giorgio Piccinno, Adriana Pisciotta, Raffaella Santoni, Fredericha Taccari (Taira)

 

La mostra sarà visitabile dall’11 al 31 luglio 2018, l’inaugurazione si svolgerà  mercoledì 11 luglio 2018 alle ore 18.00

Arte Borgo Gallery

Borgo Vittorio 25 - Roma

Orari mostra:

lunedì   15.00 – 19.00

dal martedì al venerdì 11.00-19.00                                                                                                                                   sabato 10.00/13.00

Informazioni: 345-22.28.110  www.arteborgo.it   info@arteborgo.it

 

]]>
UN PIENO DI STREET ART GRAZIE A DELTARTE | ARTE PER LA LIBERTÀ Mon, 09 Jul 2018 10:48:51 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485592.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/485592.html MR MR
Anche quest’anno la provincia di Rovigo si arricchisce di colorate ed efficaci opere di street art. 
Merito del festival itinerante DeltArte e del progetto Arte per i diritti umani dell’associazione Voci per la Libertà inseriti all’interno di Arte per la Libertà, il festival della creatività per i diritti umani. 
Grazie a DeltArte, a cura di Melania Ruggini, da 6 anni il Delta del Po prima, Rovigo poi e ora anche le province di Padova e Ferrara sono state invase dalle coloratissime opere di arte pubblica di artisti di fama internazionale come Tellas, Dem, Lucamaleonte, Hitnes, Melinda Sefcic, Peeta, Centocanesio e tanti, tanti altri. Grazie a percorso itinerante che fa leva sulle bellezze ancora selvagge del Delta del Po e sulle periferie urbane sta dunque prendendo forma un vero e proprio museo diffuso dove poter scoprire opere sempre nuove che anno dopo anno aumentano. 
 

La street art si conferma dunque la soluzione vincente proposta dalla curatrice Melania Ruggini per trasmettere importanti messaggi sui diritti umani alle scuole e alle comunità locali e per la rigenerazione urbana delle città e soprattutto dei quartieri periferici. Tra gli street artist di questa edizione si segnalano Riccardo Buonafede, Gianluigi Zeni, Centocanesio, Zentequerente, Marco Mei.

Particolarissime anche le due Cacce alla street art realizzate nei comuni di  Loreo e Comacchio, rispettivamente l’8 e il 15 giugno, ad opera di Gian Luigi Zeni e Marco Mei. I due artisti under 35 hanno coinvolto le scuole della città per creare un percorso itinerante in cui ricercare i loro stencil; un progetto che racchiude il potere del gioco, della socializzazione, dell’educazione, della scoperta del territorio. Un modo inedito per accogliere i turisti nel proprio territorio, enfatizzando alcuni scorci e punti di interesse delle città proprio grazie alla street art. A Loreo Gianluigi Zeni ha realizzato ben 8 opere in un percorso itinerante per le calli, che hanno toccato la biblioteca, le scuole medie e la palestra, le scuole elementari, il teatro, il municipio, la Riviera Nuova, le fioriere. A Comacchio Marco Mei ha creato 5 grandi opere con la tecnica dello stencil, collocate dapprima in alcuni luoghi significati del centro storico di Comacchio per la caccia alla street art da parte dei bambini delle scuole dell’infanzia Mons. Virgili e Nostra Signora di Lourdes, per poi essere esposte nella sala lettura ‘Nati per leggere’ di Palazzo Bellini, assieme alle due tavole realizzate dai bambini insieme all’artista durante i laboratori, per tutto il 2018.

Per quanto riguarda le altre opere di street art, le scuole medie di Costa di Rovigo ospitano, sulla parete esterna dell’istituto comprensivo, “Stand up for your rights” di Zentequerente, nome d’arte di Luca Vallese. Nel murales di Costa, una ragazzina è colta mentre sta scrivendo sul muro della sua città la scritta ossia “difendi i tuoi diritti”. Per dipingere questa scritta la ragazzina usa la marmellata che si trova nel barattolo ai suoi piedi, di cui lei è ghiotta. La marmellata, usata come inchiostro per realizzare il suo slogan, è una metafora; essa rappresenta il mix degli articoli presenti nella dichiarazione universale dei diritti umani, ossia è formata dai diritti fondamentali dell’uomo, che si dovrebbero avere ben presente fin dall’infanzia e portarli con noi in ogni fase successiva della vita e nella nostra quotidianità.

La street art ha ravvivato anche il campo sportivo di Villadose con una nuova opera firmata da Centocanesio. Assieme ai ragazzi di seconda media dell’istituto comprensivo, nelle mattine del 14 e il 19 maggio, Centocanesio ha dato vita a un’opera di quasi 20 metri dove campeggia la scritta “We got game”. Il graffito intende infatti valorizzare il forte potere positivo dello sport a partire dalla gioventù grazie al lettering colorato. 
 
Nel comune di Lendinara il giovane artista emiliano Riccardo Buonafede ha realizzato un’opera accattivante di street art su una cabina elettrica che si affaccia sul fiume Adigetto con le classi terze medie dell’Istituto Comprensivo statale che ha avuto per tema la salvaguardia dell’ambiente. 
 
Una seconda cabina elettrica è stata invece dipinta a Villaggio Perla di Taglio di Po sempre da Buonafede in collaborazione con i ragazzi di III A e III C della scuola media dell’Istituto comprensivo Maestri. Qui vengono raffigurate due grandi donne che si sono contraddistinte per il loro impegno verso la difesa dei diritti umani e della pace: Malala Yousafzai e Madre Teresa di Calcutta, premi Nobel per la pace.
 
Infine Arte per la Libertà è arrivata alla scuola media Carlo Goldoni di Ceregnano che ha visto la partecipazione di una cinquantina di alunni, guidati dall’artista Gianluigi Zeni. Il gruppo ha lavorato utilizzando la tecnica dello stencil, tagliando dapprima le sagome, scegliendone i colori e dipingendo le figure. Le silhouette di alcuni ragazzi che nascono da un codice a barre – simbolo del pericolo di omologazione della società moderna – e diventano sempre più differenti le une dalle altre e colorate, così come diverse e speciali sono le identità di ciascuno di noi.
 
“Siamo molto soddisfatti dei risultati di questi laboratori con gli artisti - spiega Melania Ruggini, curatrice del progetto - perché gli studenti ci hanno gratificati e ci hanno regalato tante emozioni e nuove idee per continuare questo importante cammino in nome dell’arte, della creatività e della sensibilizzazione sociale”.

]]>