Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Arti Figurative Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Arti Figurative Fri, 24 May 2019 06:37:02 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/1 DALLE RADICI ALLE ALI Thu, 23 May 2019 16:42:24 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558696.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558696.html Redaclem Redaclem Al via la 7° edizione della manifestazione IL LEGNO dalla Natura alle Cose voluta e pensata dal Museo del Falegname Tino Sana che accoglie una quarantina di aziende tutte abili nella lavorazione di questo materiale straordinario producendo semilavorati o prodotti finiti che quest’anno approda in città bassa dal 23 maggio al 30 ottobre 2019 con un’installazione site specific dedicata alla sostenibilità del legno.

 

“Mettere radici” è il tema dell’edizione 2019 della manifestazione IL LEGNO dalla Natura alle cose. Mettere Radici significa crescere con basi solide e robuste, nutrire sin dal profondo un concetto chiaro, quello della sostenibilità. Questo è l'obiettivo de IL LEGNO dalla Natura alle Cose: diffondere la cultura del legno partendo dal cuore della città. "Mettere radici" per raccontare, anche ai più piccoli, la materia prima più viva che esista in natura e come utilizzarla in modo consapevole per salvaguardare il Pianeta per le generazioni future. "Mettere radici" per IL LEGNO dalla Natura alle Cose significa creare coesione e collaborazione tra le aziende della filiera e il proprio territorio.

 

A dare l’avvio a questa edizione, il progetto “DALLE RADICI ALLE ALI”, realizzato in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Bergamo. Otto casette in legno colorate, dislocate in quattro diversi punti tra Via XX Settembre e Via T. Tasso, che riporteranno al proprio interno messaggi differenti legati al mondo dell’architettura e della sostenibilità. Una sezione di questa installazione è curata dall’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Bergamo ed è dedicata all’Evento CIAM2019 che l’Ordine degli Architetti organizzerà in una doppia sessione di Luglio e Ottobre 2019.

 

“8 «casette», 8 aforismi fisici destinati al rapporto tra l’Architettura e i desideri - dichiara l’Arch. Gianpaolo Gritti Presidente dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Bergamo - La sezione è dedicata al CIAM 2019 (Congresso Internazionale di Architettura Moderna) con cui l’Ordine che rappresento intende nel 2019 affrontare strategie di sviluppo per innescare un grande processo di riqualificazione urbana: una serie di eventi multidisciplinari con riferimento al 70° Anniversario del CIAM 1949 che a Bergamo registrò la presenza dei più importanti Architetti del mondo”.

 

“Un allestimento “Manifesto” - dichiara l’Arch. Alberto Basaglia - la stilizzazione iconica della forma della casa. Un messaggio forte per affermare che occuparsi di architettura sia fondamentale per fronteggiare le profonde trasformazioni che stanno avvenendo nelle nostre città. Casette realizzate in legno perché questo materiale è perfetto, tecnicamente, qualitativamente ed esteticamente per essere utilizzato dai progettisti che dovranno cogliere le sfide progettuali che queste trasformazioni impongono”.

 

Oggi più che mai le tematiche ambientali sono all’ordine del giorno, e le scelte quotidiane di ciascun individuo possono influire in modo positivo per migliorare il mondo che ci circonda. Con questo evento si intende focalizzare l’attenzione sul tema delle città. Le celebrazioni del 70° del CIAM sono un’occasione importante che IL LEGNO dalla Natura alle Cose ha voluto cogliere grazie allo stimolo dell’Ordine degli Architetti di Bergamo, per interrogarsi sul futuro delle nostre città e stimolare le aziende del legno ed i progettisti a trovare delle risposte innovative e sostenibili.

 

“CIAM 2019 - conclude l’Arch. Gianpaolo Gritti - prevede convegni, forum, giornate di studio, laboratori, basati su cinque elementi fondamentali: norma, innovazione, recupero, economia, socialità. La prima fase della sua organizzazione è stata la messa on line in tutta la Provincia di Bergamo di un almanacco fotografico e informativo di «soggetti urbani» che chiunque vorrebbe fossero migliorati o destinati ad un uso più corretto. Si tratta di ASL | Atlante Second Life (www.aslarchitettura.it), disponibile gratuitamente in Provincia di Bergamo ed in continuo aggiornamento. ASL è una piattaforma di desideri per i cittadini”.


Promuovere dunque la cultura del legno - materia rinnovabile ed ecosostenibile - e il suo uso è il principio che guida IL LEGNO dalla Natura alle Cose, così come valorizzare il territorio e le sue eccellenze produttive.

 

Inoltre, Il LEGNO dalla Natura alle Cose, in occasione de I Maestri del Paesaggio in programma dal 5 al 22 settembre, tornerà in Piazza Vecchia con la mostra “Mettiamo le radici, il legno principio di un’economia sostenibile”, che diventerà la cornice perfetta per la presentazione del documentario realizzato per raccontare la filiera del legno e le innovazioni tecnologiche in questo ambito. L’obiettivo è quello di fotografare la realtà del settore per attrarre le nuove generazioni nelle loro scelte professionali e gli architetti per i propri progetti.

 

Mettere radici vuol dire creare coesione tra le aziende e il territorio, oltre che far passare il messaggio di uno stile di vita sostenibile, che non si esprime solo attraverso l’utilizzo e la scelta del legno come materia prima per costruzioni, oggetti, mobili, ma anche per i vantaggi generati dai processi produttivi green delle aziende che lavorano questo materiale.

 

Per ulteriori informazioni: IL LEGNO dalla Natura alle Cose www.illegno.org


]]>
Street art a Venezia: invasione pacifica di una galleria d'arte Thu, 23 May 2019 13:47:04 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558562.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558562.html Giudecca 795 Art Gallery Giudecca 795 Art Gallery Quattro street artists in azione a Venezia durante la Biennale Arte. Gli originali in mostra ad "Inside-Outers: 4 street artists in Venice" a Giudecca 795 Art Gallery

Versione media immagine

La street art è nell'aria, ed è inarrestabile. Non invitata alla Biennale Arte, è sì per strada ma anche accolta da una galleria d'arte della Giudecca. Parliamo di quattro artisti non convenzionali di scuola fiorentina arrivati a Venezia ai primi di maggio. Nelle notti precedenti il vernissage della kermesse, quindi nelle stesse ore in cui il misterioso Bansky eseguiva il suo murale, eccoli armati di carta e colla ecologica, a disseminare nelle calli opere effimere non commissionate, alla portata di tutti; poi di giorno al lavoro a Giudecca 795 Art Gallery dove hanno realizzato alla luce del sole alcune opere originali raccolte nella mostra “Inside-Outers: 4 street artists in Venice”. Anonimato e mistero sì, ma fuori dalla galleria li hanno visti tutti. Giovani, divertenti, alla ricerca di legni e oggetti di recupero su cui dipingere: come pezzi di bricola o di barca portati dal mare, o una chitarra sfasciata gettata via. Hanno dipinto seduti per terra, tra l’altro senza versare una goccia di colore sui masegni. Uno sberleffo ai cacciatori di arte che passavano loro sui piedi in tenuta da cocktail: eccola, l'arte su cui investire. Persone.

Che per tre giorni e tre notti praticamente non hanno dormito. Con uno stesso fine: un’arte di libera fruizione per il pubblico della strada. Che faccia pensare, e risvegli menti intorpidite. E se tutto questo può far sorridere, si pensi che questa forma d’arte (persino in Italia) sta entrando non solo nelle gallerie e nelle collezioni ma anche nei musei: un rifacimento di un autoritratto di Leonardo, opera dell’inside-outer Blub è in mostra nel museo di Vinci per il cinquecentenario, e tra pochi giorni sempre Blub inaugurerà una personale intitolata “L’arte sa nuotare” al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Chi sono, o meglio cosa fanno i quattro inside-outers:

Ache77, stencil artist, è conosciuto per la carica emotiva dei suoi volti: una coppia che rappresenta la forza scaturita dall’unione delle diversità; e Lei, un volto inaccessibile e fiero che si posa su una carta impalpabile, eterna e fragile come la vita. Blub immerge nel blu icone riconosciute o fedeli riproduzioni di opere d’arte del passato, tutti con indosso una maschera da sub, al richiamo “l’arte sa nuotare”: alla faccia di una cultura che sprofonda, e di una Venezia che deve fare i conti con visioni apocalittiche.

Exit Enter è noto per i suoi omini senza età che in un flash raccontano piccole verità e grandi sogni. 
Nian lavora sul legame tra città e natura, “seminando” coloratissimi fiori e creature cariche di energia vitale negli angoli più degradati.

La realtà si materializza davanti a chi decide di vederla, così come queste opere che appaiono e scompaiono a seconda della capacità di vedere del pubblico distratto.

Giudecca 795 Art Gallery - che non ha commissionato i lavori in strada - ha dato l’opportunità a questa forma d’arte fugace di entrare in uno spazio protetto per raccontarsi: qui è nata ed è in corso la mostra delle opere originali realizzate nei giorni scorsi, e una retrospettiva del lavoro svolto sui muri della città documentato fotograficamente. 

]]>
Street art a Venezia: invasione pacifica di una galleria d'arte Thu, 23 May 2019 13:46:18 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558560.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558560.html Giudecca 795 Art Gallery Giudecca 795 Art Gallery Quattro street artists in azione a Venezia durante la Biennale Arte. Gli originali in mostra ad "Inside-Outers: 4 street artists in Venice" a Giudecca 795 Art Gallery

 

Versione media immagineLa street art è nell'aria, ed è inarrestabile. Non invitata alla Biennale Arte, è sì per strada ma anche accolta da una galleria d'arte della Giudecca. Parliamo di quattro artisti non convenzionali di scuola fiorentina arrivati a Venezia ai primi di maggio. Nelle notti precedenti il vernissage della kermesse, quindi nelle stesse ore in cui il misterioso Bansky eseguiva il suo murale, eccoli armati di carta e colla ecologica, a disseminare nelle calli opere effimere non commissionate, alla portata di tutti; poi di giorno al lavoro a Giudecca 795 Art Gallery dove hanno realizzato alla luce del sole alcune opere originali raccolte nella mostra “Inside-Outers: 4 street artists in Venice”. Anonimato e mistero sì, ma fuori dalla galleria li hanno visti tutti. Giovani, divertenti, alla ricerca di legni e oggetti di recupero su cui dipingere: come pezzi di bricola o di barca portati dal mare, o una chitarra sfasciata gettata via. Hanno dipinto seduti per terra, tra l’altro senza versare una goccia di colore sui masegni. Uno sberleffo ai cacciatori di arte che passavano loro sui piedi in tenuta da cocktail: eccola, l'arte su cui investire. Persone.

Che per tre giorni e tre notti praticamente non hanno dormito. Con uno stesso fine: un’arte di libera fruizione per il pubblico della strada. Che faccia pensare, e risvegli menti intorpidite. E se tutto questo può far sorridere, si pensi che questa forma d’arte (persino in Italia) sta entrando non solo nelle gallerie e nelle collezioni ma anche nei musei: un rifacimento di un autoritratto di Leonardo, opera dell’inside-outer Blub è in mostra nel museo di Vinci per il cinquecentenario, e tra pochi giorni sempre Blub inaugurerà una personale intitolata “L’arte sa nuotare” al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Chi sono, o meglio cosa fanno i quattro inside-outers:

Ache77, stencil artist, è conosciuto per la carica emotiva dei suoi volti: una coppia che rappresenta la forza scaturita dall’unione delle diversità; e Lei, un volto inaccessibile e fiero che si posa su una carta impalpabile, eterna e fragile come la vita. Blub immerge nel blu icone riconosciute o fedeli riproduzioni di opere d’arte del passato, tutti con indosso una maschera da sub, al richiamo “l’arte sa nuotare”: alla faccia di una cultura che sprofonda, e di una Venezia che deve fare i conti con visioni apocalittiche.

Exit Enter è noto per i suoi omini senza età che in un flash raccontano piccole verità e grandi sogni. 
Nian lavora sul legame tra città e natura, “seminando” coloratissimi fiori e creature cariche di energia vitale negli angoli più degradati.

La realtà si materializza davanti a chi decide di vederla, così come queste opere che appaiono e scompaiono a seconda della capacità di vedere del pubblico distratto.

Giudecca 795 Art Gallery - che non ha commissionato i lavori in strada - ha dato l’opportunità a questa forma d’arte fugace di entrare in uno spazio protetto per raccontarsi: qui è nata ed è in corso la mostra delle opere originali realizzate nei giorni scorsi, e una retrospettiva del lavoro svolto sui muri della città documentato fotograficamente. 

]]>
Stefania Ricci "Extra Vercelli" Thu, 23 May 2019 10:00:35 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558323.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558323.html Studio De Angelis Studio De Angelis

DiQui (Padiglione ex 18)

24 maggio - 2 giugno 2019

via Garibaldi 69, Vercelli

 

Inaugurazione: venerdì 24 maggio 2019 ore 18.30

 

Orari di apertura al pubblico:

martedì, venerdì, domenica 10.00-22.00

sabato 10.00-23.00

 

Museo Leone

24 maggio - 2 giugno 2019

Via Giuseppe Verdi 30, Vercelli

 

Inaugurazione: sabato 25 maggio 2019 ore 18.30

 

Orari di apertura al pubblico:

da lunedì a giovedì 15.00-20.00

sabato 10.00-13.00; 15.00-23.00 | domenica 10.00-13.00; 15.00-20.00

 

Immagini ad alta risoluzione

https://drive.google.com/drive/folders/11U6_I73W48AHYbhpoCHr8f5Ihp7cRf9u

 

In occasione della terza edizione di EXTRA, in programma a Vercelli dal 24 maggio al 2 giugno, Pavia Foto Festival presenta due installazioni fotografiche dell’artista piemontese Stefania Ricci, “Ritratti Still” e “Vasi cinesi”, grazie ai moduli-cornice del sistema allestitivo photoSHOWall, che permette, attraverso la scomposizione dell’immagine, di creare opere integrabili con i sistemi d’arredo tradizionali, i lavori di Stefania Ricci rappresentano due momenti importanti del suo percorso artistico.

 

“Ritratti Still” (Mueo Leone) presenta due volti nascosti e avvolti da drappeggi, che assumono così una dimensione scultorea e astratta nello stesso tempo. Lo scatto fotografico rivela l’atmosfera di mistero intorno all’opera e chiama direttamente in causa l’immaginazione dello spettatore, che può o meno dare un’identità a quei volti velati, che non sappiamo se piangono o ridono, se nascondono pudicizia o spudoratezza, vergogna o decenza.

 

“Vasi cinesi” (DiQui, Padiglione ex 18) invece un lavoro che parte dall’ammirazione per oggetti antichi e misteriosi come i vasi cinesi, da sempre custodi di simboli e storie millenarie.

Decorazioni floreali e animali vengono ridisegnate e rifotografate dall’artista, l’oggetto vaso perde la sua peculiarità di puro contenitore statico e assume un effetto di micromovimento, chiamando in causa anche qui l’osservatore e il suo libero arbitrio di leggervi ulteriori arcani e vedere nei fumi che fuoriescono nuove storie.

 

L’opera fotografica di Stefania Ricci appare dunque come una raffinata ricerca estetica che si caratterizza per un voler semplicemente affidare a dei segni o a delle tracce la propria personale e privata interpretazione della realtà, senza tuttavia mai imporsi.

Una ricerca romantica in bianconero voluta appositamente dall’artista, così da lasciare gli eventuali cromatismi alla fantasia e alla spiritualità di chi vorrà fermarsi a osservare le sue opere fotografiche.

 

Nata da un’idea di Davide Tremolada Intraversato, con direzione artistica di Roberto Mutti e direzione scientifica di Susanna Zatti e Renzo Basora, la prima edizione di Pavia Foto Festival propone, sino 30 giugno 2019, 15 mostre in 14 spazi pubblici e privati tra Pavia, Milano e Voghera.

Pavia Foto Festival vuole favorire la “contaminazione” tra progetti artistici, spazi espositivi e visitatori grazie anche al sistema allestitivo photoSHOWall, e accanto a musei e gallerie affianca spazi espositivi “inconsueti” come quelli dell’università, di enti e aziende, realtà che rappresentano l’eccellenza culturale e produttiva locale.

 

Stefania Ricci si diploma nel 1999 all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Espone in Italia e all’estero fra Milano, Torino, Genova, New York, Parigi.

Con il ciclo degli “Insiemi naturali” è finalista al Premio Cairo Arte 2005, mentre negli anni successivi con il ciclo “Collezione di farfalle” nascono ricerche sugli insetti, sui vasi cinesi, sui diorami, sui tappeti orientali, sugli ex voto, sui teatrini fino al recente “Mappe stellari” presentato al MIA Fair 2016.

 

*****************************

Informazioni al pubblico Extra:

t. 391-7156739 | Instagram @extra_vercelli | Facebook @exravercelli

 

Ufficio Stampa Pavia Foto Festival

Studio De Angelis, Milano

t. 02 45495191 | info@deangelispress.it | www.deangelispress.it

]]>
L’artista Maria Brunaccini tra Neofigurativo e Neoclassicismo all’antico chiostro di San Domenico Wed, 22 May 2019 15:56:05 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558064.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558064.html UffStampaMilano UffStampaMilano Si avvicina la data che consacrerà al pubblico la personale della pittrice di origini messinesi Maria Brunaccini. Effetti di luce sulla realtà verrà inaugurata alle 18 di sabato 21 settembre 2019 presso l’antico chiostro di San Domenico a Lamezia Terme (CZ), oggi caffè letterario. Presentata dal curatore di eventi e grandi mostre Salvo Nugnes e dal fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e di Dario Fo, l’esposizione farà il punto sull’ultima produzione dell’artista.

Autodidatta sin dalla giovane età, Maria Brunaccini per le sue tele trae ispirazione dalla corrente Neofigurativa, intensificando il suo lavoro dal 1978. Studia i pittori classici, senza però allontanarsi da quanto propone la pittura contemporanea. Le sue composizioni sono pertanto il risultato di un’attenta osservazione di tutto ciò che crea bellezza e dà senso alla vita.

Destreggiandosi tra figurativo, paesaggistico e naturalistico, la pittrice fa confluire la sua espressione nella forma corposa del Neoclassicismo. L’artista si immerge nella vita dei grandi pittori, nel loro tempo, nella loro storia e da qui spesso trae spunti creativi, immaginando la loro vita attraverso i loro dipinti, riportandoli e reinterpretandoli sulle proprie tele. La passione di Maria Brunaccini non si ferma all’analisi dei lavori dei Maestri del passato, ma è in continua ricerca di tutto ciò che più l’attrae. Questa sua caratteristica verrà messa in risalto da Effetti di luce sulla realtà, uno dei prossimi appuntamenti di Spoleto Arte di Sgarbi.

In occasione della sua partecipazione alla mostra Spoleto Arte incontra Venezia, il presidente Salvo Nugnes ha commentato così: «La passione che guida Maria Brunaccini trova il suo ricco nutrimento nella corrente neofigurativa e in quella neoclassica, conducendo l’artista a un attento studio e a una contemporanea reinterpretazione di celebri opere pittoriche. Prendendo in considerazione le sue versioni di Jeanne del Modigliani o il Patroclo della mitologia greca l’artista viene a comunicarci con raffinata tecnica la potenza immaginifica della vasta cultura storico-artistica che accomuna e unisce al di là delle nazioni di appartenenza, rendendoci più che spettatori colmi d’ammirazione, viandanti tra varie epoche».

]]>
Si inaugura il 30 maggio Philos di Arturo Baldan Wed, 22 May 2019 15:40:10 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558060.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558060.html Arturo Baldan Arturo Baldan Le opere in mostra, della collezione Philos, sono una suggestiva rappresentazione della sfera emotiva e relazionale umana. Attraverso la tensione dei fili, metamorfosi della tensione umana, Baldan crea delle superfici virtuali che sezionano lo spazio, rendendo le installazioni a parete stimolo per una coinvolgente riflessione del fruitore.

]]>
Si inaugura il 30 maggio Philos di Arturo Baldan Wed, 22 May 2019 15:38:40 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558059.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/558059.html Arturo Baldan Arturo Baldan Le opere in mostra, della collezione Philos, sono una suggestiva rappresentazione della sfera emotiva e relazionale umana. Attraverso la tensione dei fili, metamorfosi della tensione umana, Baldan crea delle superfici virtuali che sezionano lo spazio, rendendo le installazioni a parete stimolo per una coinvolgente riflessione del fruitore.

]]>
Venezia, Talk Sinergie tra arte e architettura Tue, 21 May 2019 20:47:21 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557322.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557322.html Maria Maria

Grande interesse ha suscitato il talk Sinergie tra arte e architettura, che si è svolto allo Spazio Thetis a Venezia domenica 19 maggio. Sul tema dell’inserimento di elementi occidentali nell’urbanistica cinese si sono confrontati Oriano De Palma (architetto), Sergio Pascolo (IUAV, Venezia) ,Stefano Tornieri (fondatore studio Babau Bureau), Laura Villani (architetto), Gianna Guo (Fondatore di Pegasus art advisory e direttore di DAC Art Consulting ), Ying Zhang (Architetto di Majestic Mansion · Sunac China Real Estate), Shuhong Zhou (Fondatore di HongKong π-ART Investment Co.,Ltd e direttore del Fortune ART Magazine).

 

 

Il dibattito si è sviluppato su alcune tematiche inerenti l’urbanistica cinese e la convivenza di stili architettonici europei. La conservazione e l’innovazione sono due concetti che, nella dimensione dell’ecosistema urbano, devono andare di pari passo poiché la conservazione è necessaria per la salvaguardia del patrimonio storico culturale, nella rilettura della funzionalità delle sue scelte; l’innovazione è necessaria per rendere ambienti e luoghi fruibili per tutti. In uno scambio fra mondi culturalmente diversi, inoltre, c’è la necessità di far convivere il genius loci, ovvero l’insieme dei caratteri socio-culturali, architettonici, comunicativi, comportamentali che contraddistinguono un luogo, un ambiente, una città, con gli aspetti positivi della “contaminazione”.

 

Il progetto è nato dalla collaborazione tra Go Art Creative New York e MA-EC (Milan Art & Events Center) and The Master-of-Nets Garden & The Lion Forest Garden.

 

Dopo il talk, ospiti e relatori hanno visitato la mostra Pei’s World, allestita allo Spazio Thetis.

 

L’esposizione, a cura di Luca Beatrice, vede in dialogo le opere di Afran, Jorge Cavelier, Hu Huiming, Ma Cong, Tannaz Lahiji, Giorgio Piccaia. Sarà visitabile fino al 24 novembre 2019.

 

]]>
Assenza di presenza | AA.VV. exfabbricadellebambole al Photofestival 2019 Tue, 21 May 2019 17:00:59 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557303.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557303.html exfabbricadellebambole associazione exfabbricadellebambole associazione L’assenza come fatto positivo, condizione rivelatrice di essenza e verità. La mancanza come maggiore indicatore di un’entità che non c’è: un oggetto, una persona, un luogo, una situazione. Il modo migliore di notarla.

Senza canali di comunicazione preindicati, ogni fruitore naturalmente si riconosce nei lavori degli artisti, poiché ognuno ha vissuto questa medesima sensazione. Proprio come quattro fotografi con stili diversi si sono ritrovati attorno ad un tema comune e rilevante per ognuno. Una mostra che parla a tutti in uno spazio inusuale, ma informale, come una casa-galleria.

La mostra fa parte del circuito di Milano Photofestival 14a edizione (17 aprile – 30 giugno) ed è inserita nella MILANO PHOTO WEEK 2019 (3-9 giugno) una settimana interamente dedicata alla fotografia che coinvolge tutta la città.

VERNISSAGE martedì 4 giugno 19.30

La mostra è visitabile fino al 20 giugno 2019 

Cubet House Art Gallery

di exfabbricadellebambole associazione culturale

via G. E. Arimondi, 1 – 20155 Milano (citofono Bonora-Menta)

lunedì-venerdì 15-18 | in altri giorni e orari su appuntamento

(linee 1, 14, 19, 90/91) 

Contatti:

377.1902076 | 320.0834484

exfabbricadellebambole@exfabbricadellebambole.com

www.exfabbricadellebambole.com 

Per le manifestazioni:

www.milanophotofestival.it

www.photoweekmilano.it

]]>
Mostra personale del pittore ragusano Giuseppe Oliva alla Milano Art Gallery Tue, 21 May 2019 10:20:14 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/556845.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/556845.html UffStampaMilano UffStampaMilano Torna alla Milano Art Gallery Giuseppe Oliva, l’artista siciliano che riporta con raffinatezza sulla tela le influenze della propria terra d’origine. Alle 18 di giovedì 6 giugno inaugurerà in via Alessi 11, nel cuore di Milano, la sua personale intitolata Impressioni del tempo. Presentata dal curatore di eventi e grandi mostre Salvo Nugnes e dal fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e Dario Fo, l’esposizione mira a presentare il pittore ragusano al culmine della sua carriera creativa.

Il titolo stesso, Impressioni del tempo, indica le intenzioni della mostra e, al contempo, mette in evidenza una delle principali caratteristiche di Giuseppe Oliva. Con una sensibilità unica, l’artista riesce a includere sulla tela quelle particolari percezioni che accompagnano la ciclicità delle stagioni, esplicandole nei toni che rimandano alla sua Sicilia.

Nato a Vittoria, in provincia di Ragusa, nel 1949, Oliva intraprende giovanissimo la carriera dettata dall’estrosità, influenzato in particolar modo dal trasferimento a Trapani. L’ambiente è di forte impatto e le tracce di questo speciale incontro si ritrovano tuttora nelle sue tele, specie in quelle tonalità di blu che richiamano il mare. Spostatosi successivamente a Varese, il pittore unisce nei suoi lavori tanto il Mediterraneo quanto le colline lombarde, lasciando che la sua pittura prenda un carattere quasi scultoreo. Attraverso spatolate cangianti nelle molteplici sfumature, i dipinti di Giuseppe Oliva vibrano di luce, si muovono, portano in vita le emozioni che il paesaggio suscita.

Di lui scrive Salvo Nugnes, direttore delle Milano Art Gallery: «Se si desidera concentrare una stagione su una tela è sufficiente prendere a riferimento un’opera di Giuseppe Oliva. È come osservarla in una boule de neige al cui interno vanno a librarsi solamente le sensazioni e le caratteristiche migliori di quei mesi. Con generose spatolate di vivi colori l’artista intesse le trame pregiate del tempo e le fa respirare con vibranti riflessi di luce. I suoi lavori infatti si generano dalla natura e la portano con sé, facendoci inspirare la pienezza dello spazio».

La mostra rimarrà aperta fino al 20 giugno, tutti i giorni dalle 14.30 alle 19, a eccezione della domenica. Per ulteriori informazioni è possibile chiamare lo 02 7628 0638, scrivere a info@milanoartgallery.it oppure visitare il sito www.milanoartgallery.it.

]]>
Bassano del Grappa: Giacobini e Alberoni all’inaugurazione della sede di Spoleto Art Factory Mon, 20 May 2019 17:34:38 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/556551.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/556551.html UffStampaMilano UffStampaMilano In occasione dell’apertura della nuova sede di Spoleto Arte, la Spoleto Art Factory, situata in via Andriolo 8/A a Bassano del Grappa, arriveranno in città due vip che hanno segnato la storia della cultura italiana. Si tratta della nota scrittrice Silvana Giacobini, già direttrice di «Chi» e di «Diva e Donna», e di Francesco Alberoni, sociologo di fama mondiale. In particolare, Silvana Giacobini presenterà a partire dalle 18 di sabato 25 maggio il suo ultimo libro, intitolato Albertone. Alberto Sordi, una leggenda italiana. A breve distanza, domenica 2 giugno, Francesco Alberoni visiterà la Spoleto Art Factory e qui, a partire dalle 18, tratterà le varie sfaccettature dell’amore, intrattenendo i presenti con lo spirito e il garbo che da sempre lo contraddistinguono.

I due incontri saranno presentati dal presidente di Spoleto Arte Salvo Nugnes, manager di famose personalità del calibro del grande critico d’arte Vittorio Sgarbi e dell’indimenticabile astrofisica Margherita Hack, e ideatore di Spoleto Arte, una realtà associativa finalizzata alla promozione e diffusione in ambito nazionale e internazionale del comparto artistico-culturale. Ne è un segno distintivo la volontà di rendere accessibile a chiunque  arte e cultura mediante l’organizzazione e la realizzazione di eventi a ingresso libero, esattamente come quelli previsti per l’apertura della Spoleto Art Factory.

Situata nei pressi della stazione ferroviaria bassanese e facilmente raggiungibile, la nuova sede degli uffici di Spoleto Arte inaugurerà proponendo fin da subito un programma ricco di incontri con personaggi illustri del panorama artistico-culturale italiano. Si presenterà quale simbolo visibile di un patrimonio di conoscenze e creatività effettivamente fruibile dal grande pubblico. E la sua posizione strategica non fa che accentuare questa percezione.

Per maggiori informazioni è possibile contattare lo 0424 525190 o il 388 7338297, visitare il sito www.spoletoarte.it o la pagina Facebook ufficiale di Spoleto Arte. In caso di maltempo gli incontri si terranno a Villa Rezzonico (via Ca’ Rezzonico 68/72, Bassano del Grappa).

]]>
Inaugurazione, laboratorio, visita guidata prossimo weekend Mon, 20 May 2019 09:59:51 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557337.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557337.html Museo Magi'900 Museo Magi'900
Newsletter #16| Museo Magi'900
Vuoi leggerla sul browser?
“Dipingere le parole”
domenica 26 maggio ore 15.30

Laboratorio per bambini dai 7 ai 12 anni

Per il Maggio dei libri abbiamo pensato ad una attività nella quale le pagine scritte dei libri diventino la superficie stessa su cui rappresentare graficamente e pittoricamente i personaggi e le suggestioni trovate tra le righe del racconto!

Clicca qui per saperne di più!
 
PRENOTA IL LABORATORIO DIDATTICO
Visita guidata al Giardino delle sculture 
domenica 26 maggio ore 15.30

Sperando nel bel tempo, domenica 26 maggio prevediamo una visita guidata all’aria aperta. La nostra guida vi illustrerà le sculture realizzate dagli artisti appositamente per il Giardino del Museo.

Clicca qui per saperne di più!
 
PRENOTA LA VISITA GUIDATA
Bai Di - Tracce fugaci
sabato 25 maggio ore 17.30

L'artista cinese Bai Di, pittrice emergente della nuova generazione asiatica, presenta, nello spazio OPEN BOX del MAGI’900, una serie di dipinti ad olio di grande formato, eseguiti con una tecnica molto libera e veloce.
Clicca qui per saperne di più!
 
Twitter
Facebook
Instagram
Copyright © 2019 MUSEO MAGI '900, Tutti i diritti riservati

MUSEO MAGI '900
Via Rusticana A/1 Pieve di Cento - Bologna
Pieve di Cento, Bo 40066
Italy

Add us to your address book

Se non desideri più ricevere la newsletter puoi cancellare il tuo indirizzo dalla nostra lista



Ricevi questo messaggio perché ti sei iscritto alla nostra newsletter dal sito magi900.com oppure perché hai visitato il museo e partecipato ad uno dei nostri eventi.
]]>
"ARTinCLUB 7": Valente Taddei espone alla Residenza d'Epoca Hotel Club I Pini di Lido di Camaiore (25 maggio - 29 settembre 2019) Sun, 19 May 2019 22:41:25 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557321.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557321.html Mercurio Arte Contemporanea Mercurio Arte Contemporanea

Sabato 25 maggio 2019 alle ore 18.30, presso la Residenza d’Epoca Hotel Club I Pini in via Roma Capitale 265 a Lido di Camaiore (Lu), si inaugura la mostra di pittura “ARTinCLUB 7”, organizzata in collaborazione con la galleria Mercurio Arte Contemporanea di Viareggio. In esposizione una serie di recenti dipinti dell’artista Valente Taddei.
L’iniziativa ARTinCLUB, giunta alla settima edizione, nasce con l’intento di offrire al pubblico una proposta culturale che coniughi l’arte contemporanea con la raffinata atmosfera della villa in stile Liberty, fatta costruire dal pittore e ceramista Galileo Chini agli inizi del ‘900 per crearvi la propria dimora nei periodi di vacanza. Completamente ristrutturata lasciando inalterato il fascino originario, la Residenza d’Epoca Hotel Club I Pini accoglie ancora oggi numerose opere di Chini - dipinti, affreschi e oggetti d'arredamento - perfettamente conservate.

Nei dipinti a olio e china su carta di Taddei, un minuscolo individuo si ritrova in situazioni costantemente in bilico tra ironia e paradosso. L’artista propone una lettura metaforica della condizione umana, sdrammatizzando, con sottile ironia, il senso di vuoto e di caducità che l’uomo può provare di fronte al proprio destino.
Nato a Viareggio nel 1964, Valente Taddei, diplomato all’Accademia di Belle Arti di Carrara, ha all’attivo un nutrito curriculum espositivo, con numerose personali e collettive sia in Italia che all’estero. Ha realizzato illustrazioni per copertine di libri (per i tipi di: Mauro Baroni Editore, Viareggio; Giulio Einaudi Editore, Torino; Alberto Gaffi Editore, Roma; FrancoAngeli Edizioni, Milano) e cd musicali, per riviste (Notizie Lavazza, Cfr:), per siti Internet. Nel 2008 ha illustrato con 10 tavole inedite il saggio “Pandora, la prima donna” di Jean-Pierre Vernant, pubblicato da Einaudi nella collana ‘L’Arcipelago’. Ha realizzato il logo e il manifesto ufficiale dell’edizione 2013 di EuropaCinema, festival cinematografico internazionale con sede a Viareggio, e il manifesto ufficiale del Carnevale Pietrasantino 2014.

La mostra, corredata di catalogo con testo critico di Marco Del Monte, è patrocinata dal Comune di Camaiore. E’ aperta fino al 29 settembre 2019, tutti i giorni, con orario 18.30 - 23.30. Infoline: 0584 66103. Web: www.clubipini.com/artinclub7.
 
 
Valente Taddei
 
 
]]>
INSOLITE RELAZIONI Sun, 19 May 2019 18:22:50 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/555876.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/555876.html L.R. L.R.  

Comunicato stampa

 

INSOLITE RELAZIONI

 

Personale di Daniela Domenichini

A cura di Letizia Rostagno

 

La materia è una delle due protagoniste di questa personale di Daniela Domenichini, che propone opere realizzate con gli elementi più diversi: dalla ceramica alla tela, dal plexiglas al bronzo. Nella e della materia l’artista cerca le possibilità non ancora espresse e interviene provocando le reazioni e il divenire degli elementi, in un processo chimico sinergico in cui il fuoco o l’acido agiscono plasmando lo spessore dei colori, fondendo il metallo, deformando la struttura stessa del materiale usato, presentandoci così “ergon”, la seconda protagonista della mostra, che definisce la capacità di agire, di far assumere realtà formale alle cose.

La curiosità e la voglia di sperimentare, di indagare, la spingono a utilizzare e mettere in competizione i più diversi elementi. Convivono tecniche antiche come l’encausto - pittura su cera -  e tecniche originali come tessuto e metalli su terre oppure colori ad olio su plexiglas.

Daniela osserva attenta e partecipe le trasformazioni e le varie forme che da potenzialità divengono realtà e interviene assecondando e guidando queste metamorfosi, utilizzandole per sollecitarne altre, in dialogo serrato con l’arte antica, la materia e se stessa.

 

 

«INSOLITE RELAZIONI»

Mostra  personale di Daniela Domenichini

 

Inaugurazione  SABATO 25 MAGGIO ore 16,00

 

dal 25 al 31 maggio 2019

 

GALLERIA FARINI CONCEPT

Via San Vitale 23/a,- Palazzo Fantuzzi

Bologna

 

orario di apertura:

mar - dom 15.00/19.00

lunedì chiuso

 

Info: +39 334 848 5213

e-mail: info@galleriafarini.com

www.galleriafarini.com

 

 

 

 

 

 

]]>
INSOLITE RELAZIONI Sun, 19 May 2019 18:22:09 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/555875.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/555875.html L.R. L.R. Comunicato stampa

 

INSOLITE RELAZIONI

 

Personale di Daniela Domenichini

A cura di Letizia Rostagno

 

La materia è una delle due protagoniste di questa personale di Daniela Domenichini, che propone opere realizzate con gli elementi più diversi: dalla ceramica alla tela, dal plexiglas al bronzo. Nella e della materia l’artista cerca le possibilità non ancora espresse e interviene provocando le reazioni e il divenire degli elementi, in un processo chimico sinergico in cui il fuoco o l’acido agiscono plasmando lo spessore dei colori, fondendo il metallo, deformando la struttura stessa del materiale usato, presentandoci così “ergon”, la seconda protagonista della mostra, che definisce la capacità di agire, di far assumere realtà formale alle cose.

La curiosità e la voglia di sperimentare, di indagare, la spingono a utilizzare e mettere in competizione i più diversi elementi. Convivono tecniche antiche come l’encausto - pittura su cera -  e tecniche originali come tessuto e metalli su terre oppure colori ad olio su plexiglas.

Daniela osserva attenta e partecipe le trasformazioni e le varie forme che da potenzialità divengono realtà e interviene assecondando e guidando queste metamorfosi, utilizzandole per sollecitarne altre, in dialogo serrato con l’arte antica, la materia e se stessa.

 

 

«INSOLITE RELAZIONI»

Mostra  personale di Daniela Domenichini

 

Inaugurazione  SABATO 25 MAGGIO ore 16,00

 

dal 25 al 31 maggio 2019

 

GALLERIA FARINI CONCEPT

Via San Vitale 23/a,- Palazzo Fantuzzi

Bologna

 

orario di apertura:

mar - dom 15.00/19.00

lunedì chiuso

 

Info: +39 334 848 5213

e-mail: info@galleriafarini.com

www.galleriafarini.com

 

 

 

 

]]>
Infusione: Ceramica e illustrazione allo Studio Nautilus di Carrara Sat, 18 May 2019 18:26:21 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/555789.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/555789.html Diego Gabriele Diego Gabriele Carrara - Studio Nautilus presenta “Infusione”, un progetto di collaborazione nel quale artisti poliedrici che lavorano tra pittura, illustrazione, street art e tatuaggio sono stati chiamati a cimentarsi con un supporto inusuale per le loro opere: la ceramica.


Da questa collaborazione hanno preso forma e colore le oltre 60 tazze interamente realizzate e decorate a mano che saranno esposte nel laboratorio dello Studio Nautilus (Via del Macchione, 55 54033 Carrara (MS),  il 25.05.2019 dalle ore 16:00 alle 23:00 contornate da alcuni disegni e dipinti originali degli stessi artisti.


Partecipano al progetto Infusione gli artisti: Mario Antonelli, Maria Bressan, Bue2530, Diego Gabriele, Chloe Harris, Lady Acre Art, Marco Fine, Míles Eri, Andrea Pallocchini, Chiara Pina, RAME13, Res EBE, Rmogrl Ottantunoventi, James Harris (Stoneater), URTO

Pedro de Castro (Xuslik) e Movimento creative label.


All’imbrunire, lo spazio verde dello Studio Nautilus verrà illuminato dai video mapping di Xuslik e Movimento Creative Label.



STUDIO NAUTILUS: è un laboratorio di Scultura, Restauro e Ceramica nel quale, oltre ai membri fondatori, vengono ospitati artisti sia per realizzare progetti propri che per collaborazioni.



Info:

Sabato 25 maggio 2019 dalle ore 16:00 alle 23:00

Studio Nautilus

Via del Macchione, 55 54033 Carrara (MS)

nautilusartproject@gmail.com

Facebook Instagram

 

Evento su Facebook

 

 


]]>
segnalazione mostra Michaela Kasparova - Hotel Ilaria, BessArte, Lucca Sat, 18 May 2019 16:05:05 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557283.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557283.html bessarte bessarte Spettabile Redazione,

vi scriviamo la presente per segnalarvi l'esposizione personale "Sleeping song", di Michaela Kasparova.
Si terr?, dal 24 maggio al 10 luglio 2019, presso l'Hotel Ilaria (via dei Fossi 26, Lucca) e nella galleria BessArte (via Sant'Andrea 48, Lucca), organizzatrice dell'evento.

Alleghiamo alla presente email il comunicato stampa ed un'immagine di un dipinto di Michaela Kasparova.

Restiamo a vostra disposizione per ogni chiarimento o ulteriore informazione e vi ringraziamo in anticipo per la pubblicazione dell'evento nei vostri spazi.

Cordiali saluti,

--
BessArte
via S. Andrea 48, 55100 Lucca
+39 0583 050627 info@bessarte.it
bessarte.it ottobre

Mail priva di virus. www.avast.com
]]>
Invito mostra Bai Di - Tracce fugaci 25-05-2019 Sat, 18 May 2019 14:45:23 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557243.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557243.html Museo Magi'900 Museo Magi'900
Newsletter #15 2019| Museo Magi'900
Vuoi leggerla sul browser?

Giulio Bargellini, fondatore del MAGI'900
è lieto di invitarla
all'inaugurazione della mostra


Bai Di
Tracce fugaci
 Fugitive traces


sabato 25 maggio ore 17.30
 
L'artista cinese Bai Di (1986, Shan Xi), diplomata all’Accademia Centrale di Belle Arti di Pechino nel 2010 e ora attiva tra Pechino e Amburgo, è una pittrice emergente della nuova generazione asiatica, che si è avvicinata al Neo �“ Expressionismo europeo.
Nello spazio OPEN BOX del MAGI’900 presenta una serie di dipinti ad olio di grande formato, eseguiti con una tecnica molto libera e veloce. Davanti a queste opere un misterioso e drammatico immaginario sembra invitarci ad andare oltre, a trovare qualcosa di sospeso tra forze selvagge e quotidianità.
Ingresso gratuito.
Fino al 30 giugno 2019
 
Clicca qui per saperne di più!

 
Condividi su Facebook
Condividi con un Tweet
Twitter
Facebook
Instagram
Copyright © 2019 MUSEO MAGI '900, Tutti i diritti riservati

MUSEO MAGI '900
Via Rusticana A/1 Pieve di Cento - Bologna
Pieve di Cento, Bo 40066
Italy

Add us to your address book

Se non desideri più ricevere la newsletter puoi cancellare il tuo indirizzo dalla nostra lista

Ricevi questo messaggio perché ti sei iscritto alla nostra newletter dal sito magi900.com oppure perché hai visitato il museo e partecipato ad uno dei nostri eventi.

]]>
CONCORSO DI PITTURA XII EDIZIONE Sat, 18 May 2019 13:47:27 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557226.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/557226.html GAMeC CentroArteModerna Pisa GAMeC CentroArteModerna Pisa CONCORSO DI PITTURA XII EDIZIONE

dedicato a Marco Domenico Verdigi

sabato 8 e domenica 9 giugno 2019

Ristorante Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa (porto)
Via Barbolani - Marina di Pisa


ww.associazionedannunziana.it   Associazione Dannunziana

E’ gradita l’iscrizione al concorso entro il 5 giugno 2019 alla segreteria, a mezzo comunicazione telefonica, e-mail ai recapiti sotto riportati.

Per iscrizioni ed informazioni rivolgersi a: Delia Tongiani tel. 050 555381- cell.3496475215 mail: ciardipatrizia@gmail.com

A segure norme e scheda di partecipazione.

Saluti.



 
Ufficio stampa:
Massimiliano Sbrana
mobile +39 3393961536
e-mail mostre@centroartemoderna.com


____________________________________________________________________________

Si autorizza la pubblicare testi e immagini relativi alla mostra IN OGGETTO. Si dichiara che per le immagini e per i testi contenuti nel predetto comunicato non esistono  VINCOLI SIAE NE' VINCOLI DI ALCUN TIPO.
____________________________________________________________________


Il contenuto di questa email è strettamente riservato e non divulgabile a terzi se non previa autorizzazione scritta, dal GAMeC CentroArteModerna di Pisa , in caso si riscontrassero usi impropri dei contenuti, divulgazione a terzi ed in particolare manipolazioni della stessa, saremo autorizzati a procedere per vie legali.
In ottemperanza alla Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196  "Codice in materia di protezione dei dati personali", art. 13 si dichiara che i dati raccolti, verranno trattati per il solo scopo di invio mail promozionali (altre info sono reperibili sul sito www.CentroArteModerna.com ).  Secondo quanto previsto dal DLs, è possibile modificare o cancellare i dati in qualsiasi momento in modo del tutto gratuito e autonomo. Una  non risposta, invece, varrà come consenso alla spedizione dei nostri inviti. Se non hai richiesto questa email, ce ne scusiamo. Per contattare il titolare della newsletter    <info@CentroArteModerna.com>
Questa newsletter ha un indirizzo fisico che puoi usare contro eventuali abusi

                  GAMeC CentroArteModerna
                           Dal 1976 a Pisa
              Lungarno Mediceo,26 - 56127 Pisa
                MobilePhone +39 3393961536

                               Web
         < http://www.CentroArteModerna.com >

                              Youtube
        < http://www.youtube/CentroArteModerna >

                            Facebook
          < https://www.facebook.com/gamecpisa >

                              Twitter
           < https://twitter.com/GAMeCPISA >
                        @GAMeCPisa
                       

 Copyright 1976 - 2019 GAMeC CentroArteModerna Pisa
___________________________________________

Before printing, think about ENVIRONMENTAL responsibility















































]]>
Astratta - Mente Fri, 17 May 2019 17:30:08 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/555359.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/555359.html Art Luxury Gallery Art Luxury Gallery Esposizione collettiva di opere pittoriche e scultoree che catturerà l'attenzione delle persone! Gli elementi protagonisti della collettiva sono i colori puri, la luce, le forme elementari, le materie e il trasporto delle sensazioni che gli artisti fanno provare con le proprie opere; ogni dipinto è a sè, ed ognuno lo interpreta a proprio modo, in base allo stato d'animo attuale e all'immaginazione che ha. 

 

I protagonisti dell'esposizione sono 16 artisti: Federica Cocchetto, Elisabetta Cusato, Gaetano D'Auria, Ivan Fabani, Marialuisa Gianuario, Rebecca Lamona, Nicolas Lima, Maria Myasnikova, Sara Nalli, Jacopo Piccolo, Alfio Prati, Ivan Presti Frigerio, Jessica Reinl, Sara Repetto, Massimiliano Sciuccati e Rachele Tofanelli.

 

 

In esposizione fino al 14 giugno presso la Galleria Art Luxury,

 

in via P. Sottocorno 27, Milano

]]>